PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Guarda il video e la galleria fotografica
Cerimonia "fuori" dal porto, in Comune Faè lascia il comando. Massaro capo della Capitaneria
Nela sala consiliare del Municipio di Termoli, giovedì 14 giugno, si è svolta la cerimonia del passaggio del comando della Capitaneria di Porto della città adriatica molisana. A causa del maltempo, l’evento non si svolto al porto ma è stato ugualmente ricco di emozioni: quelle del comandante Sirio Farè che lascia la città per tornare a lavorare a Roma e quello di Francesco Massaro, nuovo al comando in città dove è arrivato lunedì per conoscere la realtà. Presenti le autorità politiche e militari, oltre che civili.


di Elena Berchicci

Termoli. Non sarà stato nella loro casa, il porto. Ma di certo anche la Sala Consiliare del Comune di Termoli ha saputo dare la giusta e adeguata accoglienza, come anche l’arrivederci ai comandanti della Capitaneria di Porto della città adriatica. Perchè il maltempo e soprattutto la pioggia avranno anche cambiato i piani, costringendo i militari di bianco vestiti a dover spostare la cerimonia del passaggio di consegne in Municipio, al chiuso e lontano dal mare, ma di certo non ha per nulla scalfito l’emozione e l’ufficialità del momento.

Da una parte il viso commosso e quasi rotto dall’emozione di Sirio Faè, il comandante ligure a capo della Capitaneria termolese per 18 mesi. Era il 26 agosto del 2016 quando il 45 enne prendeva in carico il comando dalle mani del suo predecessore Antonio Nasti; era un giorno di sole, di caldo di quasi fine estate e davanti c’era un lungo periodo di lavoro in una nuova città. Ora, due anni dopo è proprio lui a passare il testimone con la cerimonia ufficiale che si è svolta eccezionalmente nella sala consiliare leggermente modificata per accogliere il tappeto rosso e i militari schierati con il picchetto d’onore giovedì 14 giugno.

«Due anni di intenso lavoro passati molto in fretta - ha ribadito nel suo discorso di commiato Sirio Faè al microfono davanti alla ricca platea di sindaci, vicesindaci, autorità militari, civili e religiose - Termoli è e sarà parte della mia carriera e anche della mia vita, ho apprezzato la città e il territorio, come anche la comunità sana. Ho riscoperto una dimensione quasi familiare. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato con me - ha aggiunto - i ragazzi che lascio sono all’altezza del lavoro svolto e di quello che verrà. Grazie alle istituzioni e alle altre forze dell’ordine per il dialogo con cui abbiamo potuto lavorare per il bene della città e della comunità, grazie anche alle scuole con cui abbiamo intrapreso una ottima collaborazione. E grazie - infine, ma particolarmente importante - a mia moglie Rosaria, la distanza geografica non ci ha aiutato, ma ha compreso e condiviso il sacrificio. Al nuovo comandante Francesco Massaro invece - ha affermato - buon lavoro, ti consegno buoni professionisti che ti apprezzeranno».

Un’emozione leggera ma ben visibile e comprensibile anche nel volto del nuovo comandante della Capitaneria, il 46enne Francesco Massaro, nato a Gaeta, arrivato in città dopo essere stato comandante in seconda a Torre del Greco.
Nei primi giorni in caserma al porto ha potuto conoscere la realtà coadiuvato e affiancato da Faè. «Ho avuto modo di valutare la situazione con un punto generale, ripartiremo da qui dando un grosso impulso alla situazione portuale e ai servizi della imminente stagione balneare», ha affermato il neo comandante nel suo primo discorso al comando.

Davanti al comandante della direzione marittima Donato De Carolis, i due comandanti hanno svolto la cerimonia ufficiale, quella con il passaggio di consegne e le spade. Da oggi il comando passa a Francesco Massaro
Il saluto è arrivato anche dal sindaco Angelo Sbrocca che ha ringraziato per il lavoro svolto il comandante Faè a cui ha donato un piatto con il disegno della città di Termoli e una pittura di Fredy Luciani. A nome della regione anche il presidente neo eletto Donato Toma, che si è detto pronto a collaborare e a lavorare con la Capitaneria di Porto per il bene dell’intero territorio.

«Sono contento perchè torno a Roma - ha concluso Faè - dove c’è mia moglie, vado via con nostalgia, ma tornerò a Termoli per salutare colleghi e città, torno da turista. Termoli mi resta nel cuore».

Le immagini nella galleria fotografica

(Pubblicato il 14/06/2018)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006