A Termoli primo sì in spiaggia tra parenti, amici e curiosi: “Ci volevano le nozze sul mare”

Sotto il Castello, imponente e maestoso sulla spiaggia, al tramonto di oggi, sabato 9 settembre, Sara e Piersante si sono sposati, e hanno inaugurato il baldacchino per celebrare i matrimoni sulla spiaggia. A partecipare non solo amici e parenti ma anche tanti curiosi sulla passeggiata e appostati sulle mura del borgo. E i commenti, positivi, non sono mancati. "Che meraviglia queste nozze in riva al mare". "Una bella novità che a Termoli ci voleva".

Più informazioni su

Il 9 settembre 2017 sarà una data che entrerà nella storia. Non solo quella di Sara e Piersante, che hanno pronunciato il loro sì e sono diventati marito e moglie, ma anche per Termoli che per la prima volta ha fatto un passo avanti, aprendo un nuovo capitolo della sua storia civile grazie ai matrimoni sulla spiaggia.

Nel tardo pomeriggio di oggi, quando il sole iniziava a scendere e a nascondersi dietro l’orizzonte, Piersante é arrivato all’altare vestito di blu e col sorriso dello sposo, un misto tra emozione, felicità e un pizzico di adrenalina. Poco dopo, accompagnata dal papà, di bianco vestita e con il velo in testa, Sara ha percorso la passerella di legno addobbata delicatamente con nebbiolina e nastri bianchi, con vasi di ortensie bianche anch’esse a rendere ancora più suggestivo un luogo che in pochi giorni si è trasformato: da una spiaggia libera a un piccolo angolo romantico e anche particolarmente magico, un po’ anche americano ma con lo stile dei matrimoni italiani, elegante, con il mare a fare da sfondo all’unione di due sub, che tanto lontano dal mare non potevano stare, nemmeno nel giorno delle loro nozze.

Una scenografia allestita in pochi giorni, con il baldacchino e la passerella in legno di pino color salvia arricchiti da fiori e nastri e poi il tavolo bianco con le sedie e le poltroncine per gli sposi, testimoni e genitori, mentre sulla spiaggia hanno trovato posto gli ospiti. L’amico storico della coppia Vittorio, per una sera con la fascia da sindaco come delegato del primo cittadino, ha letto agli sposi gli articoli del codice civile con un filo di emozione ma tanto entusiasmo. Ha poi unito gli sposi in matrimonio con lo scambio delle fedi, sulle note del violoncello suonato dal fratello della sposa.

Un’atmosfera suggestiva, molto bella tra il tramonto del sole, il mare e il suono delle onde. E poi gli ospiti, tra parenti e amici e soprattutto gli spettatori, assiepati alle mura del borgo e sulla passeggiata sotto al castello. Dopo mesi di attesa e commenti, tra l’annuncio della novità per la città adriatica e l’allestimento dell’area, gli interessati hanno potuto soddisfare la loro curiosità. Chi si trovava per caso nei paraggi, chi invece è sceso in spiaggia per assistere da vicino.

L’evento era particolarmente interessante e soprattutto una novità. E le novità bisogna vederle dal vivo. E infatti chi c’era ha potuto affermare: «Che meraviglia sposarsi in riva al mare». «É una novità che a Termoli serviva, per aprirsi alla modernità e per offrire agli appassionati un nuovo modo di sposarsi». Il cambiamento c’è stato, la novità è arrivata ed è stata apprezzata. Sposarsi in spiaggia potrà anche non essere da tutti, ma per tutti è stato «bello e molto particolare». L’appuntamento, o chissà gli appuntamenti, sono per il prossimo anno, mentre Sara e Piersante festeggiano ancora in spiaggia il loro sì.

Più informazioni su