PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
Il vernacolo


I TAVITTE

da una pubblicazione di
Carlo Cappella

VITTE E ALLOGGE P'A CUSTUTUZIONE

Un signore di Termoli di limitata istruzione, ma in compenso galantuomo in tutta l'estensione della parola, possedeva un ricchissimo patrimonio.
Per le diverse vicende politiche svoltesi nel Regno delle due Sicilie, Termoli fu in quel tempo pi volte costretta ad ospitare alti funzionari di passaggio; e poich quel signorotto aveva bene approvvigionato il palazzo, la dispensa e la cantina, era sempre lui incaricato di ospitare personalit. Infatti l il generale P. Louis Courier si trattenne a lungo.
Di buon cuore il padrone di casa adempiva ai suoi doveri di ospitalit, tanto che per tali meriti in seguito fu dato il suo nome ad una strada del borgo vecchio.
Tanta era la sua idea fissa di accogliere i nuovi arrivati nella sua dimora, che quando nel 1820 si incominci a vociferare che sarebbe venuta la "Costituzione", scambiandola per un generale, esclam:

'A Custutuzione se v' a Termele pure a na casa mi' ada men'

 

back


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006