PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
La storia di Termoli

LE ORIGINI

a cura di Marcello Paradiso

Approfondimenti
Le antiche origini
Derivazione da Buca
Derivazione da Cliternia
Derivazioni etimologiche
L'individuazione di un preciso periodo storico cui far risalire il primo insediamento urbano nel territorio di Termoli non è cosa semplice.
La città oggi si presenta suddivisa in due zone ben distinte per caratteri architettonici: il Borgo Vecchio, che, edificato su un promontorio, si protende sul mare come la prua di una nave e la Città Nuova, che si eleva dal livello del mare poco meno di 30 metri.
Lo sviluppo urbanistico della città al di fuori delle mura del Borgo Antico risale al 1847, anno in cui Ferdinando II di Borbone, in occasione di una visita a Termoli, il cui territorio era parte del suo Regno, concesse agli abitanti il permesso di costruire 'extra moenia'.
Dal Dopoguerra la città ha subito un notevole sviluppo nell'entroterra ed oggi si estende su un vasto territorio; è servita da importanti infrastrutture di comunicazione quali la ferrovia, l'autostrada, il porto, nonché la strada statale Bifernina, principale asse di collegamento con l'entroterra molisano e con la fascia tirrenica.
Il Borgo Antico, lambito dalle acque dell'Adriatico, su cui si estende in direzione Nord, divide le due spiagge della città: S. Pietro a oriente e S. Antonio ad occidente, denominazione motivata dalla passata esistenza di due chiese, una dedicata al primo Papa e l'altra al popolare Santo francescano.
Le inequivocabili caratteristiche architettoniche della struttura muraria consentono di fissare l'epoca della sua costruzione, riconducibile al Basso Medio Evo. Infatti il Borgo, nell'attuale struttura, fu costruito sulle rovine di un antico villaggio di pescatori distrutto dal primo Sacco dei Turchi, avvenuto verso il 1567.
Nel Borgo si trova la struttura solenne dell'artistica Cattedrale, che tuttora rimane a testimonianza di un civile e religioso costume di cui i nostri Padri furono generosi artefici.
Non si esclude per Termoli l'ipotesi di antiche origini. Probabilmente essa deriva da una colonia greca costituitasi nei tempi remoti su questo lembo della costa adriatica o dall'antica gente che ebbe a popolare la Regione frentana, di cui gli scrittori classici hanno lasciato cenni eloquenti nelle loro opere ma non ci sono notizie storicamente provate né monumenti capaci di convalidare la tesi che l'odierna Termoli sia stata costruita su rovine o residui di antiche costruzioni.
Varie ipotesi sono state formulate dagli studiosi sulla questione delle origini di Termoli e circa l'etimologia del suo nome: derivazione da Buca, derivazione da Cliternia, derivazioni etimologiche.

back


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006