Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
SPORT

Sport
Musacchio e Cutrone: è un Milan di paisà. Antenucci guida la carica dei molisani in serie A
I rossoneri stanno per ufficializzare l’ingaggio dell’argentino originario di Portocannone Mateo Musacchio e proprio domenica scorsa hanno fatto debuttare nella massima serie calcistica italiana il 19enne Patrick Cutrone, il cui padre è campobassano. L’anno prossimo, calciomercato permettendo, il bomber di Roccavivara Mirco Antenucci tornerà ad affacciarsi in serie A con la sua Spal neopromossa guidando una sfilza di calciatori con origini nostrane: da Vecino ad Aquilani fino al possibile rientro di Giuseppe Rossi.


di Stefano Di Leonardo

In due giorni il Milan dei cinesi si è trasformato nel Milan dei molisani. Una forzatura, sia chiaro, ma nelle ultime ore dei rossoneri ci sono ben due personaggi che devono le proprie origini alla nostra regione. Uno è Mateo Musacchio (foto in home page), argentino di Rosario con bisnonni di Portocannone. Sarà verosimilmente lui il primo acquisto del Diavolo post-era Berlusconi. L’altro è Patrick Cutrone e al grande pubblico dice ancora poco. Si tratta di un 19enne della Primavera rossonera che domenica scorsa ha debuttato in serie A.

Patrick, classe 1998, ha segnato una caterva di gol nelle giovanili del Diavolo e due giorni fa per lui è arrivata la grande gioia del debutto durante Milan-Bologna terminata 3-0. Il papà Pasquale è di Campobasso e giocò coi Lupi negli anni Ottanta prima di trasferirsi a Como. Improbabile che Patrick resti ancora a Milanello l’anno prossimo, più facile che vada a farsi le ossa in giro per la Penisola, magari in serie B.

Musacchio è invece una delle colonne su cui il Milan del nuovo proprietario Han Li proverà a tornare grande dopo il finale grigio della plurivittoriosa presidenza Berlusconi. I fasti di un tempo sono lontani, ma il Diavolo intende realizzare una faraonica campagna acquisti per riprendere il proprio posto al vertice e Musacchio arriva proprio per questo motivo. Ventisette anni da compiere ad agosto, il difensore del Villareal, che ieri ha svolto le visite mediche col Milan, torna nella terra dei suo avi. I bisnonni si trasferirono a Rosario da Portocannone oltre un secolo fa e non è da escludere che Mateo approfitti del suo approdo in Italia per andare a cercare le sue origini in Molise fra qualche tempo.

Per il Molise la prossima stagione di serie A potrebbe essere particolarmente ricca di conterranei, veri o originari che siano. Il primo della lista non può che essere Mirco Antenucci (foto sopra). Il 32enne bomber di Roccavivara potrebbe tornare a calcare i campi della massima serie, dopo la breve esperienza di sette anni fa a Catania. Reduce da una brillante esperienza inglese col Leeds, quest’anno Antenucci ha trascinato la Spal, squadra di Ferrara, a vincere la serie B e tornare in A dopo ben 49 anni. Per lui 18 gol e titolo di miglior marcatore della formazione emiliana. Ora tutto dipenderà dal calciomercato: sarà la volta buona per l’ex punta di Torino e Ascoli o anche stavolta dovrà restare in B dove ha sempre fatto benissimo? I molisani tifano per lui.


E poi ci sono i molisani d’origine. Un altro straniero con avi della nostra terra è quel Matias Vecino che tanto bene ha fatto con la Fiorentina. Il 26enne uruguaiano con nonni di Torella del Sannio è forse il più in vista dei molisani di sangue in A. C’è poi il caso mai confermato di Maxi Lopez, centravanti del Torino ex Barcellona e Milan che dovrebbe - almeno lui disse così - avere dei lontani antenati a Lupara.

Accertata invece la provenienza molisana, con precisione di Filignano, della madre di Alberto Aquilani, centrocampista in forza al Sassuolo con un curriculum di tutto rispetto fra Roma, Milan e Juventus. Ma il "mezzo molisano" più noto di tutti resta Giuseppe Rossi, mamma di Acquaviva d’Isernia e natali nel New Jersey. L’attaccante più sfortunato del calcio mondiale, che a 30 anni ha già subito quattro operazioni di ricostruzione dei legamenti crociati del ginocchio, mira a tornare in campo per il 2018. Dopo aver lasciato la Fiorentina e aver disputato l’ultimo anno e mezzo in Spagna, Pepito potrebbe ricominciare nuovamente dall’Italia.

(Pubblicato il 23/05/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006