PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
La denuncia del consigliere Simone Cretella
Eternit a San Giovanni in Golfo: la bonifica non c’è stata. "Ora il sito è più pericoloso di prima"
Nel 2016 l’Arpa aveva diffidato i proprietari dei vecchi capannoni per l’allevamento degli animali a ripulire l’area dai frammenti di amianto e a mettere in sicurezza l’area. "Ma la bonifica non c’è stata e ora il rischio è ancora più elevato perché il materiale si è disintegrato" spiega il consigliere Cretella dopo un sopralluogo in contrada San Giovanni in Golfo. Intanto in Comune sta per approdare "l’ennesima interpellanza" sull’argomento: "E ora il sindaco dovrà rispondere per quale motivo il dirigente del settore ha negato l’esistenza del problema e la presenza di amianto presso il sito, nonostante l’amministrazione ne fosse perfettamente a conoscenza da almeno dieci anni".


Eattico - Pesce di Strada
Campobasso. C’è un terreno in contrada San Giovanni in Golfo pieno di eternit. Una vasta area è disseminata delle sue fibre pericolosissime per la salute. Intere porzioni di copertura dei capannoni, un tempo utilizzati per allevamenti di animali, sono volate a terra disintegrandosi, mentre parti di pannelli si sono distrutte sotto le ruote di auto e mezzi agricoli.
«Il tutto a pochissimi metri dalla tangenziale est, dalle abitazioni, ma soprattutto a breve distanza dalla zona nord della città, dove peraltro insistono strutture sensibili come la casa dello studente (sede di scuola elementare), distante solo qualche centinaio di metri in linea d’aria dal sito».
A lanciare l’allarme è il consigliere comunale Simone Cretella il quale, dal blog del Movimento 5 Stelle, ha raccontato l’esito del suo sopralluogo nella contrada a due passi dalla collina di San Giovannello.


Della questione il Comune di Campobasso è ben informato, come pure l’Agenzia per la protezione ambientale, la ex Forestale e anche l’Azienda sanitaria del Molise «oltre, naturalmente, ai proprietari degli immobili» sottolinea Cretella.
La prima indagine sul sito inquinato, infatti, risale al 2005. Poi ne è stata fatta un’altra nel 2014 che sebbene confermasse la presenza del materiale pericoloso «attestava un rischio in misura ridotta per la salute in quanto i pannelli si presentavano compatti, non disponendone quindi la rimozione totale ma solo un intervento di bonifica tramite l’incapsulamento dei materiali, come da disposizioni ministeriali».

La stessa relazione tecnica (prot. 6736 dell’8/09/2014 di Arpa Molise) diffidava la proprietà «a sostituire i pannelli lesionati e spezzati, nonché a rimuovere, per mezzo di ditta specializzata, quelli presenti a terra presso il sito, unitamente a tutti i frammenti di lastre rinvenuti a terra».
Due anni più tardi sono stati rimossi 850 chili di eternit «mentre la messa in sicurezza di tutte le restanti lastre (così come aveva detto l’Arpa, ndr) non è mai stata attuata, tant’è che la situazione odierna risulta quantomeno drammatica, a dimostrazione che quel rischio ritenuto “in misura ridotta” date lo stato “compatto” del materiale è stato, molto probabilmente, sottostimato».
Carrozzeria Meale

Per questa ragione Cretella è tornato sul sito documentando lo stato disastroso in cui versa l’area che andrebbe messa in sicurezza così da non esporre al rischio i cittadini.
«L’argomento – conclude il consigliere - tornerà nuovamente all’attenzione del prossimo consiglio comunale con un’ennesima interpellanza del Movimento 5 Stelle alla quale il sindaco dovrà rispondere per quale motivo il dirigente del settore ha negato l’esistenza del problema e la presenza di amianto presso il sito, nonostante l’amministrazione ne fosse perfettamente a conoscenza da almeno dieci anni».

(Pubblicato il 21/01/2018)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006