PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Lavori in corso
Nuovo Pronto Soccorso: privacy, più spazi e una "zona rosa" per le vittime di violenza
Entro il mese pronta la nuova area di emergenza del San Timoteo, coinvolta in questi giorni da lavori di ristrutturazione per allargare il Triage dove si raccolgono le urgenze, ricavare un ambulatorio in più, separare la zona rossa di primo intervento da Medicina d’urgenza. Tra le novità di maggiore rilievo la realizzazione di una stanza riservata ai codici rosa, alle vittime di violenza, anche sessuale. Martedì sarà presentato il protocollo: al paziente che arriva in pronto soccorso sarà fornito un codice criptato visibile solo ai medici e una stanza riservata. "Il nostro augurio - commenta il primario Antonio Occhionero - è che migliori la fruibilità di un reparto che lavora a ritmi sempre intensi, specialmente ora che ci avviciniamo all’estate".


Termoli. Privacy, riorganizzazione degli spazi, porte scorrevoli, un ambulatorio in più: il nuovo Pronto Soccorso dell’ospedale San Timoteo di Termoli è quasi pronto. Da alcuni giorni il reparto più “gettonato del nosocomio termolese, che da quando ha chiuso il Vietri di Larino registra una moltiplicazione di degenti, molti dei quali ricoverati nei reparti ai piani superiori dopo la visita e la diagnosi in emergenza, è interessato da lavori di ristrutturazione che dovrebbero migliorare da un lato le condizioni dei pazienti e dall’altro garantire uno “spazio di manovra” più agevole a medici e infermieri, soprattutto con la divisione tra l’area di primo intervento e la medicina interna, che è frequentata inevitabilmente anche da familiari delle persone tenute in osservazione per uno o più giorni, che ora frequentano – non c’è alternativa – gli stessi spazi in cui si muovono le barelle e i dottori che visitano i codici negli ambulatori.

Con la ristrutturazione tutto questo non ci sarà più e anche i medici, spiega il primario Antonio Occhionero «potranno finalmente operare in condizioni di maggiore tranquillità. La privacy, che in un reparto come questo è essenziale, sarà sensibilmente aumentata». Grazie anche al nuovo Triage, che garantirà una più efficiente gestione dei codici gialli e rossi, quelli delle urgenze, e alla divisione fra le due aree. Ma anche alle porte scorrevoli dalle quali si potrà entrare e uscire con un badge che naturalmente avranno solo gli “addetti al lavoro”, evitando il caos che, in un reparto tanto frequentato, si crea soprattutto in alcune fasce orarie e periodi dell’anno, quando alla popolazione residente in tutto il Basso Molise (il Pronto soccorso del San Timoteo è di fatto l’unico) si aggiungono migliaia di turisti e visitatori.

L’altra novità è rappresentata dall’attivazione del “codice rosa”, «che martedì prossimo verrà presentato a Termoli – precisa ancora il dottor Occhionero – e che contribuirà alla completezza dei servizi, indispensabile per le vittime di violenza».
Dei tre ambulatori ricavati nello spazio allargato dove ora finora ci sono due stanze per le visite mediche, uno sarà destinato proprio alle donne che subiscono maltrattamenti, botte, stupri. In famiglia e fuori. Donne che difficilmente scelgono di denunciare, intimorite e minacciate a volte, e che con l’attivazione del protocollo, che prevede una collaborazione a tutto tondo fra medici, infermieri, forze dell’ordine, Procura e assistenti sociali, potranno essere messe in condizione di raccontare i soprusi senza il venir meno della privacy.


Al paziente che arriva al pronto soccorso con lesioni, fratture, lacerazioni, ferite, ecchimosi, al di là del normale codice del triage (rosso, giallo e bianco), sarà fornito un codice criptato visibile solo ai medici, e una stanza riservata.
Nel momento in cui il personale sanitario sospetterà che le ferite sono il frutto di maltrattamenti e abusi, scatterà il codice rosa con l’attivazione di una squadra composta da medici e forze dell’ordine per garantire anche il necessario sostegno psicologico. Al paziente che decide di denunciare sarà garantita anche assistenza giudiziaria, perché difficilmente le vittime scelgono di raccontare cosa è successo. «Hanno paura, temono ritorsioni, nuove violenze, vendette» dicono i medici di Termoli, non nuovi a casi di stupro o maltrattamenti anche sui minori, pure loro inseriti nella categoria dei soggetti deboli da tutelare.


Il nuovo Pronto Soccorso è quasi ponto. I lavori del Triage sono terminati ieri, 18 maggio. «A ore sarà riattivato» garantisce il primario, che auspica un incremento di personale almeno per l’estate, quando l’Emergenza sfiora il collasso quotidiano. «Entro la prossima settimana – aggiunge – saranno pronti anche i tre nuovi ambulatori, poi i lavori saranno completati con porte scorrevole e divisori. E in ogni caso entro la fine del mese il Pronto Soccorso tornerà efficiente al 100 per cento: da giugno comincia il periodo più caldo dell’anno, sotto il profilo delle richieste sanitarie, e noi saremo pronti».

(Pubblicato il 19/05/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006