PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Cianciosi srl
 
Cronache
Fondi terremoto, gli 8 indagati ascoltati in Procura. E le Iene tornano a caccia di Facciolla
Il vicepresidente della Giunta e assessore regionale Vittorino Facciolla ha dato la sua versione dei fatti sui 155mila euro di fondi del terremoto di cui ha beneficiato come proprietario di locali danneggiati comprati molti anni dopo il terremoto. Con lui ascoltati in Procura anche gli altri indagati, dal sindaco Caravatta agli assessori, al dirigente e a un vigile urbano. Intanto nel pomeriggio di oggi a San Martino in Pensilis è tornato Filippo Roma de Le Iene, la trasmissione di Italia 1 che si è occupata del caso e che oggi ha fatto un “blitz” in Consiglio comunale per chiedere conto dell’affitto di un appartamento con i fondi dei gruppi regionali. Il locale a Campobasso è destinato a sede politica.


Idea Arredo
San Martino in Pensilis. Inchiesta sui fondi del terremoto usati per ristrutturare abitazioni acquistate dai precedenti proprietari molti anni dopo: per la Procura della Repubblica di Larino l’ipotesi di reato è quella di truffa, nonché di abuso d’ufficio e falso. Dopo la “visita” nel Comune di San Martino in Pensili della Guardia di Finanza, che il 30 marzo scorso ha acquisito una mole impressionante di carte, delibere, provvedimenti, recapitando a otto persone un avviso di garanzia, c’è stata la fase degli interrogatori in Procura durante i quali gli indagati hanno fornito la loro versione dei fatti, completamente differente da quanto ipotizzano gli inquirenti.

Tra loro il nome di maggiore spicco è quello di Vittorino Facciolla, assessore regionale all’Agricoltura e vicepresidente della Giunta. Contro di lui un esposto dell’avvocato Oreste Campopiano. Un esposto finito nell’ipotesi della pubblica accusa: Facciolla avrebbe percepito in modo illecito 155mila euro di fondi del terremoto per ristrutturare la sua villa in paese. Un caso del quale si sono ampiamente occupate Le Iene, nota trasmissione di Italia Roma.
Il giornalista Filippo Roma è già stato due volte in Molise per seguire la vicenda. E oggi, 28 aprile, è tornato. Nel pomeriggio infatti ha tentato un “blitz” nel palazzo municipale, dove proprio in quel momento si stava svolgendo il Consiglio Comunale. Nemmeno stavolta però, a giudicare da quanto raccontano i beninformati presenti nei paraggi, è riuscito a parlare con Facciolla. Molti i cittadini che lo hanno avvistato in compagnia dell’operatore, mentre sotto il palazzo di città di san Martino attendeva invano l’uscita di Facciolla, che a San Martino è stato sindaco e oggi è consigliere comunale.

Qualche ora più tardi Filippo Roma è stato visto a Campobasso (foto in home page, mentre sopra l’immagine è d’archivio) proprio vicino la sede dell’Assessorato di via Nazario Sauro. Impossibile sapere l’argomento della nuova inchiesta targata Iene che ormai comincia ad assumere le sembianze di una “persecuzione” per Facciolla. Ma mettendo insieme un po’ di indizi raccolti tra il BassoMolise e il capoluogo, pare si riferisca alla locazione di un appartamento a Campobasso con i fondi dei gruppi consiliari, usato come sede politica, sul cui contratto la Corte dei Conti ha mosso un rilievo. Tuttavia, si apprende da fonti vicine all’Assessore, lo steso Facciolla ha già provveduto a risolvere la questione da un punto di vista finanziario,"in anticipo peraltro sul parere che deve ancora arrivare e potrà dargli pienamente ragione" . In ogni caso Filippo Roma, certamente informato da qualcuno, si è preso la briga di tornare in Molise perchè convinto che la storia abbia un forte impatto mediatico.

Facciolla non è l’unico indagato nella storia dei fondi del terremoto usati – secondo gli inquirenti – in maniera illecita. Al centro dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Larino c’è la sanatoria con la quale si scavalca il limite dell’ordinanza sul beneficio ai nuovi proprietari.
Carrozzeria Meale
Sotto indagine anche il sindaco Massimo Caravatta e gli assessori del Comune Filomena Saracino, Michele D’Alesio, Carmen Vitale e Maurizio Di Domenico, oltre a un dirigente comunale e a un vigile urbano finito nei guai per la firma su una notifica relativa agli atti amministrativi dei un locale acquistato da Facciolla e sanato dal Comune.

Truffa ai danni dello Stato, abuso e falso le ipotesi di reato ravvisate nell’inchiesta scattata dopo la denuncia dell’avvocato termolese Oreste Campopiano e con la puntata delle Iene dedicata alla vicenda. Ascoltati i Procura, gli indagati hanno smentito di aver sanato una situazione secondo una modalità stravagante e arbitraria, sostenendo di essersi basati sul parere della Protezione Civile che estendeva il diritto al beneficio dei fondi per ristrutturare case lesionate dal terremoto anche ai nuovi proprietari che a distanza di anni hanno acquistato immobili non ancora ristrutturati ma inseriti nei cosiddetti Peu, quindi beneficiari di fondi pubblici.

Facciolla ha negato pubblicamente di essersi procurato «alcun vantaggio ingiusto rispetto alla percezione dei 155 mila euro che non sono andati a me direttamente ma all’impresa edile che ha realizzato i lavori peraltro non ancora ultimati» e usati per ristrutturare i tre vani attigui alla sua abitazione, e acquistati molti anni dopo il terremoto del 2002. L’inchiesta intanto prosegue, mentre Le Iene pare stiano confezionando un altro regalo non gradito al numero 2 della Regione Molise.

(Pubblicato il 28/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006