Automercato
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
SPORT

Sport
Cutrone sportivo 2017. Ovazione per il bomber del Milan: "Orgoglioso di essere molisano"
Scelta a sorpresa della Regione Molise che premia il calciatore 19enne del Milan, nato e cresciuto in Lombardia da papà di Campobasso. In mattinata Patrick Cutrone al Teatro Savoia era intervenuto davanti agli studenti delle scuole superiori. «Ogni estate venivo qui a stare coi parenti, sono molto affezionato a questa terra e torno sempre molto volentieri». Miglior donna l’atleta paralimpica Lorena Ziccardi.


Campobasso. Un po’ a sorpresa, la Regione Molise ha scelto di assegnare a Patrick Cutrone il premio di sportivo molisano dell’anno. L’Ercole Sannita va quindi a un ragazzo di sicuro talento e dall’avvenire luminoso se non perderà l’umiltà, ma non si può non far notare che Cutrone è molisano per metà, essendo nato e cresciuto in Lombardia da papà campobassano.

È una scelta destinata a far discutere quella del settore Sport della Regione Molise guidato dal consigliere delegato Carmelo Parpiglia, che per il quinto anno consecutivo ha organizzato nei dettagli il Gran Galà dello Sport molisano. Patrick Cutrone, 19 anni, attaccante del Milan che negli ultimi mesi ha esordito in serie A e in Europa League andando a segno in entrambe le competizioni, è un ragazzo dal volto pulito con un legame affettivo speciale con la terra d’origine.

«Fa molto piacere tornare a Campobasso, dove vengo spesso per vedere i miei zii. Sono molto legato a casa di mio zio vicino al Corso, dove giocavo a pallone da piccolo» ha detto il bomber rossonero, facendosi immortalare con la sciarpa del Milan Club Campobasso e pronunciando anche «cambuasc» in dialetto, facendo sorridere i tanti tifosi arrivati per acclamarlo. E davanti al pubblico composto da 400 studenti delle scuole superiori campobassane, Cutrone si è regalato un’ovazione dicendo: «Sono orgoglioso di essere molisano».

A margine della premiazione, Cutrone non si è negato ai microfoni, malgrado la batosta rimediata dal suo Milan ieri contro l’Hellas Verona. «I tifosi campobassani mi hanno accolto alla grande e il loro affetto mi fa piacere». Quindi ha spiegato che il suo numero di maglia, un originale 63, è proprio un omaggio a papà Pasquale. «Sì, è la sua data di nascita, a mio padre devo tutto». Quindi il pensiero alla Nazionale maggiore. «Sarebbe un sogno ma ora penso al Milan». Pasquale Cutrone non poteva mancare. «Per poco non indossai la maglia del Campobasso – ha confessato -. Patrick? Ho voluto trasmettergli l’umiltà che è una dote fondamentale».

Ospite d’eccezione anche il campione paralimpico, il lanciatore Michele Campoccio che ha rivelato la «passione per il karate che ho fatto per 20 anni per poi passare al pugilato e all’atletica. Dopo l’incidente che ho avuto nel 1991 non mi sono arresto e vado avanti grazie allo sport». La premiazione è giunta nel pomeriggio con tanto di presidente Frattura, di fede juventina, che ha indossato la maglia del Milan sul palco del Teatro Savoia, dopo che erano stati consegnati i riconoscimenti ai migliori atleti di ogni disciplina, così come indicato dalle singole federazioni sportive.


Questi i premiati: Aurelio Greco (Federazione motociclistica italiana), Francesco Petrella (Federazione italiana Tennistavolo), Laura De Girolamo (Federazione italiana turismo equestre), Davide Tizzani (Federazione italiana atletica leggera), Giovanna Cece (Federazione italiana rugby), Tiziano Muchetti (Federazione italiana bocce), Francesco Terzano (Federazione scacchistica italiana), Mario Mauro (Federazione italiana badminton), Simone Fusillo (Federazione italiana Wushu – Kung fu), Martina De Lucrezia (Federazione italiana tennis), Giulia Ricci (Federazione ginnastica d’Italia), Mariachiara Saporito/Enzo Forna (Federazione italiana danza sportiva), Emilio Mastromatteo (Federazione italiana tiro), Antonio Sassano (Federazione italiana sport invernali), Pompeo Barbieri (Comitato paralimpico italiano), Giuseppe Testa (automobile club d’Italia), Carmine D’Uva (premio alla memoria Federazione italiana biliardo sportivo), Camilla Augelli (Federazione italiana scherma), Emanuele Di Ielsi (Federazione italiana pallavolo), Maria Pia Manes (Federazione italiana triathlon), Enrico Sciulli (Federazione italiana sport equestri), Giuseppe Sabetta (Federazione italiana pallacanestro), Domenico Costantino (Federazione italiana vela), Domenicantonio Casolino (Federazione italiana nuoto).

Infine premi speciali a Donato Mastrangelo (miglior atleta juniores), Lorena Ziccardi (miglior atleta donna), Gionni Matticoli ed Enrico Sabetta (migliori arbitri) e Patrick Cutrone sportivo dell’anno.

(Pubblicato il 18/12/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Leo Antonacci
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006