Chateau dAx
PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
I vasi del cortile interno usati come bagno pubblico. Scoperti escrementi umani nelle piante
Choc e incredulità per una inquilina dello storico palazzo di via Federico di Svevia, nel cuore del Borgo Antico: "Stavo raccogliendo i panni sullo stendino quando ho visto quello schifo nel vaso, e c’era anche la carta igienica vicino: hanno scambiato il nostro patio per un bagno?" Ovviamente la vicenda non è stata oggetto di denunce, ma i residenti sono disgustati dall’episodio che si potrebbe ripetere, e chiedono all’amministratore di condominio di correre ai ripari e trovare un modo per chiudere il portone e nello stesso tempo garantire l’accesso agli inquilini.


Termoli. Al civico 77 di via Federico di Svevia, nel cuore del borgo antico di Termoli, quella di ieri non è stata una domenica particolarmente tranquilla per una delle inquiline del palazzo, uno dei più noti nel paese vecchio. Dopo il pranzo, pronta per raccogliere il bucato steso nel cortile interno, la signora ha aperto la porta di casa e si è accorta che nel vaso posizionato proprio sotto l’interruttore della luce c’era qualcosa che non avrebbe voluto vedere. «Escrementi umani – commenta, raccontando lo spiacevole episodio di cui suo malgrado è stata vittima, più che protagonista – per dirla in maniera elegante – aggiunge – e c’era pure la carta igienica».
Meglio non dare altri dettagli, «voglio evitare perché è davvero una cosa spiacevole, non sapevo se ridere per l’assurdità della cosa o piangere o addirittura arrabbiarmi».


Centinaia le persone che ieri hanno passeggiato nel Borgo, come sul Corso della città adriatica, vista la giornata di festa e anche per il clima quasi estivo che ha permesso i trascorrere il pomeriggio in centro, all’aria aperta. «Ovviamente non so chi sia stato, non ho notato niente, nessun rumore e nessun movimento sospetto».
Chi ha avuto un bisogno impellente avrà pensato di poter entrare nel grande portone di legno e servirsi di ciò che aveva a disposizione per fare ciò che voleva. O che doveva. Quell’ingresso infatti, notato da tutti e conosciuto da tutti perchè sulla via principale del borgo, nell’anello che circonda il paese vecchio, resta chiuso solo di notte, probabilmente anche per la sua imponenza e la sua grandezza, che impediscono di aprire e chiudere con facilità e dimestichezza la porta. Più facile invece tenerlo aperto e chiuderlo solo in serata, fino alle prime ore dell’alba quando riparte la vita.


Il vaso, pronto per ospitare una pianta, si è ritrovato invece ad essere utilizzato come bagno pubblico, «e pure a cielo aperto», commenta la proprietaria dell’appartamento che affaccia nel cortile interno e rigorosamente privato dello stabile.
Nessuna vergogna per chi si è reso autore del gesto, «ma pure senza un minimo di controllo - aggiunge - è stato veramente uno schifo, scusate ma è davvero la verità. Ho indossato due paia di guanti per pulire».
Un residente? un senzatetto? Un turista? Le ipotesi "friggono", ma è impossibile ricavare qualcosa nella mole di supposizioni, visto che non ci sono testimoni e che, comprensibilmente, non ci saranno nemmeno indagini. «E che facciamo, mica possiamo andare a fare denuncia alle forze dell’ordine? Ti pare?».
Intanto questa mattina è stato contattato anche l’amministratore di condominio, oltre alle altre sei famiglie che ieri sono state messe al corrente della vicenda. «Chiediamo di trovare una soluzione per garantire sicurezza e anche riservatezza - commenta la signora - il nostro portone è sempre aperto di giorno, ma questo non vuol dire che sia aperto per questo tipo di azioni».

(Pubblicato il 10/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006