Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Termoli-Croazia, si salpa: la scommessa dei Guidotti verso l’altra sponda dell’Adriatico foto

Dal 31 maggio fino al 9 luglio il catamarano Zenit collegherà Termoli a Ploce, in Croazia, prima di spostarsi al porto di Civitanova Marche. «È una scommessa su cui abbiamo deciso di investire per dare una nuova opportunità a questa regione e a questo territorio, oltre che a quello circostante» afferma l’imprenditore Domenico Guidotti. In preparazione anche i pacchetti che includono case e appartamenti da affittare, auto da noleggiare, biglietti per gli autobus. «Lì c’è un turismo variegato, come il nostro catamarano, adatto a giovani, coppie, famiglie e pellegrini. Medjugorje dista 41 chilometri».

Più informazioni su

L’odore della vernice fresca e del legno appena montato avvolge gli interni dello Zenit, il catamarano ancorato al molo del porto di Termoli che da giorni si prepara al “debutto” previsto per maggio. L’overcraft arrivato a settembre in città si accinge dunque ad affrontare la traversata nell’Adriatico che collegherà il Molise – ancora una volta – con la Croazia. È questa la nuova scommessa su cui Domenico Guidotti, la sua famiglia e i suoi collaboratori stanno lavorando da mesi.

«Ci proviamo – racconta mentre mostra l’interno del catamarano dove gli operai sono al lavoro per sistemare ogni cosa -. Vogliamo provare a ridare un po’ di movimento e di opportunità a questa terra, a questa città e anche alle zone circostanti visto che avere un collegamento diretto verso la Croazia potrà interessare anche i cittadini del nord della Puglia e del sud dell’Abruzzo, oltre a quelli di Roma, da sempre particolarmente legati a Termoli».

Quel bestione che poi tanto bestione non è, bianco e con la scritta scura Zenit in alto, è ancorato al molo est della banchina, con la prua verso il porto e la poppa rivolta al mare, l’Adriatico, dove navigherà a partire dal 31 maggio. Giorno in cui lo Zenit, lungo trenta metri per dodici e proveniente dalla Sicilia, farà il suo primo viaggio verso Ploce, cittadina della costa croata, dove arriverà dopo quattro ore e mezza di traversata grazie alla sua velocità fino a 33 nodi.

«Per ora stiamo pensando ad un collegamento il lunedì e il giovedì, partenza da Termoli con arrivo a Ploce e, nella stessa giornata, anche il rientro in Italia. Così chi vorrà potrà fare il fine settimana di vacanza, o una settimana intera o anche qualche giorno in più. Il prezzo è accessibile a tutti: famiglie, amici, coppie, giovani».

Non solo viaggi turistici, ma anche viaggi religiosi per chi vorrà raggiungere la Croazia per visitare il luogo di culto per eccellenza della Penisola balcanica, la cittadina di Medjugorje in Bosnia Erzegovina, che dista da Ploce solo 41 chilometri.

Facile anche arrivare a Dubrovnik, lontana 100 chilometri, e a Spalato, che ne dista 135. «Per i comuni croati è una bella occasione per visitare la Croazia – aggiunge -, abbiamo anche avuto contatti con l’ambasciatore e la Regione stessa ci sta aiutando, infatti abbiamo pensato di allestire sulla banchina un’area di benvenuto utile per le pratiche burocratiche dell’ingresso a bordo e dell’arrivo, ma anche per l’attesa e per dare riparo dal sole ai turisti. Invece per chi viaggerà i pacchetti da abbinare al viaggio sono diversi: la possibilità di affittare un’auto appena arrivati, un minibus, una casa, un appartamento. Sono aspetti di cui si stanno occupando le varie agenzie di viaggi che stanno lavorando e collaborando con noi».

Tra i sedili dal colore delicato risistemati e rimessi a nuovo, il bar che sta prendendo forma e le poltroncine nell’area superiore per chi vuole viaggiare con tutti i comfort e godersi il panorama, nulla è lasciato al caso. Tutto deve essere rivisto, ricontrollato e messo in sicurezza «perché a bordo ci saranno fino a 330 passeggeri e gli otto membri dell’equipaggio composto dal comandante, da altre cinque persone e da due addetti al bar» aggiunge Domenico Guidotti nel giro turistico a bordo.

«Poi – continua – fatti gli interni si passa all’esterno, ma per questo lavoro porteremo la nave in Croazia, dove un cantiere è pronto a lavorarci per un paio di settimane dal 22 aprile prossimo. Poi tornerà ancora, riverniciata molto probabilmente ancora di bianco, e si preparerà davvero alla partenza».

Dal 31 maggio al 9 luglio salperà dal porto di Termoli, poi si sposterà a Civitanova Marche «perchè la nostra idea di investimento in questo viaggio oltre l’Adriatico è partita da lì, abbiamo avuto diverse proposte e quindi abbiamo deciso di partire dalle Marche dal 9 luglio, mentre in Molise salperemo a giugno. Questa è la terra dove da 18 anni lavoriamo e non potevo tralasciarla – spiega Domenico Guidotti mentre mostra, cosa rara, la plancia di comando – intanto vediamo come andrà il periodo, poi decideremo cosa cambiare e modificare».

A bordo, magari a settembre quando il mare non permetterà le traversate, potrebbero svolgersi anche altri incontri, convegni, soprattutto nell’area più in alto, quella con le poltroncine blu e i tavolini. Intanto però lo sguardo è alla Croazia. Resta solo da preparare i bagagli per le prossime vacanze sull’altra sponda dell’Adriatico.

Più informazioni su