Quantcast

MUSICA ETNICA: VIA AL CONCORSO PER GIOVANI ARTISTI

Più informazioni su

“Madre Terra”, rassegna di musica etnica giunta ormai alla nona edizione, diventa un concorso.  L’obiettivo della iniziativa promossa a Santa Croce di Magliano è stato da subito il recupero delle tradizioni culturali, la salvaguardia delle radici e l’esigenza di abbandonare gli stereotipi di una musica di importazione. Da qui la proposta di un Concorso per giovani musicisti che hanno abbracciato la difficile strada della musica ‘etnica’ e ‘di contaminazione’. L’idea – si legge in una nota stampa – «è quella di garantire dignità e visibilità a gruppi di giovani musicisti che lamentano sempre più mancanza di spazi giusti ed adeguati per proporre la propria musica e la propria cultura». L’assessorato alla Cultura del Comune di Santa Croce di Magliano ha costituito una Commissione per esaminare le richieste di partecipazione che perverranno, i demo e selezionare quattro gruppi  o solisti che si proporranno nella serata del concorso vero e proprio che decreterà un vincitore. Seguirà la produzione di un CD in cui saranno inseriti i quattro gruppi (3 brani a testa) e che sarà distribuito a livello nazionale. La commissione sarà composta da 5 esperti e il loro giudizio sarà insindacabile. Il tutto all’interno della rassegna Madre Terra, che ha visto la presenza, negli anni scorsi, di gruppi musicali e artisti importanti come Nidi d’Arac (Premio Tenco 2000), Vox Populi, Sensasciù (Premio Tenco 1998), Novalia, Mazapegul, Namù, Beppe Barra, Bungt & Bengt, Pitura Fresca, Eugenio Bennato, Tinturia, Ziganamama, Radicanto, Daniele Sepe e Teresa De Sio, I Cantori di Carpino, Enzo Gragnaniello.
Per info: assessorato alla Cultura di  del Comune di Santa Croce di Magliano (Nicolangelo Licursi).

Più informazioni su