PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Verso il Corpus Domini
Mario Biondi, Paola Turci o Gigi D’Alessio: in città impazza il ’toto-concertone’
A palazzo San Giorgio sono giorni decisivi per la scelta del cantante che si esibirà la sera del Corpus Domini. L’argomento già impazza sui social dove fioccano le proposte all’amministrazione Battista. Poche finora le certezze: budget simile a quello dello scorso anno (circa 230mila euro per tutta la manifestazione) e quattro serate per dare spazio alle band locali e ai cantanti amati dai più giovani. Ma il tempo stringe: manca poco più di un mese per organizzare la manifestazione più amata dai campobassani.


Campobasso. Chi viene a cantare a Corpus Domini?”. Eccola, la domanda di rito. Puntuale come un orologio svizzero per i campobassani doc. La domenica sera in città, oltre all’assalto finale alle bancarelle per gli ultimi affari, il ritrovo è in piazza Prefettura per il ‘concertone’, quella sorta di rito collettivo che unisce migliaia di adulti e ragazzi. Trovare il giusto punto di equilibrio tra gusti così diversi è già difficile. Quest’anno lo sarà ancora di più: ripetere il boom dell’anno scorso con Renzo Arbore sarà complicato.

Ma il tempo inizia a essere tiranno: manca poco più di un mese al Corpus Domini. Sul tavolo del sindaco Antonio Battista, dell’assessora alla Cultura Emma de Capoa e della presidente della relativa commissione Giovanna Viola ci sono i nomi di parecchi artisti proposti dai vari manager. Si stanno valutando cachet e curriculum. «Di sicuro sarà scelto un cantante di piazza, chi sarà in grado di fare un concerto di due ore», sottolineano dal Municipio.

Sui papabili i tre amministratori tengono le bocche rigorosamente cucite come da prassi, ma le voci di corridoio che circolano in Municipio portano ad alcuni big eccellenti: il cantante dalla voce nera Mario Biondi, ad esempio. O l’artista Paola Turci, reduce dal Festival di Sanremo: un’artista amate dal pubblico, impegnata (un pallino dell’assessora de Capoa) e dall’ampio repertorio canoro. Né si escludono Gigi d’Alessio, Francesco Renga ed Emma.

Dalla lista sono stati già depennati Nek, Alessandra Amoroso, Fiorella Mannoia, Bianca Atzei (che canterà a Ripalimosani il 12 agosto), Alessandra Amoroso, Noemi e Ron.

«Avevamo valutato diverse possibilità, ma quest’anno hanno deciso di non cantare in piazza artisti come Nek, Alessandra Amoroso e Fiorella Mannoia. Quindi, la scelta si è fatta più difficile, anche se quest’anno mi piacerebbe accontentare i giovani», ammette l’assessora de Capoa. Che poi fa un po’ di mea culpa: «Anche se siamo in ritardo con l’artista che si esibirà domenica sera, la programmazione del Corpus domini è pronta: puntiamo alla promozione del nostro territorio e della ‘città dei misteri’, affinchè da fuori vengano a conoscere Campobasso e il Molise. Del resto, i giornali inglesi hanno inserito la nostra regione tra i sei posti da conoscere in tutto il mondo».


«Bianca Atzei è stata una delle papabili, ma poi ha preso altri accordi. Inoltre, abbiamo escluso gli artisti che negli anni precedenti non si sono esibiti nei paesi dell’hinterland campobassano», rimarca invece Giovanna Viola. Nè hanno i ‘requisiti’ giusti il vincitore del Festival di Sanremo Francesco Gabbani ed Ermal Meta, secondo classificato alla kermesse della città dei fiori: ad entrambi manca un ampio repertorio di canzoni.
Per la decisione è questione di giorni, forse di ore: c’è chi porterà il tema nella riunione di maggioranza convocata in vista del Consiglio comunale dell’11 maggio.


Seppur così atteso, il ‘concertone’ sarà solo un tassello del più ampio cartellone delle manifestazioni musicali legate al Corpus Domini. Verrà riproposto lo schema dello scorso anno: band giovanili il giovedì sera, un artista ‘fuori dalle righe’ il venerdì, una banda militare il sabato. L’anno scorso, ad esempio, fu molto apprezzata la banda della Polizia di Stato.

«Quest’anno daremo un qualcosa in più alla serata del giovedì – spiega la consigliera del Pd – e alle band che si esibiranno: chi vince avrà la possibilità di incidere un demo».

Il budget previsto dall’amministrazione guidata da Antonio Battista è simile a quello dello scorso anno, sui 230mila euro. Oltre alla spettacolare e suggestiva sfilata dei Misteri, anche l’Assessorato alle Attività produttive guidato da Salvatore Colagiovanni è al lavoro per la parte più ‘commerciale’. Le bancarelle in primis, gioia e dolore per i campobassani. Quest’anno sarà riproposta ‘La città dei Misteri tra borghi e tradizioni’, la piccola Expò in salsa locale aperta ai comuni molisani che in questi giorni stanno inviando le loro adesioni a palazzo San Giorgio.

(Pubblicato il 09/05/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006