Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Strade e aziende agricole in difficoltà, Petraroia chiede interventi

Più informazioni su

Dopo aver presentato un’interrogazione con risposta scritta al presidente Paolo Frattura e all’assessore regionale ai lavori pubblici Piepaolo Nagni, l’ex vicepresidente della regione Michele Petraroia torna sulle difficoltà e collegamenti stradali per le aziende agricole e zootecniche di Pietracatella. Lo scorso 12 settembre, il consigliere Petraroia interrogava il Presidente Frattura e l’assessore Nagni sugli interventi di messa in sicurezza della strada comunale Fiumarello per sapere «quando si prevede il completamento di sistemazione di detta strada» e di essere informato sulle ulteriori «diverse determinazioni connesse con il ripristino anche parziale della transitabilità della strada comunale Fiumarello a partire dalla provinciale 72 “Tappina” per Monacilioni».

Oggi, in attesa della risposta all’interrogazione, Petraroia torna sulla situazione emergenziale in cui versano alcune aziende agricole e zootecniche ubicate in agro di Pietracatella, lungo il tratto che collega la strada provinciale 72 “Tappina” in direzione Monacilioni dal territorio di Toro fino al centro abitato di Pietracatella. «La strada è impercorribile, se non con trattori, mezzi agricoli o fuoristrada. I coltivatori diretti che hanno necessità di raggiungere i propri terreni scontano comprensibili difficoltà, nel mentre le aziende agro-zootecniche della zona sono obbligate a trasportare ogni giorno con mezzi attrezzati di loro proprietà, il latte che producono in qualche caso pari a 4 quintali al giorno. Con la chiusura di molte stalle, in Molise è sempre più raro incrociare aziende zootecniche con 65/70 mucche o 120 pecore. Continuare a rimanere sul mercato non è semplice e in tanti, specie tra i giovani, si orientano verso altre professioni e/o si trasferiscono nei centri maggiori sia della regione che al di fuori di essa».

Una situazione emergenziale che giace «irrisolta da tempo immemore, dove bisogna intervenire per consentire a chi resiste, lotta e si adopera nell’allevamento del bestiame di poter essere raggiunto dai camion dei trasportatori di latte, intervenendo sulla viabilità locale con celerità ed efficacia. Inoltre – prosegue Petraroia – è opportuno riprendere ilprogetto di ampliamento della rete idrica locale per consentire ad una delle più grandi aziende zootecniche molisane di essere allacciata all’acquedotto comunale risolvendo parte degli intuibili disagi connessi».

Più informazioni su