PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Cronache
2 tonnellate di marijuana in un furgone: albanesi arrestati. Sospetto traffico dai Balcani
I Carabinieri della Compagnia di Termoli hanno sequestrato due tonnellate di "erba" questa mattina 13 giugno e arrestato due giovani albanesi di 24 e 27 anni, beccati a scaricare balle piene di droga da un furgone nelle campagne di Montenero di Bisaccia. Ritrovata anche una pistola di probabile fabbricazione balcanica. Il forte sospetto è che il Molise sia stato scelto come luogo di stoccaggio di stupefacenti provenienti dall’altra sponda dell’Adriatico e destinate a piazze più popolose. Indagini in corso.


Montenero di Bisaccia. Stavano scaricando grosse balle di marijuana contenute in involucri di cellophane quando i carabinieri li hanno circondati. A quel punto non hanno potuto fare nulla e si sono dovuti arrendere. Sono stati trasferiti in carcere i due albanesi beccati a scaricare ben due tonnellate di marijuana da un furgone in un casolare di Montenero di Bisaccia questa mattina 13 giugno. È un sequestro di enormi proporzioni quello effettuato dai Carabinieri della Compagnia di Termoli.

Basti pensare che il valore sul mercato dell’”erba” sequestrata si aggira sul milione e mezzo di euro. I militari ipotizzano quindi che il carico non fosse destinato alle piazze del Molise o almeno non solo. Si tratta di un quantitativo talmente grande che è facile ipotizzare come quel casolare di campagna non fosse altro che un luogo di smistamento per poi trasferire la marijuana altrove.

Il blitz che ha visto il coordinamento di varie pattuglie del 112 da Termoli, compreso il Maggiore Fabio Ficuciello e di quelle della Stazione di Montenero di Bisaccia è scattato questa mattina, dopo che il furgone era stato notato da alcuni militari in un’area rurale piuttosto isolata dal centro abitato nella zona che porta verso la Costa Verde. I sospetti dell’Arma erano ben fondati.

Quando sono piombati nel casolare, hanno trovato due giovani di 24 e 27 anni, entrambi albanesi, impegnati a “svuotare” il mezzo pesante. Erano persino pronti a difendersi, visto che avevano con loro una pistola probabilmente fabbricata nell’area balcanica. Un ulteriore indizio che fa sospettare sulla possibile provenienza dall’estero e in particolare dall’altra sponda dell’Adriatico di quel carico illegale.

Anche il fatto che la marijuana fosse tenuta nel cellophane può far sospettare che sia arrivata via mare, anche se per il momento non ci sono conferme su questo. Sarebbe tuttavia un altro tassello che confermerebbe la pista dello stoccaggio in Molise, in un posto tranquillo e isolato, di droga destinata a piazze più popolose e redditizie per chi spaccia stupefacenti.

I carabinieri stanno indagando per cercare di ricostruire la provenienza di quelle balle di droga e hanno già scoperto che il furgone, per il momento sequestrato, era stato noleggiato. I due albanesi invece erano sconosciuti, almeno sino a stamane, alle forze dell’ordine.
Si sa però che non erano residenti in zona. Oltre alla droga, i carabinieri hanno sequestrato la pistola e le cartucce che i due avevano con loro.

L’operazione di oggi non è frutto di un colpo di fortuna, bensì di specifiche indagini che dimostrano l’impegno dell’Arma nella lotta al traffico di droga. Quello assestato alla malavita poche ore fa è un colpo non da poco, anche dal punto di vista economico considerato l’alto valore commerciale del quantitativo bloccato. Per i due albanesi chiaramente è scattato l’arresto immediato con trasferimento già nel primo pomeriggio nel carcere di Larino. I carabinieri intanto proseguono le indagini per delineare i contorni di questo traffico di stupefacenti e non escludono sviluppi importanti.

Va ricordato che nell’ottobre 2014 proprio in Molise vennero recuperati in mare dalla Guardia di Finanza due tonnellate e duecento chili di marijuana, anche in quel caso provenienti dall’altra sponda dell’Adriatico. Un maxi sequestro per il quale le forze dell’ordine ipotizzarono un valore commerciale molto alto ma che conferma la tendenza a scegliere il Molise come luogo di stoccaggio di droga destinata altrove.

(Pubblicato il 13/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006