PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
Spazio Relax
 
Cronache
Sesso con una 13enne, condannato a 4 anni e 4 mesi per pedofilia l’ex autista dell’autobus
La sentenza è arrivata questo pomeriggio 4 aprile dopo due anni di indagini e processo: il 60enne Antonio Genio, ex autista di autobus a Larino, è stato condannato in primo grado per pedofilia a 4 anni e 4 mesi di carcere. La giudice Veronica D’Agnone ha disposto per lui anche l’interdizione dai pubblici uffici e il divieto di qualsiasi incarico nelle scuole. La difesa ha preannunciato ricorso in Appello.


Idea Arredo
Larino. È stato condannato a 4 anni e 4 mesi di carcere l’autista di autobus di Larino Antonio Genio, 60 anni, ritenuto colpevole di atti di pedofilia ai danni di una tredicenne del posto. I fatti si riferiscono alla primavera e all’estate del 2015 quando l’uomo venne scoperto in macchina con la ragazzina dalla zia di lei che l’accompagnò quindi in ospedale dove la tredicenne raccontò di aver subito violenza dall’uomo.

Dopo due anni di indagini e di processo, questo pomeriggio 4 aprile la giudice Veronica D’Agnone del Tribunale di Larino ha emesso la sentenza dopo circa due ore di camera di consiglio. Accolte le tesi del Pubblico Ministero, la dottoressa Ilaria Toncini, che aveva sostenuto le accuse nei confronti del sessantenne. A sostenere quelle accuse erano arrivati anche i racconti della ragazzina, giudicata attendibile dai riscontri effettuati anche con l’ausilio di una psicologa.

La pm aveva chiesto 6 anni di reclusione mentre la sentenza è di 4 anni e 4 mesi di carcere, visto che la difesa aveva scelto il rito abbreviato. L’ex autista di autobus di linea è stato interdetto in perpetuo da qualsiasi ufficio che riguarda la tutela, la curatela e da qualsiasi incarico nelle scuole, nonché da ogni ufficio o servizio pubblico in istituzioni pubbliche o private frequentate da minori.

Inoltre è stato interdetto per 5 anni dai Pubblici Uffici.
Carrozzeria Meale
La giudice ha inoltre rimesso le parti dinanzi al Tribunale Civile per la liquidazione del danno assegnando una provvisionale di 15mila euro in favore della parte civile rappresentata dall’avvocato Michele Urbano.

«Sicuramente faremo ricorso in Appello, ma attendiamo le motivazioni. La giudice si è presa 90 giorni per depositarle» è il primo commento del legale difensore, Antonio De Michele. «Pensiamo che i fatti raccontati dalla 13enne non siano del tutto veritieri. Ci sono numerosi elementi che possono far incrinare la sua credibilità» ha detto l’avvocato termolese. Genio era in aula oggi alla lettura della sentenza. «L’ha accolta rispettosamente» ha riferito De Michele. C’erano anche i genitori della ragazzina per i quali si chiude il primo capitolo di una vicenda molto delicata.

(Pubblicato il 04/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006