PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Da venerdì a domenica la Mostra al Castello
"Portami una rosa il 5 agosto 2017": messaggio in bottiglia, poi l’incontro incredibile
Roberto Regnoli e l’amico Piero Di Ioia hanno trovato il biglietto affidato alle onde marine lo scorso dicembre sulla spiaggia di Lesina. E qualche giorno fa si sono presentati sul luogo dell’appuntamento con una rosa, come chiesto dall’anonima ragazza che ha scritto la lettera. Un altro episodio emozionante che si aggiunge alla "collezione" di storie strabilianti possibili grazie a una passione unica: la caccia di messaggi in bottiglia. In 13 anni Regnoli ne ha trovati oltre 700, e domani 11 agosto inaugura al Castello Svevo la X Mostra dedicata.


Termoli. La bottiglia è spuntata da una coltre di rifiuti trascinati dalle correnti marine l’11 dicembre 2016. Una bottiglie come tante, cioè come le tante che Roberto Regnoli, ortopedico di fama in pensione, che da tredici anni setaccia le spiagge a caccia di messaggi dal mare. E che, soprattutto, i messaggi li trova. Due o tre? Macchè, finora la “collezione” di Regnoli, la più importante del genere nel mondo, ha superato quota 700. Fra le bottiglie scovate in compagnia dell’amico Piero Di Ioia e degli inseparabili cagnoni che il dottore rabdomante porta a fare una corsetta in riva al mare, laddove non danno fastidio a nessuno, ce n’è una, quella trovata a dicembre scorso, appunto, che aveva arrotolato nel vetro un insolito bigliettino:

«Chi trova questo messaggio deve venire alla baia di san Nicola a Peschici il 5 agosto 2017 con una rosa rossa. Io gli offrirò da bere…»
Più o meno questo il senso del messaggio, che non è stato trovato da uno qualunque ma dal cercatore di messaggi per eccellenza sulla spiaggia di Lesina, dove le correnti si incrociano, si accumulano scarti trasportati dalle onde e una quantità incredibile di oggetti che trasformano la sabbia in una tappeto pieno di “sorprese”. Fra queste la bottiglia dell’anonimo mittente, con l’insolito invito.


Un invito che Regnoli non si è lasciato sfuggire. Ha annotato la data in rosso sul calendario: 5 agosto 2017. E qualche giorno fa l’ex primario di Ortopedia del San Timoteo e l’amico Piero Di Ioia sono saliti in auto con una rosa rossa per uno e sono arrivati a Peschici . «Abbiamo raggiunto la baia di san Nicola – racconta Roberto Regnoli – e ci siamo messi a camminare su e giù sperando di essere avvistati. Cosa che è accaduta». Poco dopo una ragazzina li ha fermati, lo sguardo incredulo e un accenno di sorriso estasiato: «Siete venuti per me?».

Per te, sicuro. E la rosa rossa, anzi le rose, sono il segno inconfondibile che quel messaggio vergato in corsivo su un bigliettino, chiuso in una bottiglia e abbandonato fra le onde alla fine dell’estate scorsa, è stato letto. Trovato, e letto. Un incontro incredibile, quello che si è consumato il 5 agosto a Peschici. «Lei è una ragazzina di Milano, che tutte le estati va a Peschici con la famiglia» racconta ancora Regnoli. Lo scorso anno, alla fine delle vacanze, ha affidato al mare il suo desiderio, forse anche un augurio di arrivederci a quella baia che ama e dove ha incontrato gli “amici” termolesi con il padre (nella foto di gruppo).


«Era emozionata, felice. E naturalmente ci ha offerto da bere, come promesso» sorride il cercatore di messaggi dal mare, la cui passione è finita su giornali nazionali e perfino esteri, e che venerdì 11 agosto al Castello Svevo, come avviene ormai da 10 anni, inaugura la mostra di Messaggi dal mare che si protrarrà fino a domenica 13. Una X edizione per scoprire l’incredibile e ricredersi sui limiti della casualità. Provate solo a pensare – si legge sulla home del sito ormai una istituzione in materia - quanto poche siano le probabilità che un messaggio nel suo lungo viaggio arrivi fino a noi. La bottiglia potrebbe rompersi per l’impatto con un’imbarcazione, contro un tronco o frantumata dalle eliche di una nave; affondare perché mal sigillata; essere ricoperta dalla sabbia o arrivare su una spiaggia non frequentata”. E invece. Invece eccole qua: quasi 750 messaggi in bottiglia trovati in 13 anni di ricerca tenace e appassionata. Perché senza passione – e il dottor Regnoli lo sa – certi risultati non si potrebbero ottenere mai.

(Pubblicato il 10/08/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006