PRIMONUMERO - CITTA' IN RETE
La Vida Welness
 
Il tragico incidente a San Massimo
Tachimetro fermo a 200 km/h, indagato per omicidio stradale il 27enne. Disposta l’autopsia
L’alta velocità sarebbe la causa principale dell’incidente di sabato notte avvenuto sulla statale 17, nei pressi del bivio per San Massimo. Nel drammatico tamponamento ha perso la vita Giovanni Iannitelli. La Procura ha disposto l’autopsia sulla salma del 22enne e il sequestro delle due auto, una Polo e una Golf, coinvolte nel terribile scontro.Probabilmente la macchina di William C. andava così veloce da non aver visto l’auto su cui viaggiava il 22enne.


Carrozzeria Meale
Forse l’auto di Giovanni Iannitelli l’ha vista in ritardo. Probabilmente perché in quel tratto la luminosità della strada era scarsa, forse perché era in ritardo e andava di fretta: gli amici lo stavano aspettando per trascorrere il sabato sera insieme. O forse solo perché la sua Golf andava troppo veloce, e non si è potuto accorgere di nulla. E così, quando si è ritrovato davanti la Polo del 22enne, non è riuscito a frenare.

William C., il ragazzo di 27 anni che ha tamponato l’altra Wolkswagen, è stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale. Gli inquirenti vogliono capire cosa è successo lo scorso 25 marzo sulla statale 17, nei pressi del bivio per San Massimo. E soprattutto per ricostruire senza ombra di dubbio non solo la dinamica ma anche le cause eventuali, la Procura di Campobasso ha disposto l’autopsia sulla salma della giovane vittima, che si trova ancora all’obitorio del Cardarelli, e ha conferito l’incarico al medico legale. Nelle prossime ore l’esame irripetibile sarà eseguito alla presenza dei periti di parte.

Intanto, sono state sequestrate le due automobili coinvolte nell’incidente. Dopo il violento impatto, la Polo su cui viaggiava Giovanni Iannitelli era ridotta ad un groviglio di lamiere tanto che i vigili del fuoco hanno lavorato per alcune ore prima di estrarre il corpo.
Solo l’esame autoptico potrà sciogliere i dubbi sulle cause del tamponamento e escludere altre concause, se ad esempio uno dei due ragazzi coinvolti avesse bevuto o se il 22enne avesse avuto un malore mentre era alla guida.

Ci sono però alcuni punti fermi da cui gli inquirenti sono partiti: l’alta velocità, ad esempio, è uno dei pilastri delle indagini. Quella sera il 27enne di Bojano aveva scattato una fotografia con il suo cellulare al cruscotto della sua auto, di cui forse voleva testare la potenza: il tachimetro segnava 200 chilometri orari.
Forse una bravata, ma potrebbe essere una traccia collegata al sinistro e dunque una prova importante per gli inquirenti, che devono far luce su una vicenda delicata.
A Bojano in tanti conoscono William C., ma parecchi conoscevano pure Giovanni, che invece viveva a San Massimo con la mamma, i fratelli e la sorella. Due anni fa aveva perso il padre. Altro dolore per la famiglia Iannitelli, ma tutto il paese matesino è sconvolto per la morte del giovane boscaiolo. La sua pagina Facebook è piena di messaggi lasciati dagli amici. «Purtroppo se ne vanno sempre i migliori», le parole di Romina. «Arrivederci, Enfant de la montagne», scrive Sarah. «Ti voglio bene amico mio non ti dimenticherò mai, vivrai per sempre nel mio cuore e nei miei ricordi.. buon viaggio», il post di un’altra amica. «Sarai la stella più luminosa del cielo», ha scritto Alessandra. E ancora: «Sei sempre stato un bravissimo ragazzo dal cuore d’oro».

(Pubblicato il 27/03/2017)

SITI SPONSORIZZATI

PRESTITALIA - PRESTITI PERSONALI A DIPENDENTI E PENSIONATI
Via Corsica, 152 - Termoli - Tel: 0875.711701 Fax: 0875.711726

CHIEDI UN PREVENTIVO PER L’ARREDO DEL TUO GIARDINO A NAPOLI CON GUIDAGIARDINI.IT
Guidagiardini è il portale per la realizzazione e l’arredo del giardino numero 1 in Italia

STUDIO DENTISTICO DOTT. CASOLINO
Corso Vittorio Emanuele III, 45/B - Termoli - Tel: 0875.704521

CURA DELL’IPOCONDRIA? CHIEDI AIUTO A UNO PSICOLOGO SU GUIDAPSICOLOGI.IT
Trova sostegno nella prima guida in Italia che riunisce gli specialisti della psicologia

back


 
Planner Sposi
 
note legali  -  pubblicità  -  e-mail: info@primonumero.it  -  P. IVA: 01438950709 - telefono: 0875.714146 - fax: 0875.453113
© Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti sono riservati - Primonumero - Città in Rete
visitatori dal 7 aprile 2006