PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Vicoli luridi e bidoni strapieni: "Piazza Mercato era più pulita quando si vendeva il pesce"
I commercianti della piazzetta e delle strade vicino lamentano «la scarsa pulizia dei vicoli. Sulle mattonelle è pieno di olio e resti del lavaggio dei bidoni di chi ha un’attività, si fa fatica anche a camminare bene». Chiesti maggiori controlli e «il passaggio con la pompa dell’acqua tutte le mattine. Invece spesso i bidoni restano traboccanti tutta la mattina». E poi c’è il cattivo odore che fa il paio con quello nauseabondo del Paese vecchio dove ultimamente la puzza del depuratore costringe a stare con porte e finestre chiuse.


Planner Sposi
Termoli. Piazza Mercato da gioiello del buon cibo e dell’accoglienza a pessima cartolina di Termoli. Impossibile far finta di nulla davanti a rivoli di liquidi non meglio identificati che seccandosi diventano appiccicosi al contatto, cestini traboccanti di rifiuti e spesso di buste dell’immondizia, una fontanella piena di acqua stagnantee in generale il lerciume evidente a ogni angolo. Come fosse il più dimenticato di quartieri di periferia e invece è il centro cittadino e per giunta la zona dove si concentrano molte attività di ristorazione.

A denunciare lo stato di sporcizia e scarsa igiene pubblica sono alcuni commercianti che operano nella stessa zona. «Qui una volta c’era il mercato della frutta e del pesce ma era più pulito quarant’anni fa che adesso – dice una signora che ha un negozio fra i tanti ristoranti -. All’epoca ogni mattina passava un addetto con la pompa dell’acqua e ripuliva le strade. Adesso non passa nessuno, ma è quello che ci vorrebbe».

Quello dello spazzamento delle strade più strette, in teoria chiuse al traffico ma nella pratica percorse da chi ci abita o ci lavora, è uno dei problemi che si trascina da troppo tempo, sia in piazza Mercato che al Paese vecchio, dove i rifiuti o persino gli animali morti restano a terra per giorni. Immagini che cozzano con la presunta vocazione turistica della città. «Si riesce a malapena a rientrare in casa, guardate che macchia di olio, le scarpe rimangono attaccate al terreno» lamenta un’altra commerciante, indignata per come è ridotta quella parte della città.

C’è poi la questione cestini. Servono eccome per evitare che i rifiuti vengano gettati a terra, tuttavia andrebbero svuotati spesso e possibilmente al mattino presto. Perché se qualcuno getta un cono gelato o il resto di un panino, il cestino comincia a puzzare ed è preda di animali, dagli insetti ai roditori, fino a cani e gatti. «Ci sono giorni in cui rimangono così per molte ore e il risultato è questo» indica una delle signore che lavora in quella piazza. E poi, chi controlla che nel cestino della plastica si getti solo la plastica?

Nessuno, chiaramente. Controlli assenti o quasi, mentre le persone fanno ben poco per aiutare a tenere pulito.
Idea Arredo
«Anche chi ci lavora dovrebbe fare di più, sarebbe interesse loro tenere pulito. Come può un cliente tornare in un ristorante che tutto intorno è sporco?» domandano gli autori della segnalazione. Sotto accusa la pulizia molto arrangiata dei bidoni della spazzatura che comporta anche cattivo odore in certi orari. Le responsabilità quindi sono da dividere fra la Teramo Ambiente, il Comune e chiaramente i cittadini e ristoratori.

Cattivo odore che purtroppo sembra ormai una caratteristica dei punti più frequentati di Termoli. Dispiace infatti constatare che il depuratore del porto si sta dimostrando ancora una volta un’enorme spina nel fianco per il turismo termolese. Le belle giornate di questa prima metà di giugno sono infatti accompagnate da un odore nauseabondo, quasi tutti giorni, che parte dal depuratore e si propaga al Borgo antico e persino fino a via Roma. Una puzza nauseante che spesso costringe i residenti a chiudere porte e finestre, nonostante il caldo e che rischia di far perdere clienti alle attività del Paese vecchio. (sdl)

(Pubblicato il 16/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006