PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Brico io
 
Politica
Tartaglione: “Io candidata alla Camera? Se mi sarà offerta sono pronta. Decide Berlusconi”
La coordinatrice di Forza Italia e del tavolo del centrodestra non nasconde la possibilità di tentare la scalata al Parlamento e si affida alla scelta dell’ex premier. Poi sulle Regionali: «Enzo Di Giacomo aspirante Governatore? Il nostro candidato ancora non c’è. Non penso però che ci sia qualcun altro che possa mettere insieme tante teste che fino ad oggi hanno litigato».


di Antonello Barone

Annaelsa Tartaglione intervistata a Tutti Candidati gioca con equilibrio il suo ruolo di mediatrice delle diverse anime del centrodestra, in vista del doppio appuntamento elettorale, ma si dice pronta a scendere in campo per la sua squadra se da Roma dovesse arrivare la candidatura. Una delle protagonisti più giovani dell’agone politico regionale conferma come il suo incarico sia stato il frutto della passione politica: “Nessuna conquista, frutto della militanza, di essere stata sempre dalla stessa parte, di non aver mai tradito la mia bandiera e di essere rimasta affianco a Berlusconi anche nei momenti più bui. È un premio di fedeltà”. Un premio certo, ma con un compito arduo da affrontare: “Il mio compito? Non solo mettere insieme Iorio e Patriciello, ma mettere insieme una colazione unitaria, dove deve prevalere il buon senso invece dei personalismi”.

E proprio sul presidente Iorio che insiste sul voler ottenere la candidatura a governatore è laconica: “Tutto è rimesso al tavolo nazionale”. Come del resto tutto lo schema delle candidature per le politiche: “Prima dei nomi a Roma si sta parlando della ripartizione dei collegi che saranno assegnati alle quattro forze politiche che compongono la coalizione”. Dichiarazione che spegne le speranze di Michele Marone che aveva anticipato proprio a Tutti Candidati come Energie per l’Italia potesse essere il quinto partito della coalizione: “Si sta ragionando, Parisi se vuole può entrare nella quarta gamba”.
Su mancato election day e sulla riflessione che lo slittamento del voto in Molise possa consentire a Patriciellodi giocare un doppio ruolo, a destra alle politiche e a sinistra alle regionali non si scompone: “Mi auguro che l’onorevole Patriciello dia una grande mano sia a livello regionale, che a livello nazionale”.

Inaspettata invece la risposta sulla proposta che i candidati governatori siano liberi dai rischi della legge Severino: “La proposta delle Venittelli mi sembra proprio una proposta giusta. Penso che debba essere affidato a un governo la stabilità e avere una persona libera da ogni pendenza è il primo segnale”. E sulla evidente differenza di giudizio rispetto allo status di incandidabile di Berlusconi, che utilizza il suo nome nel logo di Forza Italia, serena ribatte: “Il presidente Berlusconi è il presidente di Forza Italia, non vedo il perché non debba esserci il suo nome nel suo simbolo”.

SullaGrande coalizione nata in Germania appare certa che in Italia non serva: “Abbiamo un centro destra che sta rinascendo. Lo fa a livello nazionale e lo deve fare anche a livello regionale. Un centrodestra aperto anche ai centristi”. Sul candidato governatore Enzo di Di Giacomo poi gioca di freno e acceleratore: “Il nostro candidato governatore ancora non c’è. Abbiamo dato la nostra disponibilità a chi oggi riesca a mettere insieme tutta la colazione. Oggi Di Giacomo è riuscito a mettere insieme più sigle, più persone che vengono dalla società civile e anche pezzettini che si erano allontanati dalla politica e dal centro moderato e che si erano spostate in altri ovili. Non penso che ci sia qualcun altro che possa mettere insieme tante teste che fino ad oggi hanno litigato”.

Sul tema immigrazione e sulla frase choc di Trump commenta: “A volte bisogna essere un po’ più moderati nei termini. Anche l’Italia sta avendo degli sbarchi che non riesce a controllare. L’unico governo che lo ha fatto è stato quello di Berlusconi.
L’immigrazione va fermata, ma non devono essere offesi i paesi da cui si emigra.”

Da giovane donna esprime il suo giudizio anche sul caso internazionale delle molestie alle donne: “Concordo con Catherine Deneuve e con il presidente Berlusconi. Gli uomini se uno vuole li può tenere a bada. E le donne possono fare la voce grossa quando qualcuno prova ad importunarle”. E sul valore della donna in politica dice: “Concordo con la consigliera Manzo, il genere non è un valore, anche se devo ammettere che essere donna in politica significa partire con dieci punti in meno e non con qualche punto in più, a differenza di quando qualcuno pensa. Una donna per dimostrare il suo valore deve lavorare il doppio di un uomo. E questo purtroppo è una miopia che spesso si trova nel mondo politico”. Sul caso delle colazioni fra De Benedetti e Renzi e sul parallelismo con le cene eleganti di Berlusconi ragiona così: “Alle cene eleganti non ho mai creduto e sulle colazioni segrete vedremo cosa uscirà; anche se credo che molte volte siano solo delle ricostruzioni giornalistiche.”

Sui programmi per la Regione riflette: “Il Molise deve ‘risvilupparsi’, perché abbiamo avuto una involuzione, invece che una evoluzione. Le piccole medie imprese è come se non esistessero più, l’agricoltura è l’unico grimaldello che abbiamo e comunque non parte come dovrebbe. Le industrie se ne sono tutte andate. Tutta colpa di Frattura? Chi governa sbaglia. Anche noi abbiamo fatto degli errori. Però questo governo non ha migliorato, ma ha peggiorato la situazione.”

Infine sulla sua probabile candidatura afferma: “Io sono impegnata a presentare al presidente Berlusconi una griglia di proposte. L’ultima parola spetterà solo a lui. Se mi sarà offerta una candidatura io sono pronta a giocare per la mia squadra”.

(Pubblicato il 13/01/2018)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Caffettilandia - Termoli
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006