PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
Il vernacolo: le poesie


Velesse

di Carlo Cappella


Velesse merė' dint'a nu bbattelle
A mmizz'a mmäre quande cäle'u sole,
guardanne 'n bacce quella bbona stelle,
mentre l'onde me nazzeche e cunzole.

Scuetā nu sune doce, chiäne chiäne,
mentr'u battelle sciuvele lundäne!

Alloe sop'u märe me sentesse
Come se mamme 'n bracce me tenesse.

 

altre poesie


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006