PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
 
Associazioni non profit

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO "L'ARCA"

Associaziona L'ARCA:
SEDE LEGALE: Via Pianosa, 13
TEL.: 0875.704895
Presidente: Vincenzo NIRO
Vicepresidente: Marco PANNUNZIO
Segretario: Liberato RUSSO
Tesoriere: Matteo PRESUTTO

     L'idea di fondare il 18 febbraio 2003 (giorno della sua costituzione) un'Associazione di Volontariato, è partita dal desiderio di cercare sul nostro territorio un "luogo d'incontro" tra persone provenienti da esperienze diverse, ma che hanno inteso condividere una comune passione per le tematiche sociali.
Quest'Associazione, che non a caso abbiamo chiamato "L' A R C A", vuole essere proprio "un mezzo" per prendere coscienza dei problemi presenti intorno a noi, per conoscere meglio la realtà in cui viviamo, attraverso il dialogo, il confronto, la collaborazione reciproca, l'impegno duraturo, l'umiltà!
Il nostro impegno, la nostra "missione", sarà vissuta sempre come servizio verso quanti vivono, purtroppo, in situazioni di emarginazione, di disagio, di sofferenza.
In una società sempre più immersa nel relativo e nel superfluo, è urgente impegnarsi e dare il nostro personale contributo di riflessione, di tempo, di generosità.
La presenza di svariate "emergenze sociali" non può essere superata senza il personale e fattivo contributo di noi tutti!
Con questo mi riferisco sicuramente alle problematiche sociali di coloro che vivono in situazioni di vero disagio fisico e psicologico; ma anche a svariati problemi o situazioni di emergenza improvvisa che possono cambiare in un istante la nostra vita: si pensi alle calamità naturali come terremoti o alluvioni, che in questi ultimi mesi hanno lasciato un segno indelebile nella nostra piccola Regione!

Durante il terremoto del 31 Ottobre 2002, i Volontari della P.A. L'ARCA attraverso l'impegno e la solidarietà ed in collaborazione con la CARITAS diocesana, hannp trascorso molti giorni nelle zone colpite dal sisma e più precisamente nei comuni di S. Giuliano di Puglia, Colletorto, S. Croce di Magliano, Bonefro, Larino e Casacalenda.
I Volontari sono stati impiegati immediatamente tra le macerie della scuola crollata alla ricerca dei corpi martoriati di quei bimbi che oggi non ci sono più...un impegno che è continuato nei giorni successivi nelle tendopoli, tra la disperazione di centinaia di persone che ormai non avevano più nulla da perdere…
Pian piano la vita di interi paesi, con l'aiuto concreto di centinaia di Volontari tra cui quelli dell'A R C A, si è spostata nelle tendopoli dove la gente ha convissuto con il proprio dolore e la propria paura, cercando di superare momenti davvero traumatici. L'attività di Protezione Civile dei Volontari della P.A. L' A R C A è stata senza sosta: numerosi viaggi sono stati fatti da Termoli verso l'area del cratere sismico per portare nelle tendopoli cibo, medicinali, coperte e prodotti d'uso quotidiano...il tutto nel più assoluto silenzio e senza voler dimostrare nulla di eroico!

Non da meno la presenza attiva di numerosi Volontari durante l'alluvione del 25 Gennaio scorso che ha colpito e messo a dura prova numerosi paesi del Bassomolise e che ha visto la P.A. L'A R C A impegnata in prima linea per la risoluzione di tanti problemi delle famiglie vittime di quest'ennesima tragedia e delle stesse imprese artigiane, commerciali ed industriali ubicate nel Nucleo Industriale di Termoli.
Basti pensare che al solo Zuccherificio di Termoli, grazie alla tenacia dei Volontari dell'A R C A e ai potenti mezzi messi a disposizione dall'A.N.P.AS. Nazionale, sono stati aspirati cinquantamila metri cubi di acqua! Tutto questo ha consentito nel giro di qualche settimana la normale ripresa delle attività quotidiane dello stabilimento, permettendo agli operai il regolare ritorno al lavoro. Un aiuto concreto è stato portato anche allo stabilimento FIAT di Termoli dove è stato possibile liberare dal fango e dalle acque numerosi locali e capannoni e ridare l'energia elettrica in assenza della quale tutta la produzione era stata messa a rischio!

