PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Festival del Sarà - Diretta
Nuovo porto di Termoli, volano per l’economia e il turismo. "Una scommessa da vincere"
Il mare, l’ambiente e l’energia al centro della prima serata del Festival del Sarà, promossa da Assoporto e Comune, col patrocinio della Regione e con sponsor prestigiosi. La serata (dopo l’annullamento di quella di ieri a causa degli incendi) si apre con un focus sul porto che verrà, considerato fondamentale per l’intero Molise.


Termoli. Il mare e l’ambiente al centro della tavola rotonda del Festival del Sarà: grande motore di sviluppo, di conoscenza, di comunicazione. Come preservare la salute degli ecosistemi marini e in generali dell’ambiente di tutto il pianeta? hanno partecipato al dibattito dal titolo Tutela e sviluppo della costa adriatica Roberto Zarriello di Tiscali Notizie, il Magnifico Rettore dell’Unimol Giammaria Palmieri, Angelo Sbrocca sindaco di Termoli. Poi via alla tavola rotonda dal titolo Europa o USA nell’era del populismo e della negazione dei cambiamenti climatici? Ospiti Katiuscia Eroe, responsabile energia Legambiente nazionale, Alberto Bigi direttore Innovazione & Sviluppo Sorgenia, Vittorino Facciolla, Assessore all’Ambiente Regione Molise, Fabio Chiaravalli responsabile Deposito Nazionale Sogin, la deputata Laura Venittelli in collegamento da Roma. Modera Antonello Barone, direttore kcomunicazione.

PORTO, IN SALA ANCHE IL COMANDANTE DI CAPITANERIA SIRIO FAE’

23:15 - In sala Consiliare c’è anche il Capitano Sirio Faè, arrivato al Festival del Sarà per un tema chiaramente che gli sta particolarmente a cuore. Si tratta del porto, dello sblocco dell’iter dopo che il Tribunale Amministrativo regionale del Molise ha respinto il ricorso di una ditta Ora, salvo altri problemi o ulteriori impugnative, si dovrebbe partire con gli interventi e in particolare con l’atteso dragaggio. Nelle prossime settimane si conosceranno tempi e altri aspetti delle opere che, a questo punto, potrebbero partire a fine estate o, comunque, quando sarà stabilito dalla stazione appaltante.Dal dragaggio del porto di Termoli dipende il futuro dell’unico scalo commerciale marittimo del Molise. Capitaneria, Regione, Comune e tutti gli operatori hanno condiviso un percorso per arrivare ai lavori che consentiranno di ragionare meglio anche su possibili strategie di sviluppo per un’area al centro anche di un apposito piano regolatore portuale presentato di recente e al vaglio delle istituzioni. Nuove rotte turistiche, opportunità di scambi commerciali, un porto più accessibile e sicuro rappresenta anche un biglietto da visita economico di non poco conto per un territorio in cui il settore ha tutte le potenzialità per crescere e affermarsi.


LE RINNOVABILI E IL NUCLEARE: MODELLI ENERGETICI A CONFRONTO

22:51 - Le energie rinnovabili? Essenziali per la vita dell’uomo, che chiede sempre più energia. Ma rinnovabili di ultima generazione. L’assessore all’Ambiente e all’Agricoltura Vittorino Facciolla non ha dubbi.
Da questo punto di vista, il nucleare ha ancora un senso? Una provocazione quella di Antonello Barone, alla quale risponde Fabio Chiaravalli, responsabile Deposito Nazionale Sogin.
«Un innalzamento della temperatura è un dato oggettivo, collegato al depauperamento delle risorse idriche. E dobbiamo tener conto che nell’affrontare il futuro abbiamo il dovere di risolvere la gestione di alcuni temi che ci derivano dal passato».

Il riferimento è proprio alle scorie nucleari che l’Italia si è lasciata dietro. la gestione dei rifiuti. «Nel 1987 l’Italia uscì dal nucleare con il referendum. Ma è falso. E’ uscita dalla produzione di energia elettrica da fonti nucleari – chiarisce Chiaravalli – ma da quel momento il nucleare è passato da produzione di reddito a costo. Ci sono ancora 9 impianti nucleari che vengono per fortuna mantenuti in sicurezza, e ci sono decine di migliaia di metri cubi di rifiuti radioattivi. Gli impianti dismessi continuano a produrre rifiuti radioattivi. E poi pratiche mediche e diagnostiche, che utilizzano materiale radioattivo e li produce. ‘Industria che produce rifiuti radioattivi, come la ricerca. E tutte queste pratiche producono rifiuti radioattivi» spiega il responsabile della Società di Stato che si occupa della dismissione degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi, compresi quelli prodotti dalle attività industriali, di ricerca e di medicina nucleare, attività svolta per garantire la sicurezza dei cittadini, salvaguardare l’ambiente e tutelare le generazioni future.


CAMBIAMENTI CLIMATICI NELLA TAVOLA ROTONDA: SI PARLA DI TRUMP

22:27 - Fuoco e acqua, frane e surriscaldamento, modelli ambientali a confronto. Il tema di cambiamenti del clima è più che mai attuale. E si apre così la tavola rotonda della serata, con Katiuscia Eroe, responsabile energia Legambiente nazionale, interpellata da Antonella Barone. «La posizione di Trump? Mi preoccupa meno rispetto all’enfasi che gli è stata data dai media. Molto più importante è la reazione che c’è stata in America, dove ogni Stato ha una propria indipendenza. Le risposte degli americani sono state quelle che ci si attendeva da chi ha senso di responsabilità».

