PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Brico io
 
Politica
Corsa contro il tempo per la Tangenziale nord: ok al progetto, ma i cantieri apriranno in estate
Questa mattina, 12 gennaio, il Consiglio comunale ha approvato la delibera per la realizzazione dell’importante opera infrastrutturale, ma non è passata l’immediata eseguibilità dell’opera a causa dell’assenza di alcuni esponenti di maggioranza: Massarella e Libertucci del Pd, il presidente della commissione Urbanistica Bucci e i dissidenti Ambrosio e Madonna. In questo modo, l’opera rischia di restare incompiuta: entro il 31 dicembre 2018, bisognerà procedere con la consegna e la rendicontazione dei lavori alla Regione che ha erogato i 18 milioni di finanziamento ricavato dal Fondo sviluppo e coesione 2007/2013.


Campobasso. I cantieri sarebbero dovuti partire due anni fa. Burocrazia e ricorsi ai tribunali amministrativi hanno stoppato il completamento della Tangenziale di Campobasso. Manca l’ultimo pezzetto, la parte Nord, per finire l’opera che sarà come il raccordo romano, un anello che consentirà di passare da una parte all’altra della città senza transitare per il centro.

Il progetto del collegamento, finanziato nel 2015 dalla Regione con i 18 milioni del Fondo sviluppo e coesione 2007/2013, è stato approvato questa mattina – 12 gennaio – dal Consiglio comunale. Alla delibera ‘Completamento, adeguamento, potenziamento Tangenziale Nord’ oltre alla maggioranza, hanno votato a favore anche due esponenti della Coalizione civica, Francesco Pilone e Carla Fasolino. Contrario l’ex sindaco Gino Di Bartolomeo, mentre si sono astenuti i rappresentanti del Movimento 5 Stelle.

Tutto è filato liscio? Non proprio. L’ok alla delibera non vuol dire che da domani si metteranno in moto ruspe ed escavatori. Tutto perché, ad esempio, nel corso dell’assise civica non è stata votata l’immediata eseguibilità dell’opera. Mancavano i numeri: almeno cinque consiglieri di maggioranza erano assenti. Parliamo di due esponenti del Partito democratico Massarella (presidente della commissione Lavori pubblici) e Libertucci, del presidente della commissione Urbanistica Lello Bucci, che dei dissidenti Ambrosio e Madonna. Due assenti su cinque del partito di maggioranza. Il che ha provocato in Aula qualche frizione tra la componente rutiana e quella fratturiana del Pd.


Al di là dei mal di pancia politici, per l’apertura dei cantieri bisognerà aspettare. Quando? Almeno giugno, ipotizzano dal Movimento 5 Stelle. Roberto Gravina e Simone Cretella hanno denunciato nel corso dell’assise tutti i rischi che l’amministrazione sta correndo con la Tangenziale Nord. Ad esempio, «hanno fatto il bando di gara per alcuni manufatti che non sono stati ancora collaudati», ha riferito il primo. Invece il secondo ha sollevato dubbi sui tempi di consegna e di rendicontazione dell’opera. Il Comune dovrà rispettare tassativamente il termine del 31 dicembre 2018, pena la revoca del finanziamento. Salvo che la Regione non conceda una proroga. In tal senso, Cretella ha presentato un ordine del giorno affinchè il Consiglio comunale prema sul governo di palazzo Vitale. E poi «sull’opera – il ragionamento del consigliere pentastellato – pendono altri due ricorsi, quello di Eliseo e quello di Falcione. L’impresa che si è aggiudicata l’opera, Brancaccio, ha chiesto 420 giorni per la realizzazione del collegamento che nella migliore delle ipotesi non sarà completato prima del maggio 2019. Serve il collaudo delle opere precedenti, bisogna completare gli espropri. E il finanziamento della Regione è vincolato al collaudo e alla rendicontazione che deve avvenire entro il 31 dicembre 2018. Per questo, è necessario chiedere una proroga».

«Fra dieci giorni la delibera sarà esecutiva nonostante non sia stata votata l’immediata eseguibilità», ha precisato il primo cittadino Antonio Battista.
Che ha puntualizzato pure un altro aspetto, quello relativo alla proroga della fine dei lavori al 31 dicembre: «Ci potrebbero essere dei ritardi dovuti ai ricorsi o ad altri imprevisti e potrebbe essere necessaria una proroga. Ma non è detto, se tutto fila liscio. La proroga sarà chiesta se sarà necessario».


Dubbi ci sono anche per la costruzione degli svincoli, di cui è competente l’Anas. «Stiamo dialogando con l’ente», hanno riferito dalla giunta comunale. Palazzo San Giorgio dunque va avanti a spron battuto sull’opera nonostante gli ostacoli. «E’ un’opera importante e strategica – ha ribadito l’assessore ai Lavori pubblici Pietro Maio - soprattutto per la mobilità veicolare, che avrà ricadute positive anche sulla circolazione delle vetture che arrivano a Campobasso dai comuni della cinta e dal resto del Molise. Con l’approvazione di oggi si dà dunque l’avvio ufficiale ad un’opera attesa da tantissimi anni che porterà sviluppo economico e sociale nel capoluogo senza trascurare anche il risvolto positivo che avrà sull’ambiente e sulla salute pubblica». E i tempi? «I lavori – ha affermato con sicurezza Maio - saranno avviati nel 2018 e dovrebbero essere completati sempre entro quest’anno, così come da convenzione, ma non si escludono, solo se necessarie, eventuali proroghe». Inoltre, «la deliberazione è stata inviata alla Regione Molise per l’approvazione della variante e che avrà 60 giorni a disposizione per esprimersi».

(Pubblicato il 12/01/2018)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006