PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
Monumenti: la Cattedrale


SAN BASSO

Da tempo immemore Termoli venera S. Basso come suo Patrono: almeno dal XII secolo, come testimonia la statua sul portale della Cattedrale con l'iscrizione del devoto committente (foto 1 - particolare della facciata, statua di S.Basso). Dal XVI secolo in poi S. Basso è detto martire e Vescovo di Nizza, e patrono della Diocesi.
Il suo martirio, avvenuto nella città di Nizza, "presso il fiume Varo" in Provenza, risalirebbe al giorno 5 dicembre del 250, secondo il martirologio romano del 1583.

Le reliquie di S. Basso (foto 2 - reliquiario di S.Basso) ) sono giunte a Termoli in epoca incerta: probabilmente non prima dell'anno mille, quasi contestualmente all'istituzione della Diocesi. Certo invece è che il corpo fu presto occultato in un nascondiglio sotto la Cattedrale, luogo di cui si perse la memoria; solo nel 1761, durante alcuni lavori di ristrutturazione del presbiterio e della Cattedrale, il vescovo

Mons. Tomaso Giannelli rinvenne l'urna di marmo bianco contenente le reliquie del Santo (foto 3 - sarcofago).
Precedentemente era venerata solo la reliquia dell'avambraccio destro, contenuto in un mezzobusto d'argento, da tempo scomparso.

 

BIBLIOGRAFIA

M. PARADISO: La fede sullo scoglio, ed. EDIDUOMO, 1993 (documenti storici)

M. PARADISO, N. DI PIETRANTONIO: La Basilica Cattedrale di Termoli, ed. EDIDUOMO, 1999 (guida)

M. PARADISO: San Basso Patrono di Termoli, ed. EDIDUOMO, 2000 (guida)


FOTOGRAFIE

ANTONIO DE GREGORIO ph. - piazza cattedrale - Termoli

Descrizione La facciata San Basso San Timoteo

Torna ai monumenti


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006