E in Italia? «Molto è stato fatto per le rinnovabili, che cambiano il sistema energetico. Grazie alle rinnovabili siamo riusciti a coprire oltre il 40 per cento del fabbisogno, ora siamo a due tre punti in meno per problemi legati all’idroelettrico, ma l’Italia è un Paese che ha visto un grande sviluppo delle rinnovabili, anche se gestite male. l’Italia ha ridotto la sua bolletta energetica, questo è un fatto»


Come produrre la luce che ci occorre danneggiando il meno possibile? Alberto Bigi, direttore Innovazione & Sviluppo Sorgenia, partner del Festival, invita a una visione comune per fronteggiare il rischio legato al Co2. <Se non c’è un impegno degli Stati Uniti è complicato proporre modelli di produzione che non siano dannosi per l’ambiente».
Tutti d’accordo sulla grande attualità del tema, compresa l’onorevole Laura Venittelli che ricorda atti parlamentari fatti di recente per la riduzione dei gas serra. Lo fa attraverso un video, perché impegni romani l’hanno trattenuta nella Capitale. «La sfida è una convenzione sottoscritta fra 195 Paesi, fra cui l’Italia, per ridurre i gas serra del 40% entro il 2020, del 70% entro il 2030 e per avere una eliminazione totale dei gas serra entro il 2010». E poi «i provvedimenti normativi per incrementare le fondi da rinnovabili».


IL VALORE AGGIUNTO DEL MOLISE? "LA DIMENSIONE MICRO"

22:02 - Il Molise che non esiste? «Un assist che ci hanno dato e di questo lo ringraziamo. In realtà – dichiara il sindaco di Termoli – il Molise esiste e inizia a fare sistema». E il Rettore Gianmaria Palmieri rilancia: «Sono orgoglioso dello slogan il Molise non esiste. Essere piccoli, nella macrodimensione di oggi, è un valore aggiunto».
Il valore aggiunto del Molise. Regione dove, rimarca il sindaco di Termoli, si «si comincia finalmente a fare sistema. Certo dobbiamo fare molto, ma ora stiamo lavorando con una modalità diversa: non assegnando le risorse ai campanili, ma creando reti, come la Costa dei Delfini. La ciclovia, il cui protocollo è stato stilato questa mattina, è un esempio. Siamo sulla buona strada, il turismo si fa creando sistema, non isolandoci uno rispetto all’altro. Inoltre siamo obbligati a finire le opere entro tempi precisi, altrimenti non abbiamo denaro: questa è la sfida, questa è la scommessa che dobbiamo vincere».


ENOGASTRONOMIA E TURISMO: LE FACOLTà IDEALI SULLE QUALI PUNTARE

21:53 - Il corso di laurea in Economia del Turismo e il corso in Enogastronomia: le facoltà ideali per Termoli e per l’Unimol. I protocolli che ‘Università degli Studi del Molise ha sottoscritto con altre università italiane ma anche estere, come quella cinese per il progetto della Via della Seta. Il Rettore Palmieri sottolinea anche come «l’organizzazione dei giochi universitari 2018 vedrà la parte blu appannaggio completamente della città di Termoli».


NUOVO PORTO DI TERMOLI: "CI SIAMO". SARà LA SCOMMESSA DEL MOLISE

21:46 - Il mare, l’economia blu, un volano di sviluppo privilegiato per il sud Italia e il Molise. E dunque il nuovo porto di Termoli, quello che verrà. Tra breve, si spera. Il sindaco Angelo Sbrocca chiarisce che i rallentamenti nell’iter sono stati finalmente superati, «dopo 10 anni». deve andare in consiglio regionale per l’approvazione definitiva, «ma ci siamo». E’ la notizia che apre il Festival del Sarà. Martedì sera, Sala Consiliare perché il meteo e la bufera d’acqua pomeridiana non consente di usare piazza Duomo, la “location ideale” come spiega il primo cittadino. I relatori sono entusiasti di Termoli, malgrado la giornata non esattamente “estiva”. Il porto, dunque, come trampolino di lancio.


«E’ un punto fermo per lo sviluppo della città – dice il sindaco rispondendo a Roberto Zarriello, direttore di Resto al Sud, giornalista di Tiscali, partner del Festival, dove ieri la pubblicazione dell’evento termolese ha avuto un milione di visualizzazioni.
«Termoli - aggiunge il sindaco - è una città complessa la cui economia si basa in parte su turismo, in parte su pesca e in parte sul commercio e sulla industria. Ma tutto confluisce nel porto, che non aveva un piano razionale». Ma ora ce l’ha: la marina di San Pietro da spostare, il dragaggio, la possibilità finalmente di poter avere uno scambio con l’altra costa dell’Adriatico. La parte non solo croata, ma anche montenegrina e albanese. «Se pensiamo che in una nottata si può arrivare in Albania, è chiaro che non possiamo prescindere da uno sviluppo commerciale e di rapporti con l’Albania. Rapporti anche culturali, e economici, perché il pil di queste regioni è in crescita stratosferica». Il rettore Palmieri è d’accordo, anzi rimarca: «Non ci può essere sviluppo del Molise senza uno sviluppo di Termoli. Dunque il porto è centrale per le infrastrutture, ma anche crocevia come scambio, una opportunità immensa».

(Pubblicato il 25/07/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006