PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Segnalazioni, lamentele, denunce
Da oggi un numero verde contro la malasanità. "Ma non è una punizione verso i medici"
Il governatore-commissario ad acta Paolo di Laura Frattura e il direttore generale per la Salute Mina Gallo hanno presentato il servizio che consentirà ai cittadini di segnalare eventuali disservizi negli ospedali molisani. Da oggi, 26 giugno, si possono contattare i numeri 800329500 (da fisso) e 0865724242 (da cellulare). Il presidente: «Non è uno strumento censorio per il personale medico. Ma tutti Tutti potremmo dire che cosa va e che non va, che cosa ci è sembrato giusto e che cosa sbagliato nella prestazione ricevuta. ».


Campobasso. ‘Una telefonata allunga la vita’, recitava uno spot della Telecom di qualche anno fa. Uno slogan che calza a pennello per la nuova iniziativa della Regione Molise: da oggi, 26 giugno, è possibile chiamare in forma anonima e gratuita ad un numero verde - 800329500 (per chi chiama da un fisso) e 0865724242 (per chi telefona con il proprio cellulare) – per segnalare disfunzioni e disservizi. E’ attivo da oggi, tutti i giorni (dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12 il sabato) . Sarà la ‘voce’ dei cittadini che negli ultimi tempi hanno denunciato alcuni casi di malasanità oppure casi di "depistaggio". La chiusura di reparti al Cardarelli, ad esempio. Informazioni che sarebbero state date dallo stesso personale medico e che hanno messo in allarme i pazienti.

Forse non sarà particolarmente gradito dagli operatori sanitari, già ‘imbavagliati’ con un rigoroso codice di comportamento. Per questo il governatore Paolo di Laura Frattura, nella conferenza stampa tenuta oggi con il nuovo direttore generale per la Salute della Regione Molise Mina Gallo, mette subito in chiaro: «Non è uno strumento punitivo o censorio nei confronti dei medici che in questi anni, nonostante la carenza del personale sanitario e le difficoltà, sono riusciti a garantire i servizi. Per questo non smetteremo mai di ringraziarli».
L’obiettivo è «modellare ancora meglio la sanità che tutti meritiamo nel nostro Molise» e anche «per far capire meglio la riorganizzazione sanitaria. I tempi sono cambiati».
Un’iniziativa che si inserisce nello stesso solco dei questionari di valutazione realizzati per gli ospedali di Larino e Venafro e di ‘Consultori in piazza’ che, annuncia Frattura, sarà organizzato a breve negli altri centri del Molise dopo i primi tre appuntamenti a Campobasso, Isernia e Termoli.


Un canale preferenziale per dire che cosa va e che non va, che cosa ci è sembrato giusto e che cosa sbagliato nella prestazione ricevuta. «Sarà possibile fare qualsiasi tipo di segnalazione – spiega ancora il numero uno della giunta regionale - anche se qualcuno si sente rispondere in maniera poco appropriata rispetto alle misure strutturali che stiamo mettendo in campo per la riorganizzazione sanitaria. Oppure si potrà segnalare il caso in cui a un paziente viene detto che un farmaco deve procurarselo da solo perché l’Azienda sanitaria regionale non può offrirlo. O ancora si potrà chiamare chi si sente rispondere che i tempi di attesa per una visita ambulatoriale continuano a essere troppo lunghi. Daranno la possibilità alla Direzione generale della Salute della Regione e alla Direzione regionale dell’Asrem di poter dire che cosa ancora non funziona nella nostra programmazione sanitaria o potrebbe funzionare meglio».



«E’ un numero verde strutturato – aggiunge il direttore Mina Gallo - in modo da ricevere da parte dell’utenza lamentele, esigenze e difficoltà. Ma ci auguriamo pure che l’utenza ci proponga nuove iniziative. Ci sarà personale dedicato sia della Direzione generale della Salute che dell’Asrem che vaglierà le richieste per poi dare risposte al cittadino in maniera più tempestiva possibile».
Le segnalazioni al numero verde confluiranno in un report che sarà trasmesso quotidianamente all’Asrem.

La conferenza stampa è l’occasione per il commissario-governatore di rivendicare alcuni risultati sul risanamento del debito sanitario convalidati da Bankitalia. Dati che non riguardano solo la riduzione del disavanzo della sanità e l’abbassamento delle aliquote regionali Irpef e Irap, la prima volta dal 2008 a oggi. «Il report entra nel merito di due aspetti fondamentali: la qualità dei servizi, con un progresso in termini di valutazione dei Livelli essenziali di assistenza, e il riferimento agli erogatori privati convenzionati. Bankitalia riporta i costi diminuiti per l’assistenza fornita dagli enti accreditati: siamo passati da 127 milioni a 115 a 107 milioni di impegno su un totale di Fondo sanitario regionale di circa 580 milioni».
Infine, l’annuncio della prossima sottoscrizione di accordi di confine per le prestazioni sanitarie nelle strutture di Abruzzo, Lazio e Campania. A coordinare il processo il Ministero della Salute.

(Pubblicato il 26/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006