PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
25 anni di impegno sul territorio - Il video del corteo
Il volontario resta anonimo: in 15 vestono la "Buffa" nella festa della Misericordia
Suggestiva cerimonia di vestizione per quindici nuovi volontari della Misericordia di Termoli. Il rito in occasione del 25esimo anniversario dell’associazione e di una giornata ricca di emozioni. I volontari, accompagnati dai rispettivi padrini, si sono calati “la Buffa”, questa immagine di anonimato, di rifiuto di qualsiasi riconoscimento terreno, ma anche simbolo di grande fede nel “Dio te ne renda merito”, sicuri di trovare ricompensa più grande presso il Padre. Entusiasta il governatore, Romeo Faletra, che ha ringraziato tutti per l’impegno e il grande lavoro realizzato in tutti questi anni: «Senza di voi non sarei nulla».


di Fabrizio Occhionero

Planner Sposi
Termoli. Quando hanno seguito i corsi di preparazione sono state ricordate loro anche le linee essenziali della “Storia e delle Tradizioni” delle Misericordie, tra le quali la descrizione della Veste, di questo saio che «rende tutti simili, di questo simbolo dell’eguaglianza e della modestia per far capire il perché del celarsi dietro “la Buffa”, questa immagine di anonimato, di rifiuto di qualsiasi riconoscimento terreno, ma anche simbolo di grande fede nel “Dio te ne renda merito”, sicuri di trovare ricompensa più grande presso il Padre».

Un rito che si è rinnovato anche a Termoli in occasione di una giornata molto importante, i 25 anni della Misericordia: quindici i nuovi confratelli che sono entrati a far parte dell’associazione: attraverso questo rito i volontari si impegnano sul Vangelo e sullo statuto della Misericordia a servire il prossimo con fedeltà e impegno e nell’occasione ricevono la Veste Nera (Buffa) simbolo di tutti i valori della nostra associazione.

«Indossando la Buffa – questo il senso del momento – si cerca di riportare il Volontariato, dal centro della scena in cui oggi per molte ragioni, è tentato di stare,al margine, nell’ombra, nell’anonimato, nella semplicità, nell’umiltà come è tradizione delle Misericordie, per restituire alle sue opere la forza delle cose semplici e genuine». Si tratta della sesta vestizione avvenuta dal luglio 1995 (poi 28 luglio 1996, 30 luglio 2000, 28 luglio 2002 e 30 luglio 2010).

I NUOVI VOLONTARI E I PADRINI Ogni ’aspirante confratello’ è stato accompagnato da un padrino (lo riportiamo tra parentesi: Salvatore Barone (Tommaso De Cata), Giuseppe Capacchione (Patrizia Colantuoni), Ciro Ceraso (Luigi Monteodorisio), Piergiorgio De Stefano (Domenico Confalone), Gianfranco Grillo (Alfredo Presenza), Giuseppe Mancini (Riccardo Rampa), Sergio Mancini (Pasqualino Arcari), Grazia Marinelli (Pinto Franchina), Francesco Nardelli (Carmela Cupello), Michelino Nuzzi (Pietro Colanero), Anna Russo (Giulia Colafabio), Anna Salvatore (Vittorio Di Cesare), Antonio Sassani (Nazario De Mite), Angelo Sommella (Nicola D’Afiero), Giuseppe Tucci (Egidio Troisi).

Fitto il programma degli eventi condivisi anche da volontari arrivati da altre realtà: il raduno nella sede dell’associazione in via Biferno, la conferenza nella nuova sala convegni in via Volturno sul ’Ruolo strategico del volontario in crisi’ con gli interventi, moderati dal giornalista Antonio Lupo, del governatore, Romeo Faletra, del sindaco Sbrocca e di padre Enzo Ronzitti insieme al sociologo Guglielmo Giumelli e del maggiore Fabio Ficuciello.

Presenti le autorità e, tra gli altri, il comandante della Capitaneria, Sirio Faè. Alle 11 la solenne celebrazione eucaristica presieduta da Domenico D’Ambrosio, arcivescovo di Lecce e già vescovo di Termoli cui è seguito il suggestivo rito della vestizione di quindici nuovi confratelli e consorelle. Tanti uomini, tanti mezzi e anche un corteo che ha attraversato la città per ricordare il senso dell’anniversario e un impegno costante e radicato sull’intero territorio.

