PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Energie alternative
Auto elettriche, poche a Campobasso. Il Comune: "Parcheggi gratuiti, presto le colonnine"
Di recente, il Governo ha approvato un provvedimento che stabilisce l’installazione di punti per la ricarica dei veicoli elettrici sia fuori che all’interno delle città. Nel capoluogo ne è presente uno nei pressi del supermercato ’Md’ di San Giovanni in Golfo. Ma l’assessore Ramundo assicura che "ce ne sono in cantiere molti, da mettere in zone strategiche come Comune, stazione, Poste, e anche in corrispondenza delle casine dell’acqua. La Sea la installerà vicino al centro di raccolta di Santa Maria de Foras". Ed è entrata in vigore la delibera comunale che stabilisce il parcheggio gratuito per i veicoli elettrici e ibridi.


Idea Arredo
Campobasso. Che ci fa una colonnina per la ricarica di auto elettriche nel parcheggio del supermercato ’Md-Ld’ di via San Giovanni in Golfo? Se lo sono chiesto e continuano a chiederselo in tanti, visto che la zona è molto frequentata ogni giorno. Ebbene, la catena commerciale ha voluto anticipare i tempi, visto che è in arrivo, anzi è già in atto, una novità "sostanziosa" nel campo delle energie alternative. Il 2018 sarà l’anno delle colonnine elettriche.

Si parla del decreto legislativo 257/2016 attuativo della direttiva europea sulle infrastrutture dedicate ai combustibili alternativi. Il Governo ha approvato un provvedimento, in vigore dal 13 gennaio scorso, che stabilisce l’installazione di colonnine nelle città metropolitane, nelle aree urbane e sulle strade extraurbane, statali e autostrade. Come siamo messi in Molise? Non bene.
Sulla mappa ufficiale delle stazioni di ricarica elettrica non c’è alcun punto nella nostra regione. Ma ci si sta adeguando. Infatti da qualche mese a Campobasso ce n’è una privata. L’installazione è stata fatta nel corso della profonda ristrutturazione che ha riguardato l’intera area. E, vista la legge che è entrata in vigore, anche gli altri esercizi commerciali che hanno una superficie molto ampia si stanno muovendo in tal senso. Come per esempio l’Eurospin.
Nella disposizione c’è l’obbligo di predisporre l’installazione dei punti di ricarica per gli stabili residenziali di nuova costruzione con almeno dieci unità abitative, quelli ad uso diverso da quello residenziale con superficie superiore a 500 metri quadrati e quelli esistenti appartenenti alle due categorie e soggetti a ristrutturazione profonda. Le norme obbligano i Comuni ad adeguare il regolamento edilizio entro il 31 dicembre 2017 per rendere effettivo l’obbligo di predisporre i punti di ricarica nei nuovi edifici a partire dal 2018.


A proposito di Comune, come sta lavorando in tal senso Palazzo San Giorgio? «Per il momento ci sono colonnine di catene commerciali – conferma l’assessore all’ambiente, Stefano Ramundo –. Presto, comunque, saranno installate anche dal Comune. L’AJ Mobilità, la società che ha la gestione dei parcheggi, per contratto ne dovrà mettere una, e questo avverrà tra la primavera e l’estate. Studieremo bene quante ne sono necessarie e dove, osservando quali zone frequentano di più le auto ibride ed elettriche, in modo che il parcheggio possa essere assistito anche dalla possibilità di ricarica. E con la Sea metteremo un’altra colonnina elettrica al centro di raccolta di Santa Maria de Foras. La mia idea è di posizionarne anche in corrispondenza delle casine dell’acqua nascenti, nei pressi del Castello Monforte. E poi Poste, Comune, stazione, terminal sono posti indicati. Il progetto è a lunga scadenza, parliamo dei 24 mesi che restano». Per quanto riguarda le prime colonnine comunali, «dovremmo vederle a fine estate».

A Campobasso ci sono poche auto elettriche.
Carrozzeria Meale
Si tratta di una Renault Zoe
, ‘parente’ della più famosa Tesla, oltre a un paio di Citroen C-Zero. E diversi veicoli ibridi. La diffusione non è ancora massiccia, in primis per i costi elevati ma anche per l’assenza, nel Sud, di queste benedette colonnine, fondamentali per garantire zero inquinamento e autonomia alle vetture.

Ed è di stretta attualità il tema del parcheggio da garantire alle auto ibride (doppio motore a benzina ed elettrico, ndr). La giunta comunale ha approvato la delibera proposta da Ramundo con la quale si stabilisce che il parcheggio sarà totalmente gratuito per le auto elettriche e ibride fino al 31 dicembre 2017. «Daremo puntuali informazioni ai cittadini che potranno registrarsi in un apposito elenco: l’auto ibrida sarà riconosciuta nel momento in cui si inserirà la targa nelle macchinette per il ticket. Per i non residenti vorremmo permettere di usufruire di questo servizio tramite sito internet». La delibera prevede un accordo tra l’amministrazione comunale e la AJ Mobilità per gestire tutte le procedure necessarie per accedere al servizio. Infatti, per l’esenzione, bisognerà esibire il certificato di proprietà o il libretto di circolazione dell’autovettura da cui si evince che la stessa è ibrida o elettrica e il documento di riconoscimento del richiedente. Verrà poi rilasciato un talloncino identificativo che dovrà essere esposto sul cruscotto dell’autovettura.

(Pubblicato il 11/05/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006