PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
“Molise Acque allo sbando”, lavoratori denunciano anarchia e caos: “Ci hanno abbandonato"
«Cosa succede a Molise Acque? Perchè un Commissario di transizione, l’ingegnere Massimo Pillarella, va avanti da dieci mesi? Perchè non c’è stato il cambio di passo che era stato paventato?». il rappresentante dei lavoratori Natalino Paone, a nome delle maestranze dell’ente regionale, non solo pone i quesiti alle Istituzioni regionali ma descrive anche lo stato di malcontento dei lavoratori e la disorganizzazione che regna all’interno dell’azienda. «Vige una sorta di anarchia lavorativa dove parte del personale fa ciò che gli piace e un’altra parte ciò che è personalmente utile ma non ciò che sarebbe effettivamente utile. Ci manca una guida con il quale confrontarci e discutere».


di Alessandro Corroppoli

«C’è bisogno di una riorganizzazione della struttura dell’Azienda/Ente, vi sono uffici doppione, uffici di cui se ne potrebbe fare a ameno e utilizzare il personale, che già è in misura ridotta rispetto all’effettiva dotazione organica, in modo diverso e più ordinato, ma tutto questo non avviene, forse perchè fa comodo a qualcuno?>> . Questo è il grido di allarme che arriva dall’interno dell’Azienda Speciale Regionale Molise Acque. A farlo, a nome di tutti i lavoratori, è di Natalino Paone dipendente e uno delle cinque Rappresentanti sindacali aziendali.

Nell’ottobre del 2016, allo scadere del mandato dell’avvocato Antonio Calise quale Commissario Straordinario e dell’ingegnere Luigi D’Orsi nominato Direttore Generale dall’allora Commissario Calise, la Giunta Regionale ha nominato l’ingegnere Massimo Pillarella quale commissario straordinario. Una nomina che doveva essere di breve durata e, comunque, transitoria. E invece, dopo ben dieci mesi, nell’Azienda non solo è tutto fermo ma«si naviga a vista, alla giornata, senza una meta prefissata, senza passione e orgoglio, senza stimoli con la conseguenza che ogni giorno viene meno il senso di appartenenza, tutti segnali di un declino prossimo alla fine». Natalino Paone, dipendete e una delle RSU aziendali, si fa portavoce del disagio e delle difficoltà organizzative che regnano all’interno dell’Ente regionale. «Sostanzialmente siamo stati dimenticati: da molti mesi è come se non esistessimo, ma vi assicuro che assistiamo e se costretti lo dimostreremo».

Il problema principe risiederebbe nella mancanza, e quindi nell’assenza di una figura guida che dedichi del tempo al funzionamento e all’organizzazione del lavoro. «Il Commissario viene - continua Paone - ma nel pochissimo tempo che può dedicare a Molise Acque non riesce ad interessarsi compiutamente neanche dell’ordinario, purtroppo non riesce e non per demerito suo, non può o non vuole ascoltare anche perchè per ascoltare bisogna conoscere Molise Acque e per conoscerla bisogna trascorrerci del tempo. Tempo che il Commissario Pillarella obiettivamente non ha».

Una disorganizzazione che starebbe portando non solo a una sorta di anarchia lavorativa dove parte del personale «fa ciò che gli piace» e un’altra parte «ciò che è personalmente utile ma non ciò che sarebbe effettivamente utile», ma anche a uno spreco di denaro per il reperimento del personale.
«Da anni facciamo riferimento alle agenzie di somministrazione del lavoro, le quali raddoppiano i costi del personale incidendo significativamente sul già disastrato bilancio. Quei pochi concorsi e le selezioni che sono stati banditi allo stesso tempo non sono stati mai svolti, illudendo anche le aspettative dei tanti che hanno fatto domanda».

Un urlo disperato, questo di Paone, verso le istituzioni regionali affinché gli stessi comprendano la necessità di nominare almeno un Dirigente Amministrativo o un Direttore generale con il quale rapportarsi. «Al momento- conclude la Rsu - lasciateci pure un Commissario Straordinario ma dateci una guida, dateci dignità. Dateci subito un Dirigente Amministrativo e un Direttore Generale».

(Pubblicato il 20/07/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006