La nostra attenzione è rivolta poi alle persone anziane o in difficoltà, ai malati, agli emarginati, ai poveri, alle emergenze locali!!!
Il nostro servizio consiste nel dare concrete risposte alle situazioni di maggiore difficoltà.
In stretto rapporto di collaborazione con le altre forze di Volontariato, cerchiamo di dare contributi articolati e di inserimento in una rete di servizi valida e sempre più efficiente!
Uno sguardo attento al territorio basta per sentirsi urlare in faccia i problemi, le attese, le esigenze, qualche volta il dolore e la disperazione!!
Tutto questo deve indurci a scegliere da che parte stare!
Non a parole o ad intenzioni, ma con una scelta di vita personale!!
Se accettiamo di farci coinvolgere, il Volontariato è la strada obbligata.
Cominciamo allora col dire che il Volontariato non deve essere un gioco di emozioni, ma una tensione costante!!
Non deve essere un vestito, ma una pelle!!
Non è neppure un hobby! E', invece, un costume di vita; è condividere, stare insieme, amare chi è nel bisogno! Dentro questo scenario, noi Volontari dell' A R C A porteremo la nostra testimonianza offrendo una risposta di senso!!
La nostra "A R C A" della "SPERANZA", salpata definitivamente il 9 Aprile 2000, giorno dell'inaugurazione, oggi, non ha paura di navigare su mari agitati o tempestosi…
Se al suo interno ci saranno come oggi collaboratori umili, disponibili, pronti ad operare con entusiasmo e professionalità, si potrà giungere finalmente al "porto della speranza", della "giustizia", per costruire un mondo migliore dove tutti, anche i fratelli più sfortunati di noi, non si sentano più emarginati, abbandonati a se stessi, delusi a causa di quell'indifferenza che oggi spesso, troppo spesso, ci rende ciechi!!
L' "A R C A" della "SPERANZA" non è solo uno slogan, ma la carta di identità di un PROGETTO.
La "SPERANZA" vince le difficoltà, la "SPERANZA" che è caparbietà, che è impegno, che è metter tutto se stessi nella realizzazione di un "PROGETTO" di vita.
Per chi crede è la "SPERANZA" Cristiana, per tutti è la "SPERANZA" di realizzare un mondo migliore, contro ogni "speranza" con la "s" minuscola!!
Vi invitiamo, dunque, a salire a bordo di questa "grande imbarcazione", sicuri che il progetto iniziale di 30 persone, possa essere condiviso un giorno da tanti e tanti altri che hanno ancora voglia di amare, che credono di poter spendere i più bei momenti della propria vita per gli altri!!
Nel recente passato, noi Volontari della " P.A. L' A R C A", abbiamo operato, con volontà ed impegno, presso il Centro disabili - S. DAMIANO - di Termoli.
E' stata sicuramente un'esperienza che ci ha posto faccia a faccia con una realtà cruda e triste… ma è una realtà che ti spinge a dare tutto te stesso per gli altri, una realtà che colma l'animo di quella forza necessaria che ti fa correre sempre in prima linea!!
I nostri progetti sono tanti e non intendiamo fermarci qui; ma abbiamo urgente bisogno di altre forze, di altri Volontari.
Abbiamo bisogno di te che stai leggendo tutto questo, affinché anche tu possa contribuire a rendere possibile il nostro "PROGETTO", il tuo "PROGETTO"…

La nostra "missione" è una "missione" molto importate, delicata, carica di responsabilità; è un impegno, una promessa che nasce dal profondo del cuore.
Sin dall'inizio decidemmo di "intitolare" l'Associazione al sottocapo n/p PAOLO SARACINO, militare di Mesagne (BR), in servizio presso la Capitaneria di Porto di TERMOLI, un carissimo amico che ci ha lasciato fatalmente nell'Agosto del '99 per affrontare una "missione" importante, in un'altra vita…
A lui è dedicata questa nostra esperienza, carica di quei valori in cui lui stesso veramente credeva e che erano la luce del suo cammino.
Nel nome di PAOLO vogliamo camminare nella lealtà, nella giustizia, nella tolleranza, nel rispetto fraterno, proprio come avrebbe voluto lui…
Ai suoi genitori abbiamo chiesto di poter collaborare insieme, portando il nostro simbolo, le nostre idee, i nostri programmi e i valori in cui crediamo anche nella realtà della loro terra, in Puglia, perché, seppur divisi da chilometri di distanza, possiamo sentirci ogni giorno uniti dall'amore che noi tutti nutriamo per PAOLO; possiamo sentirci uniti da un disegno e da un progetto che non deve certamente avere confini ma deve poter divenire, con l'impegno di tutti, un'ancora di salvezza per i più deboli!

Liberato Russo

back


 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2011 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006