PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Cronache
Ruba in una villetta ma non fa in tempo a piazzare la refurtiva: beccato da polizia e carabinieri
Aveva ancora lo zaino pieno dei preziosi rubati in un casa del capoluogo quando è stato fermato per un controllo dalla Volante. Non sapendo giustificare il possesso del materiale, compreso un cacciavite, il ragazzo è stato accompagnato in Questura. Contemporaneamente i carabinieri ricevevano la chiamata di due coniugi i quali denunciavano di aver subito un furto nella loro abitazione. Marito e moglie hanno riconosciuto gli oggetti spariti da casa loro facendo denunciare il ladro.


Campobasso. Una “pantera” della Polizia lo aveva fermato per controllare il suo zainetto sospetto. Contemporaneamente una “gazzella” dei carabinieri raccoglieva la denuncia per furto in una villetta isolata della città. Questa volta la collaborazione tra le forze dell’ordine ha permesso di rimettere insieme le tessere del puzzle che ha portato alla denuncia di un campobassano per furto aggravato in abitazione.

Tutto è successo nella tarda mattinata di venerdì 24 marzo quando agenti della squadra Volante hanno fermato un uomo mentre si aggirava solo e con fare sospetto in una contrada del capoluogo. Nel suo zaino i poliziotti hanno trovato oggetti preziosi oltre a qualche grammo di hashish e un cacciavite. Il fermato non è riuscito a convincere gli uomini della Questura sulle ragioni del possesso di questo materiale così è stato accompagnato negli uffici di via Tiberio dove tutto è stato sequestrato e lui identificato.
Nello stesso momento nella caserma dei carabinieri giungeva la telefonata di una famiglia che rientrando a casa dal lavoro aveva trovato tutto in disordine. Dalle indagini emergeva che qualcuno si era introdotto nell’abitazione isolata rompendo una finestra durante la loro assenza per portare via gioielli e oggetti di valore.
Raccolta la denuncia dei coniugi, e stilato un elenco di tutto quanto era sparito in quella mattinata di assenza, i carabinieri hanno accertato che i beni erano gli stessi rinvenuti nello zainetto de campobassano e posti sotto sequestro dalla Polizia.

Marito e moglie hanno riconosciuto i loro preziosi inchiodando il ragazzo successivamente denunciato per furto in abitazione e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere. Mentre per l’hashish posseduto è stato segnalato come assuntore alla Prefettura.

(Pubblicato il 27/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006