PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
S1M ONE - Telefonia
 
Interrogazione a Palazzo San Giorgio
Dopo il padre, anche la tomba della madre distrutta. "Chi c’è dietro?". Il caso in Consiglio
Se ne parlerà domani, 31 marzo, grazie all’interrogazione presentata dal consigliere Francesco Pilone che chiede “chiarimenti in merito ai danni provocati a diverse lapidi nel cimitero cittadino”. Gli episodi, due in particolare riguardanti la stessa famiglia, sono avvenuti a distanza di poche settimane. L’assessore al ramo, Maria Rubino, ha escluso atti vandalici o eventuali riti satanici, per questo l’esponente dell’opposizione chiede “se esiste un sistema di sorveglianza, se sono stati visionati filmati che diano spiegazioni a quanto accaduto e ulteriori dettagli della vicenda”.


Planner Sposi
Campobasso. Nelle scorse settimane, in più puntate, Primonumero si è occupato del ‘caso’ delle lapidi spaccate al cimitero di Campobasso. Ed ora il tutto approda in consiglio comunale grazie all’interrogazione presentata dal consigliere Francesco Pilone, il quale vuole «chiarimenti in merito ai danni provocati a diverse lapidi nel cimitero cittadino» e chiede se esista un sistema di sorveglianza, «se sono stati visionati filmati che diano spiegazioni a quanto accaduto e ulteriori dettagli della vicenda». Lo stesso esponente dell’opposizione parla di «danni anomali riscontrati da fonti giornalistiche e risalenti ai familiari di una stessa persona». Pilone aggiunge che «l’assessore al ramo, Maria Rubino, ha escluso atti vandalici o riconducibili a pratiche sataniche o di magia nera».
Ripercorrendo un po’ la storia, il primo episodio risale a inizio febbraio, quando accanto a una tomba vandalizzata furono rinvenute anche delle penne di gallina. Un episodio abbastanza inquietante, che sembrava avere tutti i ‘sintomi’ del rito satanico. Ma il custode e i dipendenti comunali minimizzarono la cosa, attribuendo il tutto a «qualche animale, magari una volpe, che ha provocato il danno durante la notte, o alla neve di gennaio che potrebbe aver indebolito la lapide». Poi però c’è stato il bis nel mese di marzo, ed è entrato in scena il prof. Elia Rubino, che dopo aver scoperto che, dopo quella del padre, anche la lapide della madre aveva subito danni ingenti, ha deciso di uscire allo scoperto: «Mi hanno chiamato dal cimitero per avvisarmi della rottura anche della lapide di mia madre.
Idea Arredo
Sono andato a verificare notando che effettivamente la lastra era stata divelta come quella di mio padre. La cosa mi ha scosso molto, mamma e papà sono sepolti uno accanto all’altro. Potrebbe trattarsi di pseudo-satanismo, visto che l’altra volta furono rinvenute anche delle penne di gallina» dichiarò l’insegnante nonché esperto di religione popolare.
Episodi che non confermano né smentiscono nulla. E per questo, si attendono con interesse oltre che con curiosità le risposte del Comune, in particolare dell’assessore Rubino, la quale però sembra non dare troppo peso alla vicenda: «E’ colpa del vento forte – disse quando fu chiamata a commentare il secondo episodio – mi sento di escludere che si tratti di vandalismo o altro».

(Pubblicato il 30/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006