PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Via Dante, tunnel e due nuove rotonde: lavori pubblici per 8,5 mln ma via Udine "slitta" al 2018
Approvato il piano triennale delle opere pubbliche e quello relativo al 2017. Nell’anno in corso verranno realizzati o almeno iniziati lavori di grande interesse pubblico come il tunnel fra porto e lungomare, la strada che collegherà via Dante alla stazione, fognature e le nuove rotatorie in piazza del papa e nei pressi dell’ospedale. Il rifacimento delle strade di lottizzazione invece è stato previsto nel 2018 «perchè ci sono tempi burocratici da rispettare». In futuro programmate altre grandi opere come la riqualificazione dell’area dell’ex viadotto Foce dell’Angelo, in attesa di avere i finanziamenti necessari.


di Stefano Di Leonardo

Termoli. Ci sono strade considerate indispensabili per lo sviluppo della città, quali il tunnel fra porto e lungomare o la nuova via Dante, ma anche lavori meno visibili e forse altrettanto importanti nel piano delle opere pubbliche relativo all’anno 2017, tipo l’ammodernamento del sistema fognario. In tutto la spesa sarà di8 milioni e mezzo di euro. Cifre ben maggiori per gli anni 2018 e 2019, nei quali la previsione approvata oggi in consiglio comunale è rispettivamente di 36,1 e 37,4 milioni.

Si tratta tuttavia di opere che vengono programmate perché è necessario farle, ma non è detto che tutte ottengano i finanziamenti. Ben diverso il discorso per l’anno in corso, per il quale molti lavori sono stati già assegnati o sono iniziati. È il caso del rifacimento del parco comunale Girolamo Lapenna, per il quale sono stati stanziati 289mila euro. Sempre a proposito di parco, il piano 2017 prevede 800mila euro di fondi comunali per il sistema integrato di impiantistica sportiva tramite la realizzazione di una pista ciclabile e pedonale con riqualificazione di impianti esistenti.

Due milioni di euro sono compresi nel piano annuale per l’inizio dei lavori di realizzazione del famoso tunnel di raccordo fra porto e lungomare. Un milione di contributo privato (la ditta De Francesco Costruzioni) e altrettanto di quota regionale. Negli anni successivi i due contributi lieviteranno: altri 9 milioni nel 2018 e 4 nel 2019 dalla ditta, mentre 4 milioni li metterà, secondo programmazione, la Regione Molise l’anno prossimo. Il totale, come più volte scritto, sarà di 19 milioni di euro.

Cifre sostanziose sono stanziate per gli interventi di miglioramento del sistema di collettamento e depurazione. Un milione e 219mila li metterà il Comune, altri 300mila euro la Regione Molise. Un intervento che si preannuncia fondamentale per il miglioramento delle prestazioni fognarie termolesi. È di mezzo milione di euro invece la spesa programmata per il collegamento fra via Dante e piazza Garibaldi, altre opera considerata strategica per evitare ingorghi nel centro cittadino. Così come 500mila euro sono messi a bilancio per il completamento del blocco di loculi nel cimitero comunale.

Altro mezzo milione di mutuo da parte del Comune per gli interventi di sistemazione e riqualificazione di strade e marciapiedi. Per la manutenzione straordinaria dei due palazzetti cittadini, vale a dire Palairino e Palasabetta, il Comune ha previsto 250mila euro di finanziamenti propri e una cifra identica ma di contributi privati nell’anno 2018. Di particolare interesse anche la realizzazione di due nuove rotatorie: quella nei pressi dell’ospedale, in viale San Francesco e l’altra in piazza del Papa, con conseguente eliminazione dell’unico semaforo rimasto in città. La spesa è rispettivamente di 150mila e 220mila euro.

Non rientrano nel 2017 gli interventi programmati per la sistemazione delle strade di lottizzazione, fra le quali la tanto chiacchierata via Udine, dove da tempo il comitato omonimo reclama interventi urgenti. Del mezzo milione di euro previsto per il 2018, la metà arriverà dalle casse comunali e l’altra metà dalla Regione Molise. «Qui vedo interventi per il tunnel ma non per via Udine» ha reclamato in consiglio comunale l’esponente pentastellato Nicolino Di Michele. «Ci sono tempi tecnici da rispettare, la Regione ha fatto da poco la legge di stabilità e dobbiamo attendere che arrivino i fondi.
Planner Sposi
Per questo quei lavori sono programmati nel 2018, ma se riusciremo li anticiperemo di qualche mese» ha garantito il sindaco Angelo Sbrocca.

Le previsioni per gli anni a venire presentano interventi dispendiosi e ambiziosi, ma ad oggi è difficile dire quali arriveranno a buon fine, visto che fondamentali saranno i finanziamenti. Ci sono 2 milioni e mezzo di euro per il project financing col quale si vuole affidare a un privato la riqualificazione dello scheletro di cemento in via Sant’Elena,2,2 milioni per costruire la ciclovia da Rio Vivo alla foce del Biferno e un milione e 700mila euro per farla dalla Torretta Saracena al confine con Petacciato. Quattro milioni di euro in due anni è quanto messo in preventivo per il sistema degli alberghi diffusi, mentre il consolidamento del muro ad archi del viale Marinai d’Italia ci vorrà un milione e mezzo. Due milioni e mezzo invece sono messi in preventivo per il consolidamento dei terreni sotto al cimitero.

Investimento consistente di 5 milioni in due anni anche per il consolidamenti dei dissesti e la mitigazione di rischi di frana e crolli sul torrente Sinarca dalla foce al confine comunale, mentre lo stesso intervento richiederà 4,6 milioni di euro nell’area fra il torrente Rio vivo e contrada Marinelle. Dalla Regione invece sono attesi 3 milioni per il completamento della pista ciclabile e pedonale e la riqualificazione degli impianti del parco “Lapenna”. Per l’anno 2019 previsti (o forse sarebbe meglio dire sperati) fondi consistenti: quasi 7,8 milioni di euro per il piano di riqualificazione sociale e culturale dell’area ex viadotto Foce dell’Angelo, 4 milioni e mezzo per il sistema di parchi urbani e 3 milioni e mezzo, più altri 500mila euro dell’anno prima, per partecipare al bando nazionale di ammodernamento degli impianti sportivi nelle periferie. Il campo vecchio di Difesa Grande potrebbe essere trasformato, qualora dovessero arrivare quei soldi.

(Pubblicato il 13/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006