PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Cronache
Botte e insulti a lei e ai suoi figli: "Ero geloso, ma lei mi cercava". Interrogato compagno violento
Interrogato il 49enne violento che nei giorni scorsi è stato raggiunto da un divieto di avvicinamento alla sua compagna e ai suoi figli. L’uomo si è difeso in tribunale per poi avvalersi della facoltà di non rispondere. Il suo difensore, l’avvocato Silvio Tolesino, all’uscita dall’udienza durante la quale la dottoressa Maria Rosaria Rinaldi ha convalidato le accuse e il provvedimento di allontanamento, ha presentato istanza al tribunale del Riesame. "L’uomo è padre di un bambino e non può esimersi da questo diritto/dovere genitoriale. La situazione è molto delicata".


Corsi
Campobasso. E’ stato interrogato questa mattina. Alle 10 e 45, il 49enne, raggiunto nei giorni scorsi da un divieto di avvicinamento alla sua compagna e ai suoi figli a causa dei ripetuti e violenti maltrattamenti cui l’aveva sottoposta negli anni, ha varcato la soglia del tribunale di Campobasso accompagnato dal suo difensore, l’avvocato Silvio Tolesino.

Il giudice Libera Maria Rosaria Rinaldi non ha però trovato risposte alle domande che ha posto sui continui atti di violenza. Né avuto chiarimenti sui diversi aspetti che il giudice ha sottolineato durante l’interrogatorio perché bene conosce i particolari racchiusi in un voluminoso fascicolo prodotto a carico dell’uomo e che ha come data di inizio dei soprusi "l’anno 2013".

In sostanza, il 49enne, pluripregiudicto si è avvalso della facoltà di non rispondere. E l’avvocato ha naturalmente sostenuto la posizione del suo cliente perché «si tratta si una storia delicata, nella quale sono presenti anche dei minori, e quindi ogni parola, ogni azione va valutata con attenzione».

L’uomo ha solo ammesso di essere un «po’ geloso e possessivo» ma anche che «era impossibile rispettare l’ordinanza di allontanamento perché lei (riferendosi alla compagna rumena di 26 anni, ndr) tornava a chiamarmi poco dopo per la gestione del bambino (hanno un figlio di 5 anni)».
Aspetti che l’avvocato Tolesino ha evidenziato nell’istanza al Tribunale del Riesame che ha già presentato questa mattina - 29 dicembre - subito dopo il termine dell’interrogatorio della Rinaldi che ha naturalmente confermato accuse e provvedimenti a carico del 49enne. Per il legale il provvedimento, infatti, non ha motivo di essere perché entrambe genitori di un bambino che in un qualche modo «ha bisogno di entrambi i genitori» e perché la 26enne «nonostante i fatti denunciati continuava a cercare l’ex compagno».
La 26enne, arrivata in Italia con il sogno di un vita migliore, lavora in un’azienda agricola.
Idea Arredo
Oltre al piccolo di 5 anni, ha altre due bambine avute da una precedente relazione che, anche loro, sono state spesso vittime dei maltrattamenti e degli insulti da parte del 49enne.

Quando quello che credeva "principe azzurro" si è trasformato invece nel suo peggiore incubo, ha chiesto aiuto e oggi a sostenerla e ad aiutarla ci sarebbero le operatrici di un centro antiviolenza. Non conosce le leggi italiane, non sa cosa sia un avvocato, è all’oscuro di molte, troppe cose. Forse anche del fatto che non poteva nè doveva richiamare l’uomo che le aveva fatto del male.
Per questo è stata indirizzata in un luogo dove nel frattempo potranno prendersi cura di lei e tutelarla in tutte le sedi.

(Pubblicato il 29/12/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Caffettilandia - Termoli
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006