PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Viaggi da terzo mondo
Caldo infernale sul treno da Roma, malori tra i passeggeri. "Rischiato morte, non scherzo"
Ieri, giornata da oltre 40 gradi, il guasto all’aria condizionata sul treno che dalla capitale portava a Campobasso arrivato con un’ora di ritardo nel capoluogo molisano. "C’erano 40 gradi fuori, 48 nella carrozza. Dopo quattro ore di viaggio, mi sono sentito male: ho avuto un attacco di tachicardia", il video-denuncia pubblicato da Pippo Venditti che si fa portavoce del disagio espresso da tanti utenti del servizio ormai scoraggiati dal silenzio della Regione nei confronti di Trenitalia.


Campobasso. Da viaggi della speranza a viaggi dei malori e degli svenimenti. Forse siamo a un passo da uno scenario ancora più drammatico: morire su un treno da quarto mondo, nel tragitto tra Molise e Roma. E se ieri, 10 luglio, tale ipotesi non è diventata realtà, è per un miracolo. Perchè si è rischiato di morire davvero sul treno che dalla Capitale ha riportato i passeggeri in Molise. Fuori il caldo africano, dentro alle carrozze una calura insopportabile, un’aria irrespirabile, sedili bollenti a causa di un guasto all’aria condizionata.
Un’odissea durata più di quattro ore perché poi non solo il convoglio era un inferno, ma è arrivato a Campobasso pure con un’ora di ritardo. Un ’prezzo’ assurdo che il Molise paga dopo aver saldato il debito con Trenitalia e aver firmato il nuovo Contratto di servizio.

Ieri qualcuno tra i viaggiatori, dopo aver ‘visitato’ i gironi dell’inferno dantesco, si è sentito male.«Abbiamo rischiato di morire, l’aria era irrespirabile, si sudava». Pippo Venditti, leader della Banda della Masciona, lo denuncia in un video pubblicato su Facebook. Questa volta è serio, non è il momento dell’ironia anche se nell’ultima serie della Banda della Masciona ha preso in giro il servizio di trasporto su ferro.

Lui era uno dei passeggeri a bordo del treno e a causa del caldo ha avuto un attacco di tachicardia. Non è stato l’unico: anche altre persone hanno avuto cali di pressione dopo un viaggio da bestie. I disagi sono stati condivisi fra l’altro dal personale di Trenitalia.

«Sono rimasto chiuso per quattro ore e un quarto nel treno, senza aria. Fuori c’erano 40 gradi, dentro 48 gradi perché l’impianto dell’aria condizionata era rotto», ha riferito nel video. Eppure, «quando prendiamo il treno per Roma, non paghiamo poco: 14 euro all’andata e 14 al ritorno».
Nel video ha provato a scuotere i rappresentanti dei molisani in Regione e a Roma, gli unici che dovrebbero alzare tutti i giorni la voce con Trenitalia. Invece un silenzio assordante da parte della giunta regionale, in primis del titolare dei Trasporti Pierpaolo Nagni.


«Sappiamo che il debito è stato saldato con Trenitalia. La Regione questi soldi non li doveva dare, ma doveva imporre determinate condizioni», il ragionamento di Pippo Venditti.
Il primo responsabile della lista è l’assessore ai Trasporti Pierpaolo Nagni: «Non credo di dovergli dare tutte le responsabilità, ma quando la Regione ha pagato il treno ‘Swing’, si è fatta spiegare da Trenitalia a che serve? Io so che non è stato progettato per lunghe tratte, ma quella tra Campobasso e Roma è una lunga tratta. Dovevate saperlo».


Non solo il governo regionale, per il comico campobassano anche i parlamentari molisani dovrebbero farsi sentire a Roma. «Danilo (Leva, ndr) smetti di fare l’imitazione di Massimo D’Alema, fai l’onorevole, vai da Trenitalia e fagli un c… così. Roberto (Ruta, ndr) le poesie in questo momento non ci servono, servono i fatti. Sei un senatore e rappresentante del Molise». Dovrebbero sbattere i pugni sul tavolo perché «si rischia la vita e non se ne può più». Ne ha pure per il presidente Paolo di Laura Frattura e per i 5 Stelle: «Bisogna fare qualcosa. Delle elezioni non ci interessa, bisogna risolvere i problemi e farlo subito perché se ci scapperà il morto qualcuno dovrà dare delle risposte».
Un’evenienza tragica sui viaggi da terzo mondo dei treni molisani sarebbe gravissima. E dimostrerebbe che il Molise è veramente al capolinea.

(Pubblicato il 11/07/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Simply Termoli
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006