PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
Il vernacolo: le poesie


"...NA RESATE BONA"

di Basso Del Casale 2004

...se na resate bone petesse pertè a Termele m'braccie
a chiudunque, senza rragione, ie' redesse m'baccie
a chille che mai ridene, peiasse a cacaiuzze
d'ammonde u' corze a bascie andò ste Luzze

senza tenè paure de fà nu turte
s'arefacce a quille cu musse sturte
senza tenè u penzire de fà despitte
s'aremmende, u chiù curiose, cà nu fatte o nu tavitte

Termele me vò resse accuntete
come na paranguele pettete
senza scanzè a nescione
manche i sceme, i vritte e i maciardone

...e se ce fusse annascoste a catteverie
vestote da persona serie
pure a ghesse, ia respennesse, ca na resete grosse
cusciè ce stasse zitte ca code a mizze i cosse.....

 

"...UNA BELLA RISATA "

...se una risata potesse abbracciare tutta Termoli
chiunque farei ridere anche senza un motivo
a quelli che non ridono mai li prenderei in giro
cominciando dall'inizio del corso fino a giù dov'è il tabacchi di Luzzi

senza aver paura di fare un torto
se imitassi una persona che ha il muso storto
senza avere il pensiero di fare un dispetto
se ricordassi la persona più curiosa con un fatto o con un detto

la mia Termoli vuole essere raccontata
come una storiella dipinta
senza escludere nessuno dei suoi paesani
pure lo scemo, lo sporcaccione e la persona che conta

...e se la cattiveria si fosse nascosta
dietro le sembianze di persona seria
anche ad essa risponderei con una grande risata
così starebbe in silenzio con la coda tra le gambe...

altre poesie


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006