PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
CIAK - Termol
 
Cronache
Campopiano accusa: “Facciolla e Scarabeo, 2 pesi 2 misure”. Frattura: “Qui non c’è l’arresto"
Oreste Campopiano scrive una dura lettera nella quale mette il Governatore davanti ad alcuni quesiti relativi ai risvolti politici del caso Facciolla. “Perché lo hai nominato se era incompatibile come sindaco? Perché a Scarabeo, accusato dello stesso reato, hai chiesto le dimissioni? Perché non revochi il contributo?”. Il presidente, interpellato da Primonumero, replica punto per punto: “Un avviso di garanzia è cosa ben diversa da una misura restrittiva, e un avvocato di città come Campopiano non può non saperlo. Il parere dell’avvocatura? Beato lui che è certo che sia arrivato. Io lo sto ancora aspettando”. E precisa: "Stiamo facendo accertamenti scrupolosi, ma sia chiaro che io non faccio il pm. Le conclusioni politiche si traggono alla fine".


Idea Arredo
Campobasso. La Guardia Finanza in Comune a San Martino in Pensilis, le carte acquisite – o per meglio dire: sequestrate – e 8 avvisi di garanzia per l’ipotesi di truffa ai danni dello Stato, abuso e falso, fra i quali spicca il nome di Vittorino Facciolla, assessore regionale all’agricoltura, vicepresidente della Giunta. Insomma, il numero 2 della Regione Molise. Ma è al numero 1 che si rivolge il “mandante” dell’operazione, ovvero Oreste Campopiano, l’avvocato che ha messo insieme un po’ di materiale e ha presentato una denuncia che inchioda il suo amico di lista a una situazione imbarazzante. «Paolo Frattura, che aspetti a far dimettere Facciolla? Non ti rendi conto che un tuo ulteriore silenzio ti esporrebbe a considerazioni sin troppo ovvie nei rapporti con il tuo Vice Presidente … oltre ogni ragionevole dubbio?».

Campopiano è l’autore dell’esposto dal quale la Procura della Repubblica di Larino è partita (insieme con il servizio televisivo de Le Iene) per avviare le indagini preliminari sulla erogazione di contributi post terremoto finalizzati a ristrutturare i vani acquistati da Facciolla quando era sindaco di San Martino in Pensilis. E ora è sempre Campopiano a scrivere al Governatore Paolo Frattura per metterlo davanti a una serie di quesiti, "nell’interesse del popolo molisano", relativi al risvolto politico che ha assunto la faccenda. «Caro Paolo – scrive il legale termolese che in base a un accordo interno sarebbe dovuto subentrare a Facciolla in Consiglio regionale se Facciolla si fosse dimesso da consigliere quando è stato nominato assessore - mi vedo costretto a scrivere questa ulteriore lettera perchè, nonostante i recenti rilevanti fatti che hanno investito l’assessore e vice Presidente, Vittorino Facciolla, perdura il tuo imbarazzante e non ulteriormente tollerabile silenzio. Stavolta provo ad essere meno formale e più diretto perchè ritengo che tu non possa sottrarti dal dare risposta alle seguenti domande che attengono direttamente alla tua carica politico-istituzionale».
Una faccenda certamente imbarazzante per l’assessore e anche per il Presidente, che sempre nell’interesse dei molisani Primonumero.it ha interpellato chiedendogli di rispondere ai tre punti portati all’attenzione da Campopiano.

Incompatibilità di Facciolla

- Campopiano: «Vuoi spiegare ai molisani la ragione per la quale il 28 marzo 2013 hai nominato assessore Vittorino Facciolla, nella consapevolezza di violare il dettato della legge regionale Molise n.28 del 14 aprile 2000 che testualmente recita “...possono essere nominati assessori i cittadini...che non versano in situazione di ineleggibilità e di incompatibilità previste per i consiglieri regionali”. Non potevi non sapere che il testo unico degli Enti locali (legge n. 267/2000) all’art 65 stabilisce che “...il sindaco...dei Comuni compresi nel territorio della Regione è incompatibile con la carica di consigliere regionale”. Tu sapevi bene che all’atto della nomina ad assessore regionale Vittorino Facciolla era ancora sindaco di San Martino in Pensilis ed è restato nella carica fino all’8 giugno 2013, proprio perchè non si era dimesso dopo la elezione a consigliere regionale, preferendo fare attivare nei suoi confronti la procedura di decadenza, all’evidente fine di evitare il prescritto commissariamento da parte del Prefetto con lo scioglimento della Giunta e del Consiglio comunale».

- Frattura: «Dando per scontato il mio grave errore, e volendo ignorare che la legge consente di rimuovere le cause di incompatibilità dopo una nomina, faccio io una domanda a Campopiano (che in quelle elezioni era candidato nella stessa lista di Facciolla ed è risultato il primo dei non eletti, ndr): “Per quale motivo non hai impugnato il mio decreto di nomina chiedendone l’annullamento al competente tribunale amministrativo?”. Se Campopiano era certo della violazione della legge, come oggi sostiene, avrebbe dovuto agire coerentemente con quel principio e impugnare l’atto. Oppure devo presumere che se all’epoca l’atto non è stato impugnato è perché potevano esserci in gioco altre aspettative?».


