PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
La storia di Termoli

DERIVAZIONE DALLA CITTA' DI BUCA

a cura di Marcello Paradiso

La prima possibilità è che Termoli sia la continuazione dell'antica città denominata BUCA o BUBA, in base ad una lapide riportata da Gianbattista Pollidori e ad alcune designazioni di Strabone e Tolomeo che nelle loro geografie avevano situato questo centro abitato tra il fiume Tiferno (Biferno) e Istonio (odierna Vasto).
Strabone scrive: "Dopo l'Aterno vi é Ortona, porto dei Frentani e Buca, anch'essa dei Frentani, confinante con Teano Apulo", e ancora: "Dopo del lago (di Lesina) si naviga ai Frentani e a Buca: dall'una e dall'altra parte del lago, sia fino a Buca che fino al Gargano vi sono duecento stadi".
Lo storico Momsen nei suoi schizzi di Geografia antica pone la città di Buca nel sito dove oggi sorge Termoli. Data la fama dello storico tedesco l'ipotesi andrebbe accettata se non si opponessero delle osservazioni non prive di legittimo valore.
Innanzitutto si oppone l'attuale denominazione di Termoli la cui etimologia é ben lontana da quella di Buca e non sarebbe facile spiegare per quale motivo, nel caso di identità tra Buca e Termoli, la nuova città avrebbe sentito il bisogno di rinunziare all'antica e quindi onorifica denominazione per assumere l'attuale. Inoltre se la nostra città - come ben nota il Prof Luigi Ragni - fosse stata la continuatrice dell'antica Buca, data la remota età a cui risale la nostra Sede vescovile, tale sede per la prassi della Chiesa sempre rispettosa delle antiche tradizioni, sin dalle origini sarebbe stata denominata Dioecesis Bucana e non Dioecesis Thermulana o Thermularum.
Inoltre, ad un attento esame dei passi di Strabone in cui si fa cenno a Buca e alla sua posizione geografica, emerge una notevole imprecisione sia riguardo al sito sia riguardo alle distanze computate tra Buca e alcune località frentane e di territori contigui.
Infatti come nota il Raimondi nel suo volume sui Frentani, secondo il primo passo di Strabone, Buca situata sul litorale adriatico e considerata come ultima città dei Frentani, viene definita confinante con Teano Apulo, situata ai tempi dei Romani al di là del fiume Fortore, ove poi venne costruita Civitate. Data la distanza tra il sito dell'attuale Termoli e il fiume Fortore la contiguità tra Buca e Teano é da considerarsi con molta approssimazione. Né é privo di imprecisione l'altro passo di Strabone ove si afferma che "dall'una e dall'altra parte del lago, sia fino a Buca che fino al Gargano" vi sono 200 stadi, cioé circa 40 chilometri. Tale distanza, in verità, non si misura da Termoli al lago di Lesina. Meno controversa é l'osservazione di Tolomeo il quale colloca Buca sul litorale adriatico tra le foci del Tiferno e Istonio, ad una distanza da questi estremi che risponde al sito di Termoli. Oggi é opinione accreditata tra non pochi storici che Buca fosse situata a nord di Istonio e precisamente sulla lingua di terra sino al sec. XVI denominata "Sala Buca", oggi chiamata "Punta Penna". Secondo tale affermazione Buca é posta tra Istonio e Ortona e non a sud di Istonio come sarebbe venuta a trovarsi se fosse da identificarsi con Termoli.

Recentemente il Prof. Filippo di Donato, dell'Università di Pescara, avvalendosi di alcune fotografie aeree a raggi infrarossi scattate sul litorale a nord di Termoli, ha fatto una interessante comunicazione circa la possibile esistenza di una città sommersa per il fenomeno del bradisismo, nel sottosuolo della costa molisana a circa 4 - 6 Km. dalla nostra città. La notizia potrebbe far pensare all'antichissima città di BUCA. La questione di Buca quindi non é definitivamente risolta. Nulla impedisce che nel futuro per un progresso positivo delle indagini o per quelle sorprese che possono derivare da ulteriori ritrovamenti storici, ritorni all'attenzione degli studiosi la tesi della identificazione di Termoli con Buca e che venga così confermata la opinione dell'insigne storico Momsen.

back


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006