Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
CIAK - Termol
 
Terrore alla stazione centrale
Bruxelles, ucciso terrorista con carica esplosiva. Studenti molisani bloccati in ristorante
Un viaggio premio che ha sfiorato l’incubo per un gruppo di studenti di Campobasso e Isernia. Erano a Bruxelles, a pochi passi dall’attacco terroristico nella stazione centrale. I ragazzi sono stati bloccati in un ristorante vicino per motivi di sicurezza. Poi hanno fatto sapere: «Stiamo bene». E postano sui social il selfie con l’europarlamentare Aldo Patriciello.


Bruxelles. Erano in viaggio premio, si sono ritrovati in un incubo: il terrorismo, di cui forse finora avevano sentito parlare solo in televisione e che sembrava così lontano, se lo sono ritrovati a "tanto così". Poche centinaia di metri.

Si trovava a poca distanza dalla stazione centrale di Bruxelles colpita intorno alle 21 di oggi, martedì 20 giugno, da un attacco terroristico il gruppo di studenti molisani, provenienti da alcune scuole della provincia di Campobasso e Isernia. I ragazzi hanno vissuto le conseguenze dell’attentato, in parte sventato. Un uomo di circa 30 anni nella hall della Gare centrale ha fatto saltare ai piedi di una scalinata interna dell’esplosivo, non è chiaro se fosse in una cintura o nascosto dentro un trolley. La detonazione sarebbe avvenuta quando l’uomo ha capito di essere stato individuato dai militari che poi gli hanno sparato. Avrebbe urlato «Allah Akbar» poi è stato ucciso dalle forze di polizia locali. Gli artificieri arrivati sul posto, secondo quanto riferisce la rete Vtm, avrebbero fatto brillare una carica esplosiva controllata per neutralizzare la sospetta cintura esplosiva che l’uomo indossava.


In pochi secondi nell’area sono scattate le misure di sicurezza. La zona è stata blindata, la stazione resa inaccessibile dai militari. Fumo, sirene, un elicottero delle forze dell’ordine, la gente che è scappata. In pochi minuti, nella città tornata a vivere il terrore delle bombe e dei kamikaze, le strade si sono svuotate. Un clima sempre più teso.


Chi era nei locali pubblici è stato invitato a restare dentro in attesa di maggiori informazioni. Stessa sorte per i ragazzi molisani che sono rimasti chiusi in un ristorante per motivi di sicurezza. A raccontarlo all’Ansa uno dei sei accompagnatori dei 25 studenti, Mariella Spaziano. «Siamo arrivati nel primo pomeriggio e domani (21 giugno, ndr) abbiamo appuntamento al Parlamento europeo. Ora, docenti e ragazzi sono bloccati in un ristorante della zona per ragioni di sicurezza. Alcuni ragazzi si sono messi a piangere e i genitori sono stati tutti rassicurati telefonicamente. Stiamo bene ma abbiamo provato tanta paura».


«La polizia - ha riferito all’Ansa il ricercatore italiano, Marco Santarelli, teramano, che si trova a Bruxelles per lavoro e che era in compagnia di un collega a 300 metri dalla Grande Place verso la stazione per prendere la metro - ha spinto tutti dentro a bar e ristoranti e ha evacuato le strade.
L’area è stata dichiarata zona rossa e siamo rimasti a terra nel locale per oltre un’ora. Ora hanno liberato la zona e siamo in hotel. Tutto bene. Le misure hanno funzionato alla perfezione, militari e polizia sono stati encomiabili».


Stessa impressione quella riportata dai ragazzi molisani, che dopo i momenti iniziali di panico si sono tranquillizzati. Quando la situazione si è noromalizzata, gli studenti sono stati invitati dall’europarlamentare Aldo Patriciello (anche lui nella capitale belga per le sedute del Parlamento europeo assieme ai suoi collaboratori Ivan Forte e Paolo Panaccione) per una sorta di brindisi ’scaccia paura’. «Il sorriso degli studenti molisani da Bruxelles è il miglior antidoto alla paura», il post del politico venafrano.

Non ci sarebbe nessun ferito civile, come ha reso noto l’ufficio della procura belga.

(Pubblicato il 20/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006