PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Paese sotto shock
L’ultimo viaggio di Michele Civico, stroncato da un infarto a bordo della moto nuova
Da una settimana aveva acquistato la moto il 67enne che nella tarda serata di ieri, 5 giugno, è morto a causa di un infarto fulminante. L’uomo stava viaggiando a bordo del mezzo quando è uscito fuori strada nei pressi di contrada Uomo morto. Quando è intervenuta l’ambulanza del 118, non ha potuto far altro che constatare il decesso. Sul posto anche i Carabinieri della locale stazione, i militari del Comando di Bojano e il Nucleo Radiomobile. L’incidente è avvenuto in una delle contrade più isolate di Trivento. Sconcerto in paese dove l’uomo era molto conosciuto e a cui era molto legato: nonostante si occupasse di trasporti per una ditta in Emilia Romagna, Michele Civico abitava a Trivento con la moglie e tre figli.


Carrozzeria Meale
Trivento. Quando il 118 è intervenuto per prestare i primi soccorsi, non ha potuto che constatare la sua morte. Il cuore di Michele Civico si è fermato nella tarda serata di ieri (erano circa le 23.30), 5 giugno, proprio mentre stava facendo un giro con la sua moto. Era da poco uscito di casa quando, in base alle prime ricostruzioni, è stato colto da un infarto che non gli ha lasciato scampo.
Il 67enne stava percorrendo contrada Uomo morto, che conosceva molto bene, a bordo della sua motocicletta. Il nome di quella strada si è rivelata una tragica coincidenza. A causa del malore improvviso, l’uomo è finito fuori strada. I soccorritori hanno trovato il casco e il mezzo a qualche metro di distanza dal suo corpo.

Sul posto, oltre all’ambulanza del 118, sono giunti i Carabinieri di Trivento, i militari del Comando di Bojano e gli uomini del Nucleo Radiomobile per i rilievi del caso. Dalle prime indiscrezioni, però, sembra che non sarà svolta un’indagine sull’incidente e la salma è stata restituita alla famiglia. Non è stato ritenuto necessario l’esame autoptico.

E’ stato un risveglio shock per la comunità trignina: Michele Civico era molto conosciuto in tutta la zona.
Lo sfortunato 67enne lavorava in Emilia Romagna e si occupava di trasporti. Nell’azienda erano impiegati anche due dei suoi tre figli, un maschio e due femmine. Il centauro era sposato e aveva conservato la residenza a Trivento: appena poteva tornava nel suo paese al quale era molto legato. I compaesani lo descrivono come una persona ’sprint’, attiva, che dimostrava meno degli anni che aveva. In queste ore tanti i messaggi di cordoglio arrivati alla sua famiglia, affranta e disperata per l’improvvisa morte dell’uomo. Domani, 7 giugno, alle 15 i funerali nella chiesa di Trivento.

(Pubblicato il 06/06/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006