PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
SPORT

Sport
Calciatore con sala scommesse, non si può fare: la società condannata per il caso Fusaro
Il club ha chiesto e ottenuto un’ammenda riconoscendo la propria responsabilità oggettiva riguardo alla vicenda di Danilo Fusaro. Primonumero.it aveva rivelato che l’ex calciatore rossoblù gestiva un’agenzia di scommesse sportive, in violazione del Codice di Giustizia sportiva, pur essendo tesserato con i Lupi. La società dovrà pagare 2mila euro, mentre il difensore 31enne è stato deferito e rischia una squalifica. Tuttavia aveva già manifestato l’intenzione di smettere di giocare.


Idea Arredo
Campobasso. Il Campobasso calcio dovrà pagare un’ammenda di 2mila euro alla Federazione italiana gioco calcio, avendo chiesto e ottenuto il patteggiamento per la propria responsabilità oggettiva in relazione alla vicenda di Danilo Fusaro, ex calciatore rossoblù e gestore di unasala scommesse nel capoluogo nell’ultimo periodo di permanenza nel club. Un’evidente violazione del Codice di Giustizia sportiva, come riconosciuto dallo stesso dispositivo pubblicato dalla Figc il 20 luglio scorso. Per l’ormai ex giocatore invece è arrivato il deferimento, in attesa della sentenza.

Confermato quindi quanto scritto da primonumero.it nel marzo scorso. Il “doppio gioco” di Fusaro è vietato dalle normative previste dalla Figc, dato che a qualunque tesserato non è permesso effettuare, accettare o promuovere scommesse. La società del Città di Campobasso tuttavia non stette a guardare e nel febbraio scorso, diversi mesi dopo l’apertura della sala di via Garibaldi, ma soprattutto dopo l’avvio delle indagini di polizia, presentò alla Procura Federale un esposto. Lo stesso presidente Giulio Perrucci, pur rifiutandosi di rilasciare dichiarazioni a primonumero.it, ha fatto sapere di aver agito appena avuto notizia del “conflitto” in cui si era cacciato Fusaro, contattando la Procura Federale.

La sospensione del calciatore dal club avvenne nell’inverno scorso, tuttavia per diversi mesi il difensore 31enne ha ricoperto questo doppio ruolo, persino pubblicizzato sui giornali. Attualmente Fusaro è senza squadra e difficilmente tornerà a giocare, poiché lui stesso aveva manifestato l’intenzione di smettere di fare il calciatore.
Carrozzeria Meale
Pochi giorni fa il primo verdetto. È stata la stessa società a chiedere di avere un’ammenda riguardo alla violazione della norma che prevede la responsabilità oggettiva del club. La Procura Federale ha accettato e le parti si sono accordati per una cifra di 2mila euro.

Per la società rossoblù la vicenda può dirsi virtualmente chiusa, ma per l’ex calciatore no. Il giocatore ha avuto un deferimento, una sorta di rinvio a giudizio della giustizia sportiva. La sentenza è attesa dopo la chiusura degli uffici di via Allegri, a Roma, per le ferie estive. Il 31enne ex difensore del Termoli rischia anche una pesante squalifica che però avrebbe effetti minimi visto che la sua carriera sembrerebbe essere già terminata.

(Pubblicato il 02/08/2016)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006