Vota Di Pietro
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Politica
Crollo alla ’Montini’, inchiesta alle battute finali. Responsabili nel mirino della Procura
I vigili del fuoco hanno relazionato sul cedimento del telaio della scuola di via Scarano, mentre gli agenti della Digos hanno terminato con la raccolta di elementi utili alla ricostruzione di quanto accaduto. Il fascicolo è sul tavolo del sostituto procuratore Gallucci a cui spetta ora la decisione sul da farsi. Per ora non ci sono indagati ma la decisione non arriverà prima del nuovo anno.


Carrozzeria Meale
Campobasso. Il caso "L. Montini" è ancora aperto. Lo è sotto il profilo didattico (entro i primi di gennaio, infatti, gli studenti dovranno spostarsi presso la sede indicata a sostituire quella di via Scarano) e lo è sotto l’aspetto investigativo.
Per quanto riguarda quest’ultimo, gli organi inquirenti sono ancora al lavoro per capire il tipo di responsabilità, se ci sono, rispetto al cedimento del telaio che a novembre scorso ha fatto temere il peggio in quel laboratorio di scienze all’ultimo piano dell’edificio.

E il fatto che nei giorni scorsi, gli stessi organi inquirenti, abbiano scelto di ascoltare anche il consigliere comunale Francesco Pilone (capogruppo di Democrazia Popolare) a seguito delle sue interrogazioni proprio sulla scuola del Cep, lascia intendere che la Procura questione vogliono vederci chiaro.
I vigili del fuoco hanno relazionato su quanto accaduto e quindi sulla struttura. E inviato fascicoli e documenti al sostituto Gallucci. Nelle carte emerge anche l’indicazione dei vigili del fuoco a chiudere altre ale della scuola di Via Scarano oltre ad inibire il piano dove ha ceduto il telaio. Sta di fatto che dal giorno dell’incidente, su ordinanza del sindaco, lo stabile è definitivamente chiuso. Indicazioni a parte.

Per il resto gli agenti della Digos hanno raccolto tutti gli elementi utili e dunque la fase pratica dell’inchiesta sarebbe già volta al termine. Ora si aspetta soltanto la decisione del sostituto procuratore che in base a quanto relazionato dai vigili del fuoco e alle risultanze ottenute dal lavoro della polizia dovrà stabilire se ci sono responsabilità da attribuire a terzi per quanto accaduto e dunque se iscrivere qualcuno nel registro degli indagati. Nomi che per il momento non compaiono.

Pilone intanto è tornato a dibattere sull’argomento anche in consiglio comunale. In questa occasione ha ‘rimproverato’ il sindaco per non avergli dato una risposta sul perché ha autorizzato con una nota protocollata il 19 settembre scorso, l’apertura di una scuola (avvenuta il 12 settembre) quando non c’era ancora alcun certificato di collaudo sulle ultime opere di miglioramento consegnate il 7 settembre.

“Snobbando fra l’altro – continua il capogruppo di Democrazia Popolare - una relazione dell’università che diceva che la scuola andava abbattuta o adeguata. Il Comune, invece, non ha fatto nessuna delle due cose anzi ha optato per una variazione di Bilancio per migliorarla (non adeguarla) sismicamente e dopo pochi giorni è caduta parte del telaio con la conseguente chiusura della scuola.
E bisogna ricordare che siamo stati fortunati perché non ci sono state vittime ma l’altolà io lo stavo urlando da un anno e mezzo. E’ da tempo che pongo l’attenzione proprio sulla Montini e nonostante tutto sono stato tacciato (sin dall’inizio) da alcuni genitori, dalla preside e anche da figure politiche di questo Palazzo come colui che faceva demagogia e terrorismo. Bene, oggi a rispondere sono i fatti”.

Bisognerà attendere invece ancora qualche settimana per capire quali saranno le intenzioni dell’autorità giudiziaria in merito all’accaduto. E probabilmente le decisioni non arriveranno prima dell’inizio del nuovo anno. Incertezze che caratterizzano anche l’attività didattica: non c’è una data sulla fine dei doppi turni. La nuova sede che ospiterà i 300 studenti, l’ex Assessorato regionale alle Attività produttive, non sarà pronta prima del 20 gennaio. Nonostante il conto salato che il Comune verserà nelle tasche dell’impresa proprietaria dello stabile: 860mila euro per i quattro anni di affitto.

(Pubblicato il 22/12/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Gruppo Scarabeo
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006