PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
Itinerari

Monte Sant'Angelo

Monte Sant'Angelo è il comune più alto del Gargano con i suoi 850 m. d'altezza, e gode di un panorama fiabesco, con squarci dei golfi di Manfredonia e Mattinata e la valle Carbonara, i valloni di Monte Spigno e Monte Sacro, e i boschi della foresta Umbra.

Deve il suo nome all'Arcangelo Michele, che apparve in questa zona ed è proprio attorno al luogo delle apparizioni che cominciarono a vedersi i primi insediamenti abitativi che ben presto si allargarono e divennero una vera e propria città, voluta non dagli uomini ma dai misteriosi disegni divini.

La grotta chiesa di S. Michele fu creata nel V secolo dal vescovo di Siponto, Lorenzo Maiorano, che ricevette una visita in sogno dall'Arcangelo, venne saccheggiata dai saraceni nel 869 e fu riedificata da Ludovico II, e, oggi più di allora, è un'importante meta di pellegrinaggio per i fedeli di tutto il mondo.

All'interno del santuario si possono ammirare la statua di S. Michele, attribuita al Sansovino, l'altare della Madonna del Perpetuo Soccorso, una serie di bassorilievi e statue, e una nicchia dove si raccoglie l'acqua che sgorga dalla roccia e viene ritenuta miracolosa.

Tutta Monte Sant'Angelo è ricca di storia e monumenti come la Tomba di Rotari, che probabilmente era un battistero, risalente al XII secolo, o la chiesa di Santa Maria Maggiore, che può considerarsi una delle opere più belle in stile romanico.

Il Castello Normanno Svevo Aragonese, ospita storie e leggende fantastiche, ed è testimone dei vari cambiamenti politici e culturali che il paese ha subito nel corso dei secoli. Fu restaurato ed abbellito da Federico II che lo abitò con la contessa Bianca Lucia, madre di re Manfredi. Dopo gli aragonesi, il paese fu governato dalla famiglia genovese dei Grimaldi, che contribuirono all'affermazione del culto del santuario.

Molto caratteristico e particolare per la sua struttura è il quartiere medievale "Junno", che con le sue bianche case disposte a schiera, segue il dolce pendio del monte.

A Monte Sant'Angelo, di notevole importanza è il "Museo Tancredi di arti e tradizioni garganiche", dove sono custoditi pezzi d'antiquariato pregiatissimi e documenti antichissimi relativi all'origine delle varie tradizioni del Gargano.

Molto fiorente è l'artigianato, in particolar modo la lavorazione del ferro battuto.

 Feste e Sagre
18 marzo:
falò di S. Giuseppe e fiera del bestiame
8 maggio:
funzione religiosa in onore di S. Michele
agosto:
estate montanara
29 settembre:
festa di S. Michele
prima decade di novembre:
sagra della castagna

   Da Vedere
La grotta dell'Angelo

Il Campanile, adiacente l'ingresso del santuario

Chiesa di San Pietro

Tomba di Rotari

Il Castello

Rione Junno

Abbazia di Santa Maria di Pulsano, scavata nella roccia

Museo "G.Tancredi"



 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006