«Venticinque anni fa – ha spiegato entusiasta il governatore Romeo Faletra - ci fu la promessa di moltiplicare le Misericordie in Molise e così è accaduto per San Giuliano, Petrella, Larino, Riccia, Bojano e Campobasso». Una promessa che è stata mantenuta e che ha visto l’associazione di volontariato allargare il suo raggio d’azione: non più soltanto trasporto di ammalati ma anche assistenza al 118 regionale e attenzione alle fasce più disagiate della popolazione con l’apertura di un punto di ricovero per i senza tetto.

Azioni concrete che si sono esplicate anche nella realizzazione di 110mila interventi «numeri che ci dimostrano che ci sono sempre più persone che soffrono e hanno bisogno di aiuto», ha affermato Faletra che dall’auditorium di San Pietro ha voluto anche lanciare una nuova promessa: quella di dare attenzione al triste fenomeno dell’emergenza abitativa. «Il nostro pensiero – ha affermato - è quello di moltiplicare ancora di più le Misericordie, aumentare il raggio di azione e il numero degli interventi. Vogliamo poter offrire alcune abitazioni per l’emergenza abitativa perché ormai ci sono questi nuovi poveri che vengono sfrattati all’improvviso e non sanno che fare. Abbiamo pensato di fare 7 mini appartamenti con i sacrifici di tutti i volontari all’interno del nostro sito per aiutare le persone solo per alcuni mesi dopo dovranno trovare alloggi diversi».
Idea Arredo


Una nuova iniziativa che è stata accolta con soddisfazione dal sindaco Angelo Sbrocca:
«Un’associazione di volontariato che permane per 25 anni ha sicuramente la caratteristica di saper fare il proprio mestiere. La Misericordia è nata per fare il trasporto dei malati e mano a mano ha sempre occupato nuovi spazi e nuove azioni sempre per i più deboli fino a creare una sede associativa importante dove ci sono anche 18 camere per le persone che non sanno dove andare a dormire. Solo questo è un merito immenso da riconoscere non solo al Governatore ma anche a padre Enzo Ronzitti che ha aiutato l’associazione».

Anche Sbrocca ha voluto fare una promessa: quella di «aiutare la Misericordia a far sì che le unità per l’emergenza abitativa abbiano subito autorizzazione visto che questo è un problema sempre sentito. Come sindaco ricevo tante persone che mi mostrano le loro necessità, persone che hanno perso il lavoro e necessitano di aiuto da parte delle istituzioni e del volontariato. Questa è una sinergia che come sindaco ho sempre voluto e voglio ancora di più ed è per questo che il consigliere Andrea Casolino sta portando avanti un regolamento di cittadinanza attiva proprio per il volontariato in modo che il cittadino non sia solo parte passiva ma funga anche da soggetto attivo ricevendo servizi ma facendoli a propria volta».

Presente, tra gli altri il governatore Paolo di Laura Frattura: «Sicuramente un grazie di cuore va fatto alla Misericordia per 25 anni di affiancamento in tutti i momenti più difficili e tragici ma anche nella quotidianità. Tante famiglie che investono il loro tempo libero togliendolo al lavoro, alla famiglia e agli svaghi, agli hobby per il prossimo penso non ci sia messaggio più bello».

Il Governatore Faletra, visibilmente commosso, ha voluto ringraziare tutte quelle persone che giornalmente lavorano con lui: «La Misericordia è un gruppo di persone che hanno deciso di fare promessa di aiutare il prossimo. La promessa che oggi hanno fatto i 15 nuovi volontari è come il battesimo al quale hanno dovuto rispondere sì. Io però voglio dire grazie ai miei collaboratori e a padre Enzo perché senza di loro non sarei nessuno. Grazie ancora perché mi state vicini».

LINK
L'intervista al governatore Romeo Faletra

Le immagini nella galleria fotografica

(Pubblicato il 26/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006