PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Tigre Amico
 
SPORT

Sport
Stipendi non pagati ai calciatori, stangata sui Lupi: 4 punti in meno e multa da 1600 euro
Il Campobasso calcio è stato condannato dalla Sezione disciplinare del Tribunale federale nazionale della Figc per le vertenze non saldate con alcuni ex giocatori: decisi quattro punti in meno in classifica. Una mazzata imprevista arrivata 24 ore dopo il pari con la Jesina che aveva ridato fiducia all’ambiente: i rossoblù scivolano ora nelle zone pericolose della classifica. Ma la società non si arrende e presenterà ricorso per rendere meno pesante la penalizzazione. Paga dazio pure l’ex patron Giulio Perrucci, squalificato per 10 mesi.


Il pareggio a Jesi aveva ridato un po’ di fiducia ai rossoblù. Invece, 24 ore dopo la partita contro i marchigiani, è arrivata l’inaspettata mazzata per la società del Campobasso calcio guidata da Marco De Lucia e Danilo Leone (foto in home). Questa mattina, 18 dicembre, la sentenza della Sezione disciplinare del Tribunale federale nazionale della Figc: il club è stato condannato dal giudice e penalizzato: avrà quattro punti in meno nella classifica del girone F del campionato di serie D.

La società inoltre ha ricevuto una multa di 1600 euro per alcune vecchie pendenze riguardanti calciatori delle passate gestioni. Paga ’dazio’ l’ex presidente rossoblu Giulio Perrucci (foto in pagina), colui l’anno scorso era al timone della società assieme ad Aniello Aliberti. L’imprenditore campobassano è stato squalificato per 10 mesi proprio per le vertenze non pagate o pagate con ritardo. In totale 63mila euro, di cui 23mila euro da versare all’ex tecnico Roberto Cappellacci e 12mila all’ex centrocampista Giuseppe Todino.

Una tegola che non ci voleva per i rossoblu che scendono così in classifica ed ora sono a quota 21 punti, a 7 dalla zona play-off e a soli 3 punti da quella play-out, la zona ’calda’ della graduatoria, quella che vuol dire zona retrocessione. La stangata dunque scombussola non poco i piani del club del presidente Marco De Lucia che ha fissato come obiettivo minimo per il Campobasso il raggiungimento dei playoff, dopo che è sfumato il primato in classifica, saldamente detenuto dal Matelica. La società ha deciso di presentare ricorso per ridurre a uno, al massimo due punti la penalizzazione.
Qualche ora dopo la condanna del Campobasso, lo sfogo del co-presidente Danilo Leone: «Abbiamo ereditato 300mila euro di debiti, tutti sanati.
Carrozzeria Meale
Abbiamo costruito due squadre per lottare ai vertici e ci riusciremo.I punti di penalizzazione erano nove e siamo stati bravi a scendere a 4. Ora ci affideremo ai nostri avvocati per fare ricorso e scendere almeno a 1-2 punti.E’ certo che su tali provvedimenti non ha colpa l’attuale proprietà, in quanto ad essere prese in considerazione sono pratiche relative alla stagione 2016/17». Poi la puntura di spillo contro l’ex patron rossoblù: «Ringrazio l’amico Giulio Perrucci per ciò che sta facendo per noi. L’unico che ci sta dando una mano a Campobasso. Riusciremo anche in questa altra impresa, i DL non mollano».

(Pubblicato il 18/12/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006