Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Cronache
Pestaggio da Fiardi, in carcere anche un 21enne: "Due persone socialmente pericolose"
Il giovane Q.D.R. è finito in manette in seguito alle indagini della Polizia sul pestaggio subito da un 39enne alla Ip del lungomare nord nella notte fra il 31 maggio e l’1 giugno scorsi. In precedenza era già stato trasferito in carcere il 23enne M.C.. Per entrambi le accuse sono lesioni personali gravi in concorso, aggravate dall’uso di armi e più persone riunite, agendo per futili motivi. Dal commissariato di via Cina sottolineano l’importanza di aver assicurato «alla giustizia due persone socialmente pericolose».


Termoli. C’è un secondo arresto per il pestaggio avvenuto nella notte fra il 31 maggio e l’1 giugno scorso al bar Fiardi del lungomare nord di Termoli. Dopo il 23enne M.C., nelle scorse ore sono scattate le manette anche per il 21enne Q.D.R., anche lui termolese. Le accuse nei suoi confronti sono lesioni personali gravi in concorso, aggravate dall’uso di armi e più persone riunite, agendo per futili motivi.

È stato infatti un pestaggio in piena regola quello subito da un 39enne che si trovava nel bar del distributore Ip e avrebbe avuto l’unica responsabilità, ma tale non può essere, di uno sguardo di troppo che avrebbe fatto scattare la furia violenta di giovani malviventi termolesi.

L’arresto del 23enne M.C., ritenuto il principale aggressore, era scattato lo scorso 6 giugno dopo meno di una settimana di indagini, in seguito a un’ordinanza di sospensione dell’affidamento al servizio sociale emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Campobasso. Dopo qualche altro giorno ecco che le indagini della Polizia del commissariato di via Cina hanno avuto un’accelerata. Gli agenti sono riusciti ad avere una ricostruzione accurata di quanto accaduto in quella notte e hanno individuato i colpevoli. Il 39enne venne pestato prima dentro che fuori dal locale persino con un bastone e riportò ferite con prognosi di 30 giorni.

Il Gip del Tribunale di Larino ha recepito le richieste del Pm che si è occupato di coordinare le indagini evidenziano la necessità del provvedimento cautelare in carcere.
Al 21enne sono contestate anche la violenza privata e il possesso di armi od oggetti atti ad offendere, stessi capi d’accusa imputati a M.C., a cui è stata notificata in carcere l’ordinanza in parola, essendo già detenuto. E in carcere a Larino è stato trasferito anche Q.D.R..

Il Commissariato di Termoli commenta rimarcando l’importanza di essere riusciti ad «assicurare alla giustizia due persone socialmente pericolose, gravitanti nell’alveo della microcriminalità».

(Pubblicato il 15/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006