PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Chiuse le indagini si va verso richiesta di rinvio a giudizio
Molestato dal vicino di casa, polizia stringe il cerchio su presunto pedofilo
Un 50enne domiciliato a Campobasso era stato denunciato dal tutore di un bambino di 10 anni che durante l’estate di 4 anni fa subì attenzioni morbose e richieste sessuali da parte dell’indagato. Ora l’inchiesta è chiusa e la Procura è pronta a chiedere l’eventuale processo per l’uomo accusato di violenza sessuale su minori. Intanto chi lo conosce lo fotografa in compagnia di altri bambini e pretende “attenzione”.


Campobasso. Poco più di 50 anni, precedenti in materia di pedofilia, segni particolari: una presunta e insana passione per i bambini. Su di lui ancora un’inchiesta di polizia giudiziaria, giunta adesso a conclusione e che apre la strada ad un’istanza di rinvio a giudizio da parte della Procura. Le imputazioni sono contenute negli articoli 609 bis e 609 ter: violenza sessuale su minori.

I fatti contestati - e denunciati dalla tutrice di un minore che all’epoca aveva circa 10 anni - risalgono all’estate 2014.
Il piccolo, in quel frangente affidato ad un tutore legale, aveva confessato le ‘strane’ attenzioni di quell’uomo nei suoi confronti.
Il bambino era solito trascorrere del tempo con lui. Vicino di casa, l’uomo era un volto conosciuto in famiglia, prima ancora che il tribunale intervenisse a tutela del piccolo affidandolo ad un tutore.

Anche quel giorno, quando l’indagato lo invitò a casa, il bambino lo seguì proprio perché conoscendolo si fidava. Ma una volta nell’abitazione anche il minore avrebbe iniziato ad irritarsi per proposte che “non capiva” e per quegli atteggiamenti che - ha in seguito raccontato - nulla avrebbero a che fare con l’attenzione normale che un adulto potrebbe riservare ai più piccoli se lasciati momentaneamente incustoditi dalla famiglia. Al rifiuto del bambino rispetto ad alcune richieste ci sarebbe anche stata una colluttazione tra i due durante la quale il minore avrebbe minacciato di raccontare tutto alla mamma riuscendo così a distrarre il 50enne e a guadagnare la fuga.
Soltanto dopo alcuni giorni il piccolo sarebbe riuscito ad aprirsi e a confessare. Quindi la denuncia e le indagini.

Nel frattempo chi conosce il 50enne, e sa dei suoi trascorsi, è stato in allerta. Consapevole di un passato non proprio limpido, o conscio degli atteggiamenti che questi sarebbe solito tenere con i minori (troppo confidenziali e a tratti ritenuti persino innaturali), lo ha fotografato.
E lo ha fatto da lontano, per paura. E per chissà cos’altro ha preferito non denunciare alle istituzioni ma farlo per interposta persona. In una delle immagini – scattata circa un mese fa – si vede l’uomo che passeggia con una bambina. Potrebbe significare tutto e niente ma visto il tipo di inchiesta a suo carico, da poco conclusa, forse qualcuno dovrebbe intervenire rapidamente per fare chiarezza.


Forse si tratta di una bimba a lui affidata momentaneamente da un’altra famiglia che del 50enne si fida e sul quale non nutre dubbi né sospetti di alcun genere. A maggior ragione è urgente che la giustizia in questo senso faccia presto a stabilire, capire e verificare se quest’uomo che avrebbe anche precedenti in materia sia pericoloso o meno per i bambini.

Sembra che l’uomo riesca facilmente ad introdursi laddove già c’è un tessuto familiare complesso. Con rapidità riuscirebbe a guadagnarsi la fiducia di genitori e nonni e si accompagnerebbe spesso quindi a bambini o poco meno che adolescenti.

E’ domiciliato a Campobasso ma non risulta residente in città. Anche se in città lo conoscono in tanti e in tanti sono pronti a dire – così come hanno fatto fotografandolo – che andrebbe ‘seguito’ e ‘attenzionato’.
Finora per i fatti rispetto ai quali è stato indagato, non essendoci la flagranza di reato, non è stato possibile arrestarlo, ma c’è una denuncia e un avviso di conclusione indagini. Incubi in fotocopia di cui avrebbe già risposto in passato.

(Pubblicato il 21/05/2018)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006