PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Le novità del settore nella proposta made in Termoli
Fondo ai marinai, acquacoltura, guida sportiva di pesca e multe salate nella "legge Venittelli"


Termoli. Norme più semplici per la pesca e l’acquacoltura, un fondo per i lavoratori del settore ittico e l’istituzione della nuova figura della guida sportivo-turistica di pesca. Sono alcune delle novità che verrebbero introdotte se dovesse essere approvata la proposta di legge presentata in Parlamento, e illustrata oggi a Termoli, dalla deputata Laura Venittelli.
Nel corso di un incontro aperto alla stampa e agli interessati, questa mattina 21 aprile, la parlamentare dem ha voluto spiegare anche alla marineria presente cosa prevede quella che potrebbe diventare la “legge Venittelli” e che vede come cofirmatari i deputati Crivellari e D’Incecco. La proposta composta da tredici articoli si può suddividere in due parti. Il Capo I dà al Governo le deleghe sul riordino e la semplificazione delle norme in materia di pesca e acquacoltura, e quella sulle politiche sociali per il settore pesca, in particolare riguardo al reddito dei lavoratori e alla garanzia di stabilità occupazionale anche quando l’attività di pesca è sospesa.Il Capo II si occupa di misure per lo sviluppo della pesca professionale e sportiva, oltre che dell’acquacoltura.


L’intenzione della Venittelli è quella di istituire, a decorrere dal 2018, del “Fondo per lo sviluppo della filiera ittica” finalizzato a realizzare investimenti per l’innovazione e la competitività delle aziende del mare. Viene proposta inoltre l’istituzione della figura professionale della guida sportivo-turistica in mare che possa promuovere e incentivare la pesca sportiva. «Oggi in Italia esiste un milione e mezzo di persone che pratica questa attività» ha riferito la deputata Pd.

Sempre per questa disciplina, la proposta di legge prevede che gli appassionati paghino una quota annuale di 100 euro se utilizzano imbarcazioni a motore, e di 50 senza. Fondi che verrebbero utilizzati al 20 per cento per la stessa pesca sportiva e per l’80 per cento per il fondo di sviluppo della filiera ittica. Particolare attenzione è stata inoltre posta alle sanzioni per chi viola le norme.
Corsi Sicurezza
«Occorre modificare la legge 154 del 2016» ha detto la parlamentare del Partito Democratico. Previste multe più pesanti per la pesca illegale e in particolare per chi pesca tonno rosso e pesce spada. In caso di «catture accidentali in quantità superiori a quelle autorizzate» si va invece verso la sola confisca del pescato in eccesso.


«Chi distrugge l’ecosistema marino va punito fortemente» le parole della Venittelli. D’accordo anche Sirio Faé, comandante della Capitaneria di porto di Termoli. «La proposta è molto interessante. La cosa migliore è quando la legge è estremamente chiara così che facilita l’azione di chi controlla e non dà modo di aprire contenziosi». Il sindaco Sbrocca l’ha definita «una proposta importante per la nostra marineria sia in termini economici che di tradizione».Domande e richieste di delucidazioni dai marinai presenti, alcuni dei quali però hanno fatto presente che il problema più urgente è trovare una soluzione al fermo biologico ittico.(SdL)

(Pubblicato il 21/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006