PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
CIAK - Termol
 
Cronache
Scuole sicure, finanziati 2 progetti con mezzo milione di euro. "Grazie alla collaborazione dei sindaci"


di Alessandro Corroppoli

Idea Arredo
Isernia E Portocannone. I comuni di Isernia e Portocannone da oggi avranno 500mila euro da investire sulla sicurezza scolastica: un investimento non a pioggia, ma mirato. La novità è questa, perché sono stati presentati due progetti dalle rispettive amministrazioni che hanno ottenuto il contributo. Nello specifico alla cittadina pentra saranno destinati 200mila euro di fondi pubblici regionali per gli interventi di completamento dell’edificio di proprietà comunale in località Acqua Solfurea destinato alla scuola dell’infanzia e primaria “San Pietro Celestino” . Mentre, per il comune di Portocannone saranno stanziati 300mila euro di risorse regionali per gli interventi urgenti di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria dell’edificio scolastico che ospita la scuola primaria e secondaria di primo grado. « Le risorse sono adesso a disposizione dei Comuni per terminare i necessari lavori e assicurare ai nostri bambini e ai nostri ragazzi condizioni di sicurezza mentre sono a scuola» è il commento, soddisfatto, del Governatore Frattura.


L’ufficialità è arrivata questa mattina, in conferenza stampa presso la sala convegni di Via Genova. Oltre al Presidente Paolo Frattura erano presenti il sindaco di isernia, Giacomo Apollonio, il vicesindaco di Portocannone, Cristina Acciaro, accompagnata dall’assessore comunale Nicola Musacchio, il consigliere comunale Serafino Bulmetti e l’architetto Adamo Musacchio che ha redatto il progetto finanziato.


I finanziamenti arrivano dai fondi Fsc 2007-2013: «481mila derivano dalle economie degli interventi rientranti nel "Progetto Scuola Sicura" e 18 mila euro dagli interventi per l’Istruzione», precisa Frattura. Entrando nel merito, al comune di Isernia andranno 200mila euro che serviranno a coprire le spese per i lavori di adeguamento dello stabile comunale di via Acqua Solfurea, che ospiterà la scuola "San Pietro Celestino". Somma alla quale si deve aggiungere la quota di partecipazione comunale, 120mila euro, per un valore complessivo dell’opera di 320 mila euro. «Siamo molto soddisfatti di come abbiamo operato in concerto con la struttura regionale - dichiara Apollonio -. Il completamento dell’edificio scolastico sarà un’opera che ridarà unità e identità a tutta la città».


300mila euro, invece, è la somma stanziata per il comune di Portocannone. Denaro che arriva dalla riprogrammazione delle economie derivanti dal Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007-2013. Assente il primo cittadino, Giuseppe Caporicci, perchè fuori sede. A farne le veci è il suo vice la professoressa Cristina Acciaro che, nella doppia veste di amministratrice e dirigente scolastica dichiara: «Questo finanziamento è oro colato per la nostra comunità perchè come tutti sapete il nostro Comune è in dissesto economico. Mettere in sicurezza il plesso scolastico era una delle nostre priorità quando lo scorso anno ci siamo insediati. Per questo devo ringraziare il Presidente della Giunta, il Sindaco ma soprattutto l’architetto Adamo Musacchio che, in maniera del tutto gratuita, ha stilato materialmente il progetto di messa in sicurezza della scuola». Un progetto ex novo che andrà a riguardare in particolar modo la copertura della palestra, scuola elementare e media.
Carrozzeria Meale



Soddisfatto del lavoro svolto il Presidente Frattuta: «E’ stata nostra premura, così come quelle delle amministrazioni comunali, lavorare insieme per assicurare l’obiettivo di una scuola funzionale e sicura. Ringrazio il generale Giacomo D’Apollonio e il sindaco di Portocannone Giuseppe Caporicci, oggi rappresentato dalla professoressa Cristina Acciaro, per l’atteggiamento costruttivo mostrato da entrambi e mirato a un solo obiettivo: garantire standard di sicurezza elevati a tutti coloro che ogni giorno vivono la scuola, studenti, insegnanti e collaboratori in maniera sostenibile». E conclude il suo intervento ricordando che «la definizione del fabbisogno, per la quale abbiamo chiesto già la collaborazione di tutti, è necessaria anche per stabilire se le risorse centrali a nostra disposizione, risorse importanti, sono del tutto sufficienti. Abbiamo detto che copriremo le eventuali necessità ulteriori anche con i fondi Fsc. Per Isernia e per Portocannone ci siamo mossi su un principio: lavorare sulla dimensione che abbiamo».
I due progetti finanziati sono già esecutivi, con un’unica differenza: Isernia può programmare il bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori in piena autonomia, Portocannone invece, essendo un comune sotto i 5mila abitanti, dovrà affidarsi alla struttura regionale.

(Pubblicato il 12/07/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006