PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Cronache
Quaranta nuovi alberi al centro storico già in fiore: è primavera anche tra Sea e Comune?
Giungono segnali distensivi tra il vertice della municipalizzata e l’assessorato all’Ambiente dopo le polemiche sulla raccolta differenziata. Sea e Comune hanno collaborato al progetto "SiAmo Campobasso" mettendo a dimora quaranta piante lungo via Marconi. La nuova data di partenza sulla raccolta al centro storico annunciata da Ramundo è "entro Pasqua", l’ultimo ’dettaglio’ da rifinire questa volta è l’immatricolazione dei nuovi mezzi acquistati dal Municipio e già consegnati alla Sea.


Campobasso. Non è stato piantato «un albero per ogni nuovo nato» come il sindaco Antonio Battista aveva promesso in campagna elettorale. Ma in città, in questi giorni, un po’ di verde in più inizia a vedersi. Soprattutto al centro storico dove è stata appena completata la messa a dimora di una quarantina di esemplari di siliquastro, più comunemente noti come alberi di Giuda, lungo via Marconi. Si tratta di un tipo di pianta ornamentale spesso utilizzata per le alberature stradali poiché particolarmente resistente all’atmosfera inquinata delle città.

Questi giovani alberelli hanno già cominciato a fiorire annunciando anche una nuova ‘primavera’ tra l’assessorato all’Ambiente e la municipalizzata Sea. I due Stefano (l’assessore Ramundo e il presidente Sabatini) sembrano aver sotterrato l’ascia di guerra con l’operazione “SiAmo Campobasso”, intervento che mira «alla salvaguardia del decoro ambientale attraverso la sensibilizzazione della popolazione e l’attuazione di interventi mirati». I rumors a palazzo San Giorgio dicevano che tra i due i rapporti si erano parecchio deteriorati. Colpa dei ritardi sulla raccolta differenziata, un servizio che ancora non parte nonostante il Comune abbia speso la bellezza di 4 milioni e 300mila euro. Sulle procedure seguite, poi, sta indagando anche la Guardia di Finanza.
In mattinata i due sono stati avvistati in un bar a viale Elena: forse il caffè è servito a sotterrare definitivamente l’ascia di guerra?
Il capoluogo lo spera, perché, inutile negarlo, l’intervento madre tanto atteso è ancora quello sulla differenziata per la quale manca qualche “dettaglio” prima di poter avviare, almeno al centro storico, la fase uno del progetto.
L’ultima “minuzia”, se di minuzia si può parlare, riguardava fino alla scorsa settimana l’immatricolazione dei nuovi mezzi comprati dal Comune (spetta al Municipio pagare) e consegnati alla Sea che li tiene stipati nel suo magazzino in attesa di targhe e documenti che permettano ai camion di iniziare a circolare.
«Questione di pochi giorni, prima di Pasqua partiamo» ha garantito nei giorni scorsi Stefano Ramundo.
Si vedrà.


Intanto ci si può consolare con la cura delle piante: oltre agli alberi di Giuda al lavoro c’è una squadra di tecnici che sta curando un bagolaro (o spaccasassi) a ridosso di Porta Sant’Antonio Abate. «Oltre a ripristinare l’aiuola che la contiene – spiegano da Palazzo San Giorgio - la specie arborea è stata potata e curata secondo le indicazioni del dottor Stefano Beltrani che si sta occupando del patrimonio arboreo del centro di Campobasso».

(Pubblicato il 04/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006