Planner Sposi
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
CIAK - Termol
 
Cronache
Crisi idrica, per ora nessuna riduzione del flusso. "Ma le piogge recenti non bastano”
Per scongiurare interventi più drastici sarebbero necessarie precipitazioni abbondanti e ripetute almeno per una settimana. “Molise Acque” ha avviato il confronto con le amministrazioni locali, stamane ha incontrato il Comune di Campobasso per approntare un piano di interventi. Istituito un tavolo permanente anche alla presenza dei tecnici della Regione Molise. "Da oggi abbiamo iniziato a ragionare con le amministrazioni comunali" dice il funzionario di Molise Acque Carlo Tatti, che avverte: "In Basso Molise l’erogazione è legata alla diga, all’altezza dell’invaso che stiamo osservando sistematicamente. Le piogge delle ultime ore tamponano il problema, ma dobbiamo sperare che nelle prossime ore la pioggia continui a scendere copiosa e ripetuta per consentire a tutti di stare più sereni e evitare qualunque azione radicale".


L’ingegnere Carlo tatti e sopra la diga del Liscione in una foto recente
La pioggia (mai tanto attesa) che è arrivata ieri, domenica, rappresenta certamente un sollievo, ma per ora non sarà sufficiente a risolvere il problema della siccità che si è cumulata negli ultimi mesi. Per colmare la carenza di acqua ed offrire un reale conforto alle riserve idriche del Molise servirebbero precipitazioni ancora più abbondanti e ripetute almeno per una settimana, dieci giorni.

Da “Molise Acque”, l’ente che gestisce le risorse idriche regionali, la situazione è tenuta sotto stretta osservazione. L’ingegnere Carlo Tatti ammette che «sì, aspettavamo precipitazioni più abbondanti e ripetute perché quelle cadute finora non sono significative ai nostri fini», ma dice anche che la «situazione è sotto controllo».

Allontana ragionamenti disfattistici e ricorda invece che, a parte eventuali provvedimenti, nel frattempo è importante che ognuno impari ad usare con parsimonia un bene prezioso come l’acqua.
«Da oggi abbiamo iniziato a ragionare con le amministrazioni comunali – dice un funzionario dell’ente di via De Pretis - e per il momento lo abbiamo fatto con quelle che generano consumi e richieste di acqua importanti, per iniziare a mettere in atto delle azioni concrete finalizzate a scongiurare l’eventualità che si presentino situazioni più drastiche cui dover far fronte».

Significa che la riduzione del flusso idrico che “Molise Acque” doveva avviare già a partire dalla giornata di oggi per ora non sarà intrapresa, ma è necessario un confronto continuo con gli enti locali per quella che a tutti gli effetti è una vera e propria emergenza. Insomma, anche in questo caso si ragiona in termini di “prevenzione”.

«Cominciamo a dialogare sensibilmente e concretamente con le amministrazioni – spiega Carlo Tatti - e da qui a qualche giorno ci porremo il problema di cosa mettere in campo praticamente».
Questa mattina c’è stato un incontro con il Comune di Campobasso ed è emersa l’intenzione di predisporre un piano di azioni che mirano a sensibilizzare utenti e cittadininonché a monitorare continuamente la situazione “che al momento è esaminata con accortezza e prudenza».


E’ stato quindi istituito un tavolo permanente, anche alla presenza dei tecnici della Regione Molise,e da qui ad una settimana ci saranno gli aggiornamenti in base all’evoluzione delle circostanze determinate anche dalle condizioni del meteo e quindi delle precipitazioni.
Carrozzeria Meale

«E’ ovvio che ci auguriamo che la situazione non degeneri – dice ancora l’ingegnere – e a quel punto le riduzioni idriche che avevamo paventato le potremmo anche scongiurare».

Se questo è il quadro del Molise centrale, diversa la situazione verso la costa e in Basso Molise perché in questo caso «l’erogazione – avverte Tatti - è legata alla diga, all’altezza dell’invaso che stiamo osservando sistematicamente. Le piogge delle ultime ore tamponano il problema, nel senso che rallentano la discesa del pelo libero, speriamo però che nelle prossime ore la pioggia continui a scendere copiosa e ripetuta per consentire a tutti di stare più sereni e evitare qualunque azione radicale».

Ma anche in Basso Molise grosse riduzioni del flusso idrico non sono state compiute, Molise Acque «ha soltanto effettuato delle manovre sugli impianti per cercare di mantenere in equilibrio tutto il sistema. Che vuole dire bilanciare le erogazioni, diversificarle nel corso della giornata, azioni che di fatto non hanno cagionato problemi importanti e sono certo – conclude Tatti - che se il tempo ci darà una mano non ce ne saranno neanche in futuro». (CN)

(Pubblicato il 06/11/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Chateau dAx
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006