Scarabeo e Facciolla, due pesi e due misure?

- Campopiano: «Vuoi spiegare ai molisani perchè mai per l’assessore Massimiliano Scarabeo, accusato dello stesso reato che viene oggi contestato dalla A.G. a Vittorino Facciolla (truffa ai danni di un ente pubblico, ndr) non hai perso un solo minuto per chiedergli pubblicamente ed addirittura a mezzo stampa, di rassegnare le dimissioni dall’incarico, ben sapendo che i fatti che gli venivano attribuiti non riguardavano la sua funzione politico-istituzionale, non solo perchè antecedenti alla sua elezione, ma anche perchè a lui contestati in applicazione del discutibile assunto del ..non poteva non sapere.
Per Vittorino Facciolla, invece, serbi un silenzio ancor più imbarazzante, non solo perchè vi è certezza che il Facciolla, che è accusato di truffa ai danni della Regione Molise, ha ottenuto la consistente somma di € 155.000,00 per ristrutturare immobili acquistati diversi anni dopo il terremoto, ma anche perchè lo stesso Facciolla, nella sua funzione di assessore e vice presidente della Giunta regionale, si trova ad esercitare il doppio ruolo di controllore, in ordine alla procedura di erogazione delle somme a lui liquidate e di controllato, quale soggetto beneficiario dei contributi medesimi».

- Frattura: «La situazione tra Massimiliano Scarabeo e Vittorino Facciolla non è per nulla comparabile. Nel primo caso c’è stata una misura restrittiva (arresto ai domiciliari, ndr) e un sequestro di beni. Qui parliamo di un semplice avviso di garanzia, e meraviglio che sia proprio un avvocato a fare questa obiezione. Aggiungo che faccio il Presidente della Regione, non sono né un pubblico ministero né un gip e rispetto rigorosamente la qualità del lavoro dei protagonisti della giustizia.
Carrozzeria Meale
Poiché sono stato edotto dal diretto interessato che ha avuto l’avviso di garanzia, posso garantire a mia volta approfondite indagini sulla procedura, cosa che stiamo facendo, ma mi rimetto alle valutazioni che faranno gli inquirenti. Nessuno può pensare di ergersi a giudice sommo in questo Paese prima ancora che la giustizia faccia il suo corso, e io posso affermarlo perché ho sperimentato sulla mia pelle il processo mediatico. Mi riferisco al caso Biocom, per il quale ero indagato, successivamente archiviato. Cosa avrei dovuto fare, dimettermi e far tornare al voto i molisani perché avevo ricevuto un avviso di garanzia e perché il sapientino di turno, rimastofuori dal consiglio regionale, aveva già espresso la sua irrevocabile condanna? Fortuna che esiste la magistratura a far luce sulle vicende, e a chiarirle».

Revoca contributo e parere degli Avvocati dello Stato

- Campopiano:«Dovresti da ultimo spiegare ai molisani perchè mai non hai ancora disposto il provvedimento amministrativo di revoca dei contributi concessi al Facciolla in violazione della Ordinanza commissariale n. 13/03. Eppure hai pubblicamente dichiarato di aver richiesto all’Avvocatura dello Stato esplicito parere circa l’interpretazione della normativa e che all’esito avresti provveduto in conformità al parere ricevuto. Sono trascorsi oltre due mesi da allora e non è credibile che il parere richiesto non sia ancora pervenuto. Si ha pertanto motivo di ritenere che anche quella dichiarazione rispondesse a logiche dilatorie intese ad evitare l’adozione dei doverosi provvedimenti amministrativi connessi alla Tua funzione di Presidente della Giunta regionale, cui fa capo e dipende l’Agenzia di Protezione Civile».

- Frattura: «Ho l’abitudine di rivolgermi ai miei legali per avere contezza della legittimità di determinate operazioni. E non sto parlando di avvocati personali, ma dei legali che lavorano per conto dello Stato, degli enti pubblici. Senza nulla togliere alla professionalità di Oreste Campopiano, non posso fidarmi di quello che sostiene lui, ma ho bisogno di un riscontro. E l’ho chiesto, come infatti ho dichiarato. Ma beato Campopiano, che è così sicuro che il parere della Avvocatura sia già arrivato e che io lo abbia volutamente ignorato. Ovviamente non è così: il parere, richiesto dalla Agenzia Regionale per la Ricostruzione post sisma, è stato inviato il 21 dicembre 2016. Lo so perché ero fra i destinatari per conoscenza, insieme con il consigliere salvatore Ciocca. Ma a tutt’oggi la risposta della Avvocatura non è pervenuta. Appena avrò visionato il parere, agirò di conoscenza. E lo stesso sono sicuro avverrà per Vittorino Facciolla. Per il resto sono e voglio essere garantista, e credo sia necessario tirare le somme, anche politiche, sulla base di elementi certi e di un approfondimento che stiamo facendo. Sono certo che Campopiano non possa non essere d’accordo sul punto».

(Pubblicato il 03/04/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006