PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
La Provinciale 163
Frane e fango, il bus non può passare: passeggeri riportati con le auto. "Una vergogna"
Dopo i temporali delle ultime ore è di nuovo crisi sulla strada provinciale 163 fra Lucito e Civitacampomarano, su cui da tempo sarebbero dovuti partire i lavori di rifacimento. Duro sfogo del sindaco di Civita, Paolo Manuele: «Gli autisti sono stati costretti a caricare in macchina i passeggeri dei pullman, manca totalmente la sicurezza. La Provincia non manda un mezzo e non ci dà l’autorizzazione a usarne uno nostro. Quella dei soldi è solo una scusa, per me potete chiudere».


Carrozzeria Meale
Civitacampomarano. Due giorni di pioggia e nemmeno gli autobus possono passare. La situazione su alcune delle strade molisane è questa, roba che sembra impossibile per un Paese industrializzato. Invece succede che sulla provinciale 163 fra Lucito e Civitacamporamano gli autisti dei pullman si debbano prendere la responsabilità di caricare in auto i viaggiatori e di riaccompagnarli a casa, con un gesto di cuore ma che fa capire come le istituzioni, in particolare la Provincia di Campobasso che è diretta responsabile, siano assenti.

Anzi, quelle presenti sono su tutte le furie. È il caso del sindaco di Civita, Paolo Manuele. Già alle prese con un movimento franoso che da due mesi ha spaccato il paese, Manuele ha affidato a Facebook in due post il suo sfogo fatto di amarezza e frustrazione che seguono le denunce già effettuate da lui e altri amministratori locali, in attesa di lavori che dovrebbero partire a breve, sperando non sia troppo tardi. Il primo è di lunedì sera 8 maggio, corredata di due foto che testimoniano l’emergenza in tempo reale.

«Questa è la situazione sulla S.P. 163 a circa 1,5 chilometri da Civitacampomarano. Non ci sono le condizioni minime di transitabilità in sicurezza – denuncia il primo cittadino, a stento riescono a passare le automobili, con grande difficoltà gli autobus, le ambulanze e gli altri mezzi di soccorso,considerando i fenomeni in atto a Civitacampomarano, in caso di necessità non oso immaginare. Nonostante gli appelli nemmeno una terna (macchina usata per spostare del terreno, ndr) Vuol dire che bisogna cambiare modo di porsi, forse si crede che con le denunce cautelative si eliminano le proprie responsabilità? Per me potete chiudere – si sfoga Manuele -, perché al di là della mostruosa riforma partorita dal legislatore, non avete quel giusto rapporto con il territorio in grado di farvi capire che nel 2017 le comunità rischiano l’isolamento e non siete in grado di mandare un mezzo meccanico per rimuovere la terra dalla carreggiata».

Ma dopo questa denuncia pubblica e considerato il maltempo che ha imperversato sul Medio Molise, possibile che nessuno si sia mosso? Sì, nella terra in cui c’è la gara a scaricare le responsabilità e poi si piangono le tragedie, incredibilmente chi di dovere non è intervenuto.
«Grazie alla Provincia di Campobasso – è il post sarcastico e polemico di poche ore fa, nel pomeriggio di martedì 9 maggio da parte del sindaco - per la celere e pronta risposta come testimoniano le foto di un’ora fa. Per risolvere il problema non ci vogliono i soldi che sempre rimarcate, quei soldi che la mostruosa legge di riordino delle Province ha sottratto. Qui ci vuole poco, davvero poco per ripristinare la minima viabilità».

La denuncia è circostanziata da particolari di enorme gravità. «Avete costretto gli autisti della Sati a riportare a Civitacampomarano i passeggeri con le loro automobili personali, cosa aggiungere di più? State rischiando di chiudere l’unica arteria provinciale presente, semplicemente non mandando una terna e nel non dare risposte al Comune di Civitacampomarano che ha offerto, previa autorizzazione, l’invio di un proprio mezzo. Se la legge Del Rio vi ha messo in ginocchio, con la vostra condotta non siete in alcun modo giustificabili. Complimenti vivissimi, il territorio vi è grato e ve ne sarà riconoscente. Siete riusciti nel dare un ulteriore senso di abbandono alla comunità, mostrando disinteresse anche dinanzi a quanto sta vivendo Civitacampomarano. Di chiacchiere e di costernazione non ne abbiamo bisogno»

(Pubblicato il 09/